Mattia ha chiesto in Scuola ed educazioneCompiti · 1 decennio fa

Chi mi da un aiutino?

domani tengo un compito di storia e la prof. ci ha detto di parlare di mussolini.Non riesco a trovare molto , chi mi può aiutare?mi servirebbe soprattutto un testo sulla vita di mussolini e le sue vicende.

Ecco la scaletta da utilizzare (possibilmente)

1-Come ottenne il potere mussolini?

2-Di quali strumenti si servi

3-Che cosa erano le camice nere

4-Qualche avvenimento importante come per hitler la "notte dei lunghi coltelli".

5-(facoltativo meglio se C'è) notizie in piu.

GRAZIE IN ANTICIPO 10 PUNTI AL MIGLIORE E NATURALMENTE AL PIU VELOCE PERCHÉ E PER DOMANI

2 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    1)Mussolini ottenne la maggior parte dei suoi voti in Parlamento dal ceto medio, ovvero quella classe sociale che comprendeva insegnanti, impiegati e piccoli commercianti, i quali non si sentivano rappresentati dal governo liberale presente in Italia.

    Il fascismo consolidò il suo potere attraverso l'eliminazione dei suoi oppositori, attraverso la polizia segreta dell'OVRA(Opera di Vigilanza per la Repressione Antifascista) che fu incaricata di arrestare gli antifascisti. Il fascismo però cercò anche di ottenere il consenso degli Italiani, controllando ogni aspetto della vita sociale in Italia.

    Dalla scuola al tempo libero, dai mezzi di comunicazione ai ragazzi. Tutto era toccato dalla propaganda fascista.

    A partire dal 1937, tutte le organizzazioni giovanili furono inquadrate nella GIL( Gioventù Italiana del Littorio). Anche la scuola fu sottoposta al controllo fascista. Gli insegnanti non potevano insegnare senza una tessera del Partito Fascista(PNF). Inoltre, tra le materie importantissimo ruolo investiva l'educazione fisica per educare i bambini alla disciplina e all'obbedienza.

    Per l'assistenza alle madre in maternità, venne creato l'ONMI, che premiava le donne che chiamavano il loro figlio Benito e che si dedicassero completamente alla casa e ai figli.

    La propaganda di Mussolini si servì anche dei mezzi di comunicazione quali cinema, radio e giornali. Dal '37, infatti, tutte le attività culturali furono sottoposte al controllo del Minculpopo

    3)Il colore nero non ha niente a che vedere con presagi di morte, oscurità, mistero e orrore come molti sostengono a torto solo perchè in Europa il nero è associato a lutto e mistero.

    Le camicie nere non si vestirono quindi di nero per incutere timore o seminare spavento, niente di più falso, così come il rosso comunista sia il colore del sangue versato dai proletari.

    La spiegazione è di tipo antropologico e molto sottile: il nero è il colore della morte e del lutto, di conseguenza vestire di propria volontà questo colore è sinonimo di abnegazione e sprezzo del pericolo. In pratica si esorcizza e si sputa in faccia alla morte indossando proprio il suo colore. Il nero, come è stato detto, era la divisa di alcuni reparti d'assalto italiani durante la Grande Guerra. Vestirsi di nero, come a lutto, indicava il loro coraggio e il loro valore in quanto erano reparti di arditi.

    La stessa valenza era visibile anche in Germania dove oltre al colore si aggiunse anche un simbolo ben preciso: il totenkopf o testa di morto.

    Tutti voi avranno visto, nei film o nei documentari o filmati d'epoca, le divise delle SS. Erano nere per l'appunto e con la testa di morto con le tibie incrociate posta sul cappello. Ebbene, questo simbolo non vuol comunicare che chi lo porta è un assassino e che basta toccarlo e muori (è lo stesso simbolo sui pali dell'alta tensione) quanto lo sprezzo del pericolo, il coraggio e la sfida alla morte. E' una questione antropologica quindi: si esorcizza la paura della morte indossandola su di sè tramite i suoi simboli più espliciti.

    L'utilizzo del colore nero e della testa di morto tra l'altro non è certo un qualcosa da associare a fatti storici oscuri e negativi come il fascismo o il nazismo.

    La storia, anche antica, è pervasa dagli stessi simboli e colori, qualora l'uomo ha sentito il bisogno di sfoggiare il suo valore e il suo disprezzo per la paura e il pericolo. Pensate alla bandiera dei pirati: nessuno si è mai chiesto perchè era nera e con il teschio con le tibie incrociate?

    mi dispiace ma nn so' nient'altro =((

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.