Anonimo
Anonimo ha chiesto in Animali da compagniaCani · 10 anni fa

Cosa ne pensate del metodo di apprendimento tramite il Clicker?

Inoltre se qualcuno può spiegarmi come funziona, o segnalarmi una pagina dove è spiegato bene questo tipo di addestramento sarei molto felice, grazie :)

8 risposte

Classificazione
  • Ele89
    Lv 5
    10 anni fa
    Migliore risposta

    Io sono favorevolissima, dopo aver "educato" il mio cane con il collare a strangolo (solo per 4 mesi per fortuna) ho scoperto (o meglio mi hanno fatto scoprire) un nuovo mondo.

    Proprio in questo periodo stò facendo corso da educatrice cinofila, non perchè voglia diventarlo (anche se ci stò facendo un pensierino), ma è partito tutto per conoscere questo nuovo metodo.

    E' impossibile scrivere cosa è, e come funziona il clicker training, perchè ci sarebbe molto da dire.

    TI posso dire che è un metodo basato sul condizionamento operante, cioè su una forma di apprendimento basata nell'asscociazione di uno specifico comportamento proposto volontariamente, ad un rinforzo. (per rinforzo si intende tutto ciò che fa aumentare la probabilità che un comportamento venga esibito).

    Il clicker non è un metodo coercitivo (per coercitivo non si intende solo utilizzare mezzi scorretti come lo strangolo o le punte, ma vuol dire agire sopra la soia di livello di stress sopportabile da un cane).

    Questo è il link della più importante esponente del clicker in Italia, Alexa Capra:

    http://www.gentleteam.it/main.php?ID=1

    Questi invece sono link di libri che lei ha scritto (sono molto interessanti):

    http://www.macrolibrarsi.it/autori/_alexa_capra.ph...

    Poi se vuoi visita anche questo sito:

    (lui lavora con cliker e usa anche la prossemica ed ha l'unico cane lavorato con clicker in utilità e difesa)

    http://lnx.emotiondog.com/articoli.php?subaction=s...

    http://www.youtube.com/watch?v=OjcfbBD3ZzE

    Youtube thumbnail

    PS: mi permetto di contraddire chi ha scritto sopra che l'unico problema che è se si premia in ritardo il cane e quest'ultimo pensa che è premiato per un 'altra cosa. Questo non è vero proprio perchè quando clicco io vado a fotografare esattamente il comportamento corretto e se il premio arriva dopo 40 secondi il cane sà che è colleggato ad un comportamento ben preciso, quello cliccato!!

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    10 anni fa

    Il cane per imparare e memorizzare ha bisogno di un rinforzo.

    Il suono del clicker e' questo rinforzo, e' come dire bravo al cane.

    Unico problema e' che se sbagli a premere nel momento sbagliato vai rinforzare un comportamento negativo e il cane non capisce piu' niente. Questo e' quello che dicono in sostanza gli educatori cinofili che non usano il Clicker.

    A mio parere dire bravo al cane o dare un premietto e' piu' naturale, comunque non nego che si possano fare cose interessanti con il Clicker.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Giulia
    Lv 7
    10 anni fa

    il clicker è una specie di pulsante che emette un suono che teoricamente è unico, diverso da tutti gli altri. ovviamente alle orecchie del cane, per noi che viaggiamo su altre frequenze è uguale a tutti gli altri clik che sentiamo in giro..

    in pratica quando il cane fa l'esercizio giusto, o qualcosa di positivo, prima di dargli il premio schiacci il clicker, poi dici bravo e dai il boccone, e tutto il resto. come dice mario, bisogna stare attenti ed essere tempestivi, perchè non ci vuole niente a premiare il gesto sbagliato.. basta cliccare un po' troppo tardi. questo in realtà succede anche con altri metodi di rinforzo. per esempio col bravo. molto spesso all'inizio, quando facevo la condotta al piede, appena vedevo che il cane mi guardava e fissava su di me l'attenzione gli dicevo bravo, ma magari a volte capitava che glielo dicevo nel momento in cui abbassava lo sguardo. certo il clicker resta più impresso del semplice bravo, perchè accompagna OGNI singolo risultato positivo del cane. se non lo sai usare rischi di fare casini e mandare in confusione il cane. praticamente si fonda tutto sulla stimolazione positiva... non credo molto in questa tecnica.. preferisco usare il bravo per premiare il cane. e meglio ancora il contatto fisico (una pacca sul fianco o meglio ancora staccare con l'esercizio e farmi saltare addosso dal cane e coccolarlo un po.. coa che comunque non puoi fare sempre!)

    poi io non riesco a capire come si fa ad addestrare un cane rinforzandolo e basta.. la base è come quella dell'educazione del bambino, se non lo sgridi ogni tanto o non gli dai qualche pacca, come può imparare? molti usano il clicker in sostituzione di qualunque altra cosa, rimprovero compreso.. e io non lo concepisco. o meglio, con un cane particolarmente docile funziona benissimo.. ma con un molossoide? con un cane mordace? io ho i miei dubbi. poi sono metodi diversi di addestramento, l'importante è sapersi dosare, e non prendere e trascinare per aria il cane prendendolo dalle orecchie solo perchè sta unpo' più avanti di te.. (tecnica molto apprezzata negli anni ottanta per correggere alcuni errori!!)

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    10 anni fa

    A me piace tantissimo. E' più preciso poi il cane ha lo stesso rinforzo tutte le volte e questo facilita il cane. Ti consiglio un cd lo trovi sul sito wagginweb. La cosa migliore è comunque farsi insegnare da un istruttore cinofilo anche perchè ti può insegnare delle cose che vederle dal vivo ti lasciano a bocca aperta e difficilmente le trovi sui siti o libri. Io ho imparato a chiedere una cosa ai miei cani senza dirglielo a voce o coi segni ma solo col clicker, è stupendo perchè stimola lìintelligenza del cane.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 10 anni fa

    Il clicker training è un termine popolare per indicare un metodo di addestramento basato sui più moderni studi su come gli organismi viventi apprendono. Il clicker è un piccolo oggetto meccanico in grado di emettere determinati suoni a comando.

    Le ricerche hanno dimostrato che è più probabile che qualsiasi creatura (sia essa cane, gatto, delfino, pappagallo, pesce, cavallo, lama o persona) possa ripetere o apprendere azioni e comportamenti, se il risultato di queste è qualcosa di desiderato e voluto. Il clicker training è bastato su questo principio: dare all'animale ciò che esso vuole in cambio di azioni e comportamenti desiderati dall'addestratore (ad esempio dare del cibo ad un cane ogni volta che questo fa un salto o si siede).

    Chiamiamo questi obiettivi dell'animale "premi" e il processo di fornirli "rinforzo". Il clicker training, quindi, è un addestramento basato sul rinforzo positivo.

    Nel clicker training si utilizza un segnale "ponte" per segnare in modo più preciso qual è il comportamento che ci fa fornire il "rinforzo". Può essere un qualsiasi segnale, purché sia sempre uguale, udibile anche a distanza e sufficientemente breve e secco per essere preciso. Si usano quindi per comodità delle scatoline di plastica fornite di una linguetta metallica che provoca un forte rumore (il già citato clicker).

    Il clicker è nato con l'addestramento dei delfini, è poi stato applicato all'addestramento dei cani e più recentemente dei cavalli, dei gatti, dei pappagalli....

    Esempi [modifica]

    Una metodologia dell'applicazione del clicker è di accompagnare inizialmente il suono con un premio (dai cibi ai giocattoli) in modo da far associare all'animale la positività del suono e incoraggiarlo nel suo comportarsi correttamente. Nel corso dell'addestramento, quando l'animale sentirà il suono che ormai ha collegato al premio, capirà che ha fatto bene e sarà più propenso a ripetere quell'azione.

    Il vantaggio rispetto al semplice uso del premio sta nel fatto che, in questo caso, quando viene somministrato il premio (azione che in ogni caso richiede qualche secondo) l'animale potrebbe aver cambiato azione e potrebbe pertanto non capire per quale comportamento è stato assegnato il premio. Ricevendo lo stimolo sonoro istantaneamente nel corso dell'azione l'animale non potrà confondersi.

    io la trovo un ottima tecnica di addestramento ;)

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • green
    Lv 6
    10 anni fa

    secondo me è il migliore, non per niente è usato con i delfini, che sono gli animali più intelligenti del mondo

    è un aggeggino (mi dimentico sempre di procurarmene uno) con un tasto che, se premuto, fa click click

    all'inizio devi premiare l'animale con il cibo come si fa normalmente e CONTEMPORANEAMENTE a quando gli dai il cibo premi il tasto del clicker

    dopo un po' di volte puoi "premiare" l'animale solo con il suono del clicker, questo ti permette di dirgli ke sta facendo bene anche quando è nel mezzo di un esercizio difficile e di non farlo ingrassare come un maiale per tutti gli spuntini che fa durante l'allenamento

    le uniche cose importanti da ricordare sono di cliccare nell'istante preciso in cui l'animale sta agendo nel modo desiderato e di associare almeno una volta a settimana il clicker al bocconcino (sempre contemporaneamente), per mantenere il rinforzo positivo

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    10 anni fa

    Per me complica l'addestramento.. Meglio il buon vecchio addestramento!

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 10 anni fa

    Clicker training

    Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

    Primi passi del clicker training: il targeting

    Il clicker training è un termine popolare per indicare un metodo di addestramento basato sui più moderni studi su come gli organismi viventi apprendono. Il clicker è un piccolo oggetto meccanico in grado di emettere determinati suoni a comando.

    Le ricerche hanno dimostrato che è più probabile che qualsiasi creatura (sia essa cane, gatto, delfino, pappagallo, pesce, cavallo, lama o persona) possa ripetere o apprendere azioni e comportamenti, se il risultato di queste è qualcosa di desiderato e voluto. Il clicker training è bastato su questo principio: dare all'animale ciò che esso vuole in cambio di azioni e comportamenti desiderati dall'addestratore (ad esempio dare del cibo ad un cane ogni volta che questo fa un salto o si siede).

    Chiamiamo questi obiettivi dell'animale "premi" e il processo di fornirli "rinforzo". Il clicker training, quindi, è un addestramento basato sul rinforzo positivo.

    Nel clicker training si utilizza un segnale "ponte" per segnare in modo più preciso qual è il comportamento che ci fa fornire il "rinforzo". Può essere un qualsiasi segnale, purché sia sempre uguale, udibile anche a distanza e sufficientemente breve e secco per essere preciso. Si usano quindi per comodità delle scatoline di plastica fornite di una linguetta metallica che provoca un forte rumore (il già citato clicker).

    Il clicker è nato con l'addestramento dei delfini, è poi stato applicato all'addestramento dei cani e più recentemente dei cavalli, dei gatti, dei pappagalli....

    Esempi [modifica]

    Una metodologia dell'applicazione del clicker è di accompagnare inizialmente il suono con un premio (dai cibi ai giocattoli) in modo da far associare all'animale la positività del suono e incoraggiarlo nel suo comportarsi correttamente. Nel corso dell'addestramento, quando l'animale sentirà il suono che ormai ha collegato al premio, capirà che ha fatto bene e sarà più propenso a ripetere quell'azione.

    Il vantaggio rispetto al semplice uso del premio sta nel fatto che, in questo caso, quando viene somministrato il premio (azione che in ogni caso richiede qualche secondo) l'animale potrebbe aver cambiato azione e potrebbe pertanto non capire per quale comportamento è stato assegnato il premio. Ricevendo lo stimolo sonoro istantaneamente nel corso dell'azione l'animale non potrà confondersi.

    Fonte/i: wikipedia
    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.