Parafrasi? Non so che c'è da sciogliere..?

La poesia è Piangi piangi:

Piangi piangi, che ti compero una lunga spada blu di plastica, un frigorifero Bosch in miniatura, un salvadanaio di terracotta, un quaderno con tredici righe, un’azione della Montecatini:

piangi piangi, che ti compero

una piccola maschera antigas, un flacone di sciroppo ricostituente ,un robot, un catechismo con illustrazioni a colori, una carta geografica con bandiere vittoriose:

piangi piangi, che ti compero un grosso capidoglio

di gomma piuma, un albero di Natale, un pirata con una gamba di legno, un coltello a serramanico, una bella scheggia di una bella bomba a mano:

piangi piangi, che ti compero tanti francobolli

dell’Algeria francese, tanti succhi di frutta, tante teste di legno

tante teste di moro, tante teste di morto:

oh ridi ridi, che ti compero

un fratellino: che così tu lo chiami per nome: che così tu lo chiami Michele

Non so cosa potrei spiegare, perchè alla fin fine è tutta spiegata..mi aiutate?

1 risposta

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Dal link: http://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=200...

    Al quale ti consiglio di collegarti.

    Questa poesia è nata da una filastrocca piemontese; folcloristica, trasformata in un elenco di cose diverse, di regali strani e "non confortevoli", riferiti anche al tempo.

    Fa parte della raccolta Triperuno , evidenzia a chiare note una denuncia contro il consumismo che imperversava in Italia dagli anni 60' , e che in fin dei conti si e protratto in misure ancor più grandi fino ai giorni nostri . Sanguineti mette in luce in maniera evidente anche lo sfiorire dell'arte , della poesia , in una società che s'impernia solo di valori materiali , ove la genuinità del tutto è stata rimpiazzata dalla forma e dall'apparenza , rendendo la gente meno consapevole del proprio ruolo all'interno del contesto sociale.... il seguente testo ci mostra in maniera caustica come il boom economico del capitalismo si sia radicato nelle coscienze di ognuno e gli oggetti mensionati , l'atto ripetuto del comprare , ironicamente ricostruiscono l'immagine di un popolo che ha smarrito le sue sostanziali riserve d'assoluto e che vuole trovare a tutti i costi in questi espedienti una nuova fisionomia culturale.

    mfd

    Fonte/i: Internet
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.