Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scienze socialiStudi di genere · 10 anni fa

perchè solitamente un figlio è piu attaccato alla madre e una figlia a suo padre?

a livello affettivo perchè in genere i figli sono piu attaccati al genitore di sesso opposto?

23 risposte

Classificazione
  • Pangea
    Lv 7
    10 anni fa
    Migliore risposta

    Non è vero, nel mio caso....

    Ah no, solitamente non significa in ogni singolo caso

    Dunque, sono d'accordo con chi afferma che tra figlio e genitore dello stesso sesso c'è maggiore conflitto

    Una madre tende ad essere più indulgente col figlio e un padre con la figlia

    Credo possa dipendere dal fatto che un genitore proietti maggiormente se stesso nel figlio del medesimo sesso e quindi eserciti una pressione maggiore per far sì che il figlio cresca a propria immagine e somiglianza

    Il figlio di conseguenza si sentirà più libero di essere se stesso col genitore del sesso opposto

    Ma considerala una risposta di fantapsicologia

  • 10 anni fa

    Io credo che questo dato lo si possa tranquillamente archiviare tra i "si dice che".....

  • 10 anni fa

    E' una questione psicologica. La domanda cade a fagiuolo perchè sto preparando una materia - Psicologia dello sviluppo- in cui spiega tutti questi processi. Allora inanzi tutto bisognerebbe lasciare da parte le credenze popolari, ossia quelle che sostengono che la bimba è più attratta dal padre e il bimbo dalla madre a livello affettivo. Infatti a livello affettivo i genitori, sia madre che padre, rivestono un ruolo fondamentale per lo sviluppo del bambino. Soprattutto la madre, per ambedue i sessi, è fondamentale per lo sviluppo poichè è lei che sostiene il bambino(qui inteso come sia maschio che femmina), lo aiuta a far fronte a particolari angosce, offre il suo IO per rafforzare quello del bambino affinche egli possa riconoscere il mondo esterno,l'ambiente. Tuttavia la tua domanda è valida nel momento in cui si parla di complesso di Edipo. Il complesso di Edipo, studiato ed introdotto da Freud nella psicologia, è un evento importante della vita del bambino. Da esso nasce la capacità di provare il senso di colpa ed è differente tra maschio e femmina. Il bambino maschio , che vede nella madre ciò che soddisfa i suoi bisogni, si innamora di lei e sogna di fare l'amore con lei. Allo stesso tempo il bambino però è travagliato da un'ambivalenza. Infatti per conquistare la madre sa che deve avere caratteristiche simili al padre e quindi introietta la figura del padre ma allo stesso tempo lo teme perchè vede in lui un rivale molto forte. Il bambino teme che il padre, per impedirgli di conquistare la madre, lo voglia castrare. Questo fase si chiama angoscia di castrazione. Il bambino introiettando il padre, ossia introducendo nel suo sè una figura rispettosa sviluppa il Super-Io. Da questa ambivalenza, ossia dal conflitto che vi è nel bambino che vuole sogna la morte del padre ma allo stesso tempo prova affetto per lui e lo rispetta nasce il senso di colpa. Per quanto riguarda la femmine il procedimento è diverso ma il fine è sempre quello. La bambina si accorge che a livello genitale è costituita diversamente dal padre, il padre ha il pene la bimba no e la madre no. Il problema è che non interpreta questa "mancanza" a livello genitale come puramente fisiologica o biologica ma la interpreta come una deprivazione causata dalla madre e si innamora del padre per cercare di riavere ciò di cui lei è stata privata.

    Spero che questa lunga risposta sia utile ai fini della domanda.

    Fonte/i: Studioso di Filosofia e Storia.
  • Anonimo
    10 anni fa

    come detto il mio ciaonì da piccoli si affronta la fase edipica o di elettra cehe incosciamente è anche attrazione a livello sessuale 0.o

    comunque io adoro babbo,ma dopo l'adolescenza ho cominciato ad attaccarmi più a mamma

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    10 anni fa

    Freud li chiamerebbe rispettivamente ''complesso d'Edipo'' e ''complesso di Elettra''

    Una sorta di innamoramento fallace

  • Lia M
    Lv 7
    10 anni fa

    Non te lo so dire, anche xchè nel mio caso è l'opposto... adoravo mia madre, con mio padre siamo cane e gatto...

  • .
    Lv 7
    10 anni fa

    Nel mio caso c’è un vero rapporto di rivalità con mia madre, creato da lei. E’ cresciuta in una famiglia matriarcale, di sole donne. Ha ricalcato il modello di educazione con noi figlie, ma anche con mio fratello, il figlio; lei deve emergere in qualche modo, con tutti. Mal sopporto le donne egocentriche per questo motivo. Io assomiglio a mio padre, dò poca corda alle sue provocazioni e permalosità, ho la sua stessa ironia e riservatezza. Per questo tra me e mio padre c’è una complicità e un dialogo che non c’è tra me e mia madre, si discute senza mai offendersi e ognuno sta al proprio posto. E’ stato costruito nel tempo e siamo innamorati l’uno dell’altro.

    Ma senza mia madre morirei.

  • 10 anni fa

    non è vero!io sono più attaccata a mia madre!

    mio padre mi fa incazzare troppo!!

  • Nel mio caso non è cosi...

    Mamma e papà hanno due ruoli diversi ma entrambi essenziali.

    Il bene, l'amore è uguale...

    Ma personalente, sono molto più attaccata a mia madre.

    Sarà perchè magari ci trascorro molto più tempo (visto che papà è quasi sempre a lavoro),

    sarà perchè tra noi c'è una certa empatia... Basta un solo sguardo per capirci o per capire il nostro stato d'animo.

    sarà perchè prima di essere madre, è donna, quindi c'è una certa confidenza...

    Sarà perchè abbiamo costruito un rapporto basato principalmente sul dialogo...

    Ecco, io posso definire mia madre, anche un'amica!

    Nonostante abbia una certa età, e nonostante io sia ancora una "pischella" (mi ha fatta tardino)...

    E' una persona di larghe vedute, non è vecchio stampo e di questo ne sono felice...

    Non riuscirei ad immaginarmi con una madre con la quale non potrei confidarmi o parlare, senza che mi venga puntato il dito contro o timorosa e terrorizzata di quella che potrebbe essere una sua eventuale reazione alla qualunque.

    Attenzione, con questo non voglio dire che mai mi si ritorce contro.

    Anzi, quando vuole e soprattutto quando è il caso, sa essere la più stron.za di questo mondo.

    Ma ha la perfetta capacità di alternane entrambi i "ruoli".

  • beh nn è sempre cosi cmc credo che sia per il fatto che tra un padre e una figlia si instauri un rapporto di fiducia nel senso che si dice che il primo amore di una bambina sia il padre perché lo si ammira e lo si rispetta mentre tra il padre e il figlio C'è piu un rapporto di rivalità per chi deve essere l'uomo di casa

    mentre tra un un ragazzo è la madre si instaura il rapporto dl mammone nel senso che uno rimane attaccato alla mamma viene viziato e coccolota solo perche è maschio........

    cmc io ho 13 anni e h uh rapporto bellissimo cn papa e mia sorella invece cn mamma

    Fonte/i: beh ho letto tanti libri che sn esperta in certe cose
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.