Michele ha chiesto in Animali da compagniaUccelli · 1 decennio fa

Help!Aiutatemi con le cocorite!! Rispondetemi in tanti!! PLEASE?

Vorrei sapere qualke cosa sull'accoppiamento delle cocorite e della riproduzione.Come favorire la riproduzione.Come si comporta la cocorita femmina poco tempo prima della deposizione?La mia per esempio ho notato che sta sempre vicina al nido,entra ed esce di continuo e tutti e due beccano il foro d'entrata.Poi si baciano,si puliscono a vicenda ecc.. .Può essere ke tra pochi gg mi troverò dei bei cuccioletti?? RISPONDETEMI PLEASEEE! =)=)GRAZIE IN ANTICIPO!!

2 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    I pappagallini ondulati sono uccelli che si sono adattati molto bene alla vita in cattività e che arrivano a ri­prodursi senza grossi problemi. Bi­sogna però seguire alcune semplici indicazioni per ottenere risultati soddisfacenti.

    Innanzitutto va ricordato che la ri­produzione in natura non è legata alla stagione, tanto meno alla luce, bensì alla disponibilità abbondante di cibo; questo fa sì che i pappa­gallini ondulati si riproducano in qualsiasi mese dell'anno. In catti­vità quindi, essendo il cibo sempre abbondante, questi piccoli psittaci­di possono riprodursi per 12 mesi all' anno, ma il proprietario che ha a cuore la salute dei subi animali non deve permettere loro più di tre covate. '

    I sistemi di allevamento del pappa­gallino ondulato sono allevamento a coppie e allevamento in colonia.

    L'allevamento in colonia

    Abbiamo già visto che i pappagal­lini sono animali socievoli e grega­ri che nidificano in colonia, quindi questo tipo di allevamento risulta quello più naturale. Bisogna possedere una voliera abbastanza grande per poter ospitare numerose cop­pie, ma bisogna fare attenzione che il numero delle femmine non supe­ri quello dei maschi, perché duran­te il periodo riproduttivo le even­tuali single possono diventare mol­to aggressive nei confronti delle accoppiate distruggendo nido, uo­va e nidiacei. Un maggior numero di maschi non crea problemi: gli scapoli infatti mantengono l'armo­nia della colonia anche aiutando a svezzare i novelli. Il numero dei nidi nella voliera de­ve essere doppio rispetto alle cop­pie e bisogna collocarli a una certa distanza uno dall' altro in modo da evitare i litigi tra le femmine. Se ciò non fosse possibile, allora biso­gna che siano divisi da un pannello in modo che le femmine non pos­sano vedersi.

    Questo tipo di allevamento può da­re molte soddisfazioni, ma presen­ta il neo di non dare certezza sulla paternità dei novelli; i pappagallini ondulati fanno sì vita monogama, ma le scappatelle extraconiugali sono abbastanza frequenti.

    L'allevamento a coppie

    Con questo tipo di allevamento si possono perseguire fini selettivi. Si utilizzano le cosiddette gabbie da cova (60x40x50 cm) e bisogna fare in modo che le singole coppie pos­sano vedersi e sentirsi, altrimenti,raramente intraprenderanno la ri­produzione, proprio per la loro ca­ratteristica di animali gregari. Se è pssibile tenerne una sola coppia allora è meglio che sia adulta e che abbia già nidificato; inoltre, il locale nel quale viene tenuta la coppia non deve essere troppo tranquillo.

    I riproduttori

    cercare di ottenere dei successi la scelta dei riproduttori è molto importante. Grazie alla cera sopra il becco la distinzione dei sessi non presenta grosse difficoltà, anche se per alcune varietà di colore nel ma­schio la cera è rosa e nella femmi­na è molto sbiadita. I riproduttori devono essere adulti e avere compiuto almeno i lO mesi di età, meglio ancora i 12-14. Ac­coppiarli prima sarebbe molto dan­noso per la loro salute e soprattutto per il loro sviluppo fisico. Quando si formano le coppie bisogna tene­re presente che nei pappagallini ondulati altamente selezionati, quelli cosiddetti di taglia inglese, lo sviluppo corporeo è più lento, quindi conviene aspettare ancora qualche mese.

    Ovviamente la salute dei riprodut­tori è di fondamentale importanza e bsogna escludere dalla riprodu­zione anche quei soggetti che han­no avuto- malattie infettive delle

    quali potrebbero essere portatori sani.

    Almeno un mese prima dell'inizio delle cove bisogna unire i prescelti

    in modo che abbiano il tempo di' conoscersi e abituarsi al cibo che utilizzeranno per l'imbeccata dei giovani. Se i due soggetti dimo­strano di non sopportarsi bisogna avere un po' di pazienza e tenerli

    nella stessa gabbia ma divisi da una griglia in modo che abbian la possibilità di vedersi e sentirsi sen­za avère contatti diretti. Se ancha dopo questi tentativi non dovessero

    andare d'accordo, allora bisogna sostituire un soggetto della coppia.

    SCELTA DEI RIPRODUTTORI

    Devono essere adulti di almeno 10-12 mesi di età.

    .Sani e non portatori di qualche patologia.

    Affiatati e domestici. .Essere stati preventivamente abituati al cibo da allevamento.

    Il nido

    In commercio si trovano dei nidi in legno a cassetta appositamente stu­diati per le cocorite. Alcuni si svi­luppano in verticale e hanno il fo­ro nella parte alta del frontale. Il coperchio deve essere asportabile per permettere le ispezioni al suo interno. Migliori sono queilli con sviluppo orizzontale che hanno un'anticamera per evitare che la femmina, entrando nel;nìdo, cada sulle uova con il rischio di rompér­le.

    I pappagallini ondulati non neces­sitano di materiale da imbottitura per il nido; tutt'al più della segatu­ra sul fondo aiuta a mantenere il giusto grado di umidità per il cor­retto sviluppo delle uova.

    L'inizio delle cove

    Come tutti gli uccelli da gabbia e da voliera allevati in cattività pres­so le nostre abitazioni, anche il pappagallino ondulato viene ac­coppiato in pri

  • 1 decennio fa

    le cocorite si riproducono meglio se le tieni in casa dove c'è più caldo. la femmina prima di deporre iniziera a sistemarsi il nido (infatti la tua ha già iniziato a prepararsi l'antrata) e visiterà sempre più spesso il nido. quando vedi che la femmina passa la notte dentro il nido vuol dire che è pronta per deporre le uova (ne depongono da 2 a 12 però in genere vanno da 4 a 6). in genere ne depongono 1 ogni 2 giorni e si schiudono dopo 19-20 giorni (può succedere che anche dopo 15 giorni si schiudano). una volta schiusi la femmina non uscirà più dal nido e quindi sarà il maschio a portarle da mangiare. i cuccioli nascono senza piume e con gli occhi chiusi (fanno un po' di senzo XD) e crescono MOLTO in fretta. dopo 3 giorni hanno già aperto gli occhi e dopo 2 settimane sono completamenti pieni di piume..... se ti servono altre informazioni le puoi trovare facilmente su vari siti di internet....

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.