Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Anonimo
Anonimo ha chiesto in Matematica e scienzeChimica · 1 decennio fa

Quali dotazioni sono INDISPENSABILI in un laboratorio di ricerca e analisi?

Salve amici! Necessito conoscere dettagliatamente quali dotazioni (apparecchiature, strumenti, arredi, dispositivi, impianti, ecc. ecc. ecc.) sono ASSOLUTAMENTE INDISPENSABILI per lavorare proficuamente in un moderno laboratorio di ricerca e analisi? Da cosa è praticamente IMPOSSIBILE prescindere? Quali altre dotazioni, invece, pur non imprescindibili, sono caldamente consigliate possedere per integrare le altre? Mille grazie per il prezioso aiuto che vorrete prestarmi e 10 punti garantiti al più completo e dettagliato!

Aggiornamento:

Nessuno mi da, cortesemente, una mano per il mio quesito di cui sopra? Vi sarei infinitamente grato per il vs. preziosissimo aiuto. Grazie, è davvero molto importante!

Aggiornamento 2:

Ringrazio l'utente che, molto cortesemente, mi ha suggerito di specificar meglio la mia domanda. Ebbene, m'interessa conoscere l'equipaggiamento di base che in "linea di massima" è necessario per operare all'interno d'un qualsiasi laboratorio d'analisi chimiche. Mi riferisco ad operazioni "d'analisi generiche" e non specifiche per qualche ambito particolare. Anche perchè, immagino, che qualsiasi laboratorio dovrebbe possedere un corredo d'attrezzature, arredi, ecc. comune per qualsiasi tipologia di ricerca (che è l'aspetto che desidero maggiormente conoscere) e poi, in base l'eventuale specializzazione, dotato di ulteriori strumenti aggiuntivi, esclusivi per determinate analisi. Spero, adesso, qualcuno possa gentilmente aiutarmi, elencandomi - almeno - gli equipaggiamenti generici per qualsiasi tipologia di laboratorio. Grazie mille!

3 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Oltre a quello che ha elencato Dottor K ci metterei anche la doccia di sicurezza. e la completa dotazione di emergenza specifica per le operazioni da compiere. Se c'è il rischio di importanti sversamenti di liquidi pericolosi alcuni graticci di legno sopra le piastrelle rigorosamente per laboratorio (ce ne sono di bellissime, azzurre o crema molto resistenti ai corrosivi). Guanti a perdere, guanti spessi.

    Provvista di acqua demineralizzata in boccioni con rubinetto, eventuale provvista di acqua distillata.

    Una zona di accettazione dei campioni da provare, con conservazione (campane, oppure refrigerazione, atmosfera inerte....) con bordi rialzati e stazione di etichettatura dei campioni e della documentazione al seguito

    Una zona di restituzione dei materiali, delle documentazioni e delle relazioni.

    Un paio di porta becker per asciugare la vetreria lavata, un colatoio con raccolta in fossa per acque inquinate (eventuale) da prodotti chimici/organici non smaltibili in fognatura.

    Per l'attrezzatura la vetreria, provette, cilindri graduati, tappi di gomma, becker graduati, pipette, imbuti, filtri e carta da filtro, qualche tubo di vetro, un bunsen (o simile se non è più autorizzato), una bilancia fino a 5 kg. con divisione al grammo e una bilancia fino a 200 gr con divisione al decimo di milligrammo su banco antivibrante.

    Termometri quanto bastano, densmetri; pH-metro conduttimetro, con soluzioni campione e elettrodi di ricambio; Un paio di fornelli termostatici con rotatore megnetico e ancorette teflonate, un frigorifero, un fornetto;

    Pinze e ganci per manipolare le cose fastidiose o semplicemente calde.

    microscopi e rifrattometro, spettrofotometro; macchina fotografica.

    Saponi, alcuni rotoli di carta da asciugamano e della sabbia/segatura per raccogliere le porcherie che cadono sul pavimento.

    Una zona biblioteca dove consultare istruzioni, procedure, esempi; un archivio dove depositare/consultare le esperienze precedenti;

    Fonte/i: Vetuste e dirette.
  • 1 decennio fa

    Un generico laboratorio di analisi dovrebbe disporre di armadio per sostanze chimiche o corrosive con vasche di contenimento inossidabile, un armadio per reagenti infiammabili ( il limite e' di 12 litri , oltre sei soggetto a norme prevenzioni incendi) una cappa aspirante, eventualmente provvista di abbatitore a carboni attivi con scarico a tetto. Uno o piu' banconi con piano in ceramica o Inox con attacchi Gas con rubinetto di sicurezza Un lavello con sgocciolatoio in alcuni casi e' previsto una vasca di decantazione con filtro a sacco ( manipolazione di polimeri o sostanze che possano polimerizzare o indurrsi negli scarichi). Le pareti devono essere piastrellate o verniciate fino all' altezza di 2,10 metr il pavimento deve essere facilmente pulibile ( non devi mettere moquette) va benissimo una piastrella in ceramica o una resina niente zoccolo per ragioni di pulizia. Ci sono norme specifiche per la ventilazione ma sono un po' arretrato sulla normativa, se forzata sono previsti 5 ricambi ora, se naturale c'e un rapporto fra finestre e muratura mi sembra 1/3 o 1/4.

    L'impianto elettrico e' soggetto a progetto di un ingegnere e nelle aree dove si opera con reagenti volatili deve essere a tenuta stagna.

    E' necessario prevedere un area di stoccaggio dei reagenti usati separata dll' ambiente di lavoro. Un impianto rilevazione fumi e' consigliato anche se non necessario a meno che non si superi una superficie di 400 Mq o non si detengano sostanze infiammabili per piu' di 12 litri previsti, anche la separazione dei locali ed eventuali uscite di emergenza sono necessarie per superfici superiori ai 400 mq ma va verificato con i vigili del fuoco che possono dare un parere preventivo.

    E' indispensabile sistemare estintori adeguati al tipo di sostanze che vengono manipolate CO2, polveri o liquidi alogenati in questi casi. L'acqua e' pericolosa e le schiume chimiche non sono indicate, Il CO2 e' il meno efficace su un incendio chimico

    Non ricordo proprio tutto mi sembra di aver messo tutto quello che mi viene in mente su un laboratorio di base

  • 1 decennio fa

    Sono ingengere, ma è da quando sono laureato che non svolgo il mio lavoro, o almeno solo parzialmente. Perciò non ti saprei aiutare. Di una cosa però sono sicuro: se vuoi che qualcuno ti risponda in maniera utile dovresti specificare meglio la tua domanda. Che tipo di analisi? Che tipo di ricerche? In che settore? In quale materia? Per quale lavoro? Forse, ma questo è più delicato e potrebbe essere legittimo non metterlo, per quale progetto?

    Senza questi elementi, come fà la gente a risponderti?

    Poi un'altra cosa.

    Ho notato che su answers a domande specialistiche di lavoro in genere quasi nessuno risponde.

    Prova a ripostarla qualche altra volta a differenti ore del giorno, per un paio di giorni. Magari catturerai l'attenzione di qualche esperto. Però lo stesso dovresti specificare meglio l'ambito

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.