Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

ASSEGNO, dopo quanto posso andare a cambiarlo?

ciao a tutti :D devo partire per 4 mesi e l'ultimo stipendio mi verrà consegnato 11 giorni dopo la mia partenza... delegherò mio padre per andarlo a prendere ma non potendolo andare a cambiare lui perchè necessita di una mia firma per la girata, al mio ritorno vorrei andare in banca a cambiarlo....vorrei sapere quindi se l'assegno ha una scadenza da rispettare entro il quale poi non è più possibile cambiarlo...

vi ringrazio in anticipo.....

ciao ciaooooo!!!

Aggiornamento:

avevo pensato anche io al bonifico, ma lavorando come extra, il posto di lavoro mi ha rifiutato la richiesta dicendo che per il personale extra il pagamento è possibile solo tramite assegno...mi spiegate bene il fatto dei sei mesi? io di queste cose non ci capisco assolutamente nulla.... quindi se trovate le parole più semplici possibili mi aiutereste davvero.... scusate l'ignoranza, ma in questo campo sono totalmente ignorante -.-'

2 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    un assegno non ha una scadenza ci sono però acune date importanti da ricordare:

    1) i giorni di protestabilità che sono 8 giorni se l'assegno è su piazza e 15 giorni se l'assegno è fuori piazza

    2) i termini di prescrizione che sono 6 mesi dallla data di emissione dell'assegno.

    l'incasso di un assegno superati i giorni di protestabilità è possibile e, anche se l'assegno non è stato protestato (in caso di mancao pagamento ovviamente) mantiene comunque tutti i requisiti di titolo di credito e ti da diritto ad azioni esecutive per il recupero del credito.in caso di assegno prescritto invece si perdono i requisiti di titolo di credito. i requisiti in sostanza sono che trascorsi i sei mesi, se l'assegno non viene pagato sarà a tuo carico la prova che questi soldi ti spettavano. cosa che non è nei primi 6 mesi in quanto sarà a carico del debitore provare che questi soldi non ti erano dovuti.

    La domanda che sorge è perchè non farsi pagare con bonifico cosìi soldi arrivano su un conto corrente e non ci sono problemi di questo tipo.

    la prescrizione di un assegno

    allora, un assegno è un titolo di credito. questo significa che il beneficiario di un assegno ha diritto al pagamento della somma scritta sull'assegno indipendentemente dal rapporto sottostante. faccio un esempio banalissimo. Io vado a comprare una macchina e do al concessionariol'assegno per l'anticipo

    Il concessionario ha diritto a riscuotere quell'assegno indipendentemente dal fatto che poi la macchina me la consegni o meno. io non posso opporre alla banca che ha pagato quell'assegno il fatto che poi il concessionario mi ha truffato non consegnandomi la macchina. se devo fare una causa la devo fare al concessionario e non solo gli devo fare causa ma incombe su di me l'onere della prova che la macchina non mi è stata consegnata. quindi per farmi ridare indietro i soldi devo provare che il concessionario mi ha truffato.

    questo succede nei primi 6 mesi dell'assegno. poi l'assegno si prescrive. significa che l'assegno vale solo come promessa di pagamento ma si ricongiunge il debito con il rapporto sottostante. per cui, nel nostro caso, dopo 6 mesi il debitore può chiedere alla banca di rifiutare il pagamento dell'assegno e se il creditore vuole fare causa, questa volta sarà lui che dovrà dimostrare in sede di giudizio che questi soldi sono dovuti. c'è la cosidetta inversione dell'onere della prova.

    torniamo al nostro esempio. do l'assegno per l'anticipo. il concessionario si dimentica di incassarlo. passano i 6 mesi e io non vedo la macchina. il concessionario se prova ad incassare l'assegno io dico alla mia banca di non pagarlo. sarà lui ad andare in giudizio e chiedere che mi sia imposto di pagare. ma per farlo dovrà dimostrare di aver adempiuto alla usa obbligazione.

    per cui nei primi 6 mesi è il debitore che dovrà dimostrare per non pagare che l'altra parte non ha adempiuto. dopo i sei mesi sarà il creditore che per farsi pagare dovrà dimostrare di aver adempiuto.

    questa è la prescrizione dell'assegno

  • Anonimo
    1 decennio fa

    90 giorni

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.