IceSoul ha chiesto in Matematica e scienzeMedicina · 1 decennio fa

Glaucoma. Differenza angolo aperto e angolo chiuso?

salve a tutti! non riesco a trovare da nessuna parte la differenza tra glaucoma ad angolo aperto e glaucoma ad angolo chiuso spiegata in maniera precisa. qualcuno di voi sa dirmi qualcosa?!grazie!ciao ciao!

2 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Glaucoma ad angolo chiuso significa che l'iride tende a fare un angolo molto acuto con la cornea.

    Per esempio può capitare negli ipermetropi che hanno l'occhio un pò più piccolo e la camera anteriore un pò bassa.

    Si ha, in generale, un aumento improvviso della pressione oculare (anche a 50 mm.Hg) causata solitamente da un ostruzione al passaggio dell'umore acqueo che si realizza a livello dello spazio tra iride e cristallino.

    Glaucoma ad angolo aperto è diverso, l'unica cosa in comune (a parte che interessano l'occhio :) ah ah) è l'aumento della pressione intraoculare.

    L’angolo "apetro" è quello camerulare, che è posto alla congiunzione tra iride e cornea. In questa posizione si trova il trabecolato (è un tessuto spugnoso, ed è a livello di questo la patologia) che consente il drenaggio dell’umore acqueo all’esterno dell’occhio.

  • 1 decennio fa

    CIAO.il glaucoma ad angolo chiuso può essere determinato nella forma primaria da un blocco pupillare o nella forma secondaria, da qualcosa che tira l'iride verso l'angolo o da qualcosa che spinge l'iride verso l'angolo. .All'interno dell'occhio, dietro l’iride, viene prodotto un liquido, chiamato umore acqueo, che serve a nutrire i tessuti circostanti. Questo liquido passa in camera anteriore per andare verso l’angolo tra cornea e iride, dove trova una specie di filtro (chiamato “trasecolato”)) attraverso il quale lascia l’occhio.

    Nel glaucoma ad angolo chiuso il fluido intraoculare non può defluire normalmente perché l’angolo è bloccato dall’iride che si sposta in avanti.

    Glaucoma ad angolo aperto:aumento della pressione oculare accompagnata da danni al nervo ottico (fascio di fibre nervose che collegano la retina, tessuto dell’occhio sensibile alla luce, al cervello) e di conseguenza al campo visivo.

    Stesso discorso di prima, ma il flusso di umor acqueo, ma, nel glaucoma ad angolo aperto questo angolo verso cui si dirige il flusso è, appunto, aperto, ma il liquido defluisce con difficoltà e la pressione interna dell’occhio tende a crescere. Questo aumento della pressione comprime meccanicamente il nervo ottico ed impedisce una buona circolazione: ciò produce un danno delle fibre nervose con perdita iniziale della visione periferica e successivamente di quella centrale.

    Ciao spero di esser stata chiara

    Fonte/i: md
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.