L'illuminazione grazie alla Bakti/Devozione è una grazia del Dio/Dea o è il frutto dell'Amore del praticante..?

o entrambi?

Grazie :D

P.S.: Per chi non l'avesse capito sto parlando dell'induismo e di religioni simili :D

Aggiornamento:

@ il folle dello zen: è vero, non ci avevo pensato :D ma prima che avvenga? Rimane un mistero?

Aggiornamento 2:

@ Davide V: quel ne son certo m'incuriosisce, come mai questa certezza?

Aggiornamento 3:

@ il folle dello zen: grazie :D

Aggiornamento 4:

P.S.: comunque per "prima" intendevo prima che fossero uniti, non voglio fare il furbo xD a che mi serve poi? :P

3 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    l'illuminazione avviene quando non c'è più separazione tra il Dio e il devoto!

    È grazia e frutto contemporaneamente!

    Prima?

    Prima devi coltivare il frutto perché maturi, non vorrai certo avere la grazia prima e a gratis, vero?

    Sarebbe una falsa illuminazione.

    Poi ci sono i vari Mozart (geni) che nascono già predisposti e hanno l'illuminazione prestissimo.

    Mistero!

    Si dice che fossero già illuminati nella vita precedente, ma io non credo nel karma né nella parapsicologia, dunque ti lascio col dubbio, ma credimi, in fondo è meglio un dubbio che mille certezze!

    Era un appunto scherzoso, eheheh!

  • 1 decennio fa

    il Bhakti - yoga e'la forma piu'semplice di unione con l' Assoluto: la semplice devozione.

    "io accetto di tutto: una foglia, un fiore, un po'd 'acqua, purche'sia offerto con devozione" dice il Signore Krishna al mitico Arjuna nella BhagavadGita.

    In breve, ama Iddio ed Iddio ti amera' in ugual misura.

    Hare Krishna !

  • 1 decennio fa

    entrambe, ne son certo

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.