Anonimo
Anonimo ha chiesto in Elettronica di consumoElettronica di consumo - Altro · 10 anni fa

come si usa il cacciavite cercafase?

l'ho infilato prima in un buco della presa e poi nell'altro ma non si è acceso...

ho provato a guardare su internet e c'è scritto che bisogna anche toccare col dito la parte finale del cacciavite (in effetti si vede un tondino di ferro alla fine ma non prendo la corrente???)

5 risposte

Classificazione
  • 10 anni fa
    Migliore risposta

    Un cacciavite cercafase è essenzialmente un normalissimo cacciavite, generalmente a taglio, con una lucespia montata all'interno del manico (il manico è isolato così da non prendere la scossa). Per far accendere la lucespia devi toccare un conduttore di fase con la punta del cacciavite ed il tondino di ferro posto sull'estremità del manico con un dito. All'interno del manico, oltre che alla lucespia, è presente anche una resistenza di elevato valore ohmico che consente a chi utilizza il cercafase di non prendere la scossa (la resistenzina limita la corrente che altrimenti scorrerebbe attraverso il corpo). Il cercafase, come suggerisce il nome, è in grado di rilevare solo la presenza del conduttore di fase, non di quello di neutro. Tuttavia non bisogna prendere come legge quanto detto dal cercafase; esso può illuminarsi anche toccando la scocca metallica di alcuni apparecchi elettronici senza che essi siano guasti o abbiano delle dispersioni di corrente. Va ricordato inoltre che il cercafase è efficace solo con la corrente alternata e non con la continua; se toccherai i poli di una batteria (generatore di corrente continua) con il cercafase non accadrà nulla.

    Fonte/i: Elettrotecnico
  • 10 anni fa

    toccalo ad un filo di corrente(NON PRENDI LA SCOSSA) e se vedi una lampadina che si accende vuol dire che c'è la corrente elettrica...ciaooo =)

  • 10 anni fa

    Salve, il cerca fase serve innanzitutto per rilevare una fase, quindi ti funzionerà solo toccando la fase di un impianto, volendolo utilizzare su una presa ti funzionerà solo su un foro di quelli laterali non sul centrale perchè quello e di messa a terra, per rilevarla ti basterà infilare la punta del cercafase in questo caso nella nel foro della presa e un dito appoggialo nella testa del cercafase, stai tranquillo non prenderai la corrente.

  • wave
    Lv 6
    10 anni fa

    La spia del cercafase come qualunque altra lampadina, per illuminarsi deve essere attraversata da una corrente elettrica che entra da uno dei contatti ed esce dall'altro "spinta" da una differenza di potenziale.

    La fase, presenta rispetto terra una differenza di potenziale di circa 220V.

    Il corpo umano è un conduttore.

    Toccando la fase con la punta del cercafase, non succede niente in quanto il manico del cercafase è un isolante. Nel momento in cui invece si tocca col dito l'apposito pomellino posto sul retro, si crea un passaggio di corrente che "uscendo" dalla fase, attraversa la resistenza, la lampadina e il corpo umano scaricandosi a terra.

    Il corpo pertanto viene attraversato dalla corrente ma si tratta di un valore bassissimo, appena sufficiente a far illuminare la lampadina.

    Se invece tu toccassi la punta del cacciavite collegata alla fase, verresti attraversato da una fortissima corrente (con tutte le conseguenze del caso) in quanto tra te e la fase non sarebbe interposta alcuna resistenza a "frenarne" il passaggio.

    In sintesi: si, devi toccare il pomello! Inutile dire che il cercafase deve essere a norma e tali operazioni vanno svolte con prudenza.

    Ciao!

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    10 anni fa

    non toccare assolutamente la parte terminale, prendi la scossa.....

    in cima al cercafase ci dovrebbe essere un pulsante, dopo che l'hai infilato nella presa premilo....se si accende la luce nel cercafase, allora c'è corrente......

    comunque devi premere qualcosa in cima per farlo funzionare......io usavo modelli vecchi.....

    saluti

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.