coccinella ha chiesto in SaluteSalute della donna · 1 decennio fa

Per quanto tempo la pillola?

Buonasera answerine per chi avrà letto alcune mie precedenti domande soffro di dismenorrea primaria e il ginecologo mi ha consigliato la pillola...ma ho preferito per il momento farne a meno e quindi mi ha prescritto naprosyn.

Se prendessi la pillola la prenderei certo per un periodo perchè che io sappia non fa bene...e quindi se poi la interrompessi per dire dopo un anno...tornerei a avere il problema della dismenorrea primaria??

2 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Ciao,io ho preso la pillola per molti anni e devo dire che ora l'ho sospesa,ma solo per il fatto che forse non era adatta a me,mi dava troppo mal di testa ed ero anche ingrassata molto,devo dire che l'unica cosa buona era che potevo stare sicurissima per i rapporti sessuali e poi il seno era "cresciuto" il che' non e' poco,hihi!!!

    comunque se hai forti dolori e non riesci a rimediare con i normali farmaci adatti per i dolori mestruali ,potresti pensare di prendere la pillola come ti ha consigliato il ginecologo,non sempre da effetti spiacevoli,moltissime ragazze che l'assumono si trovano benissimo e quindi se servisse a alleviare la tua dismenorrea forse sarebbe il caso di farci un pensierino....

    pero' sinceramente se risolvi con i normali farmaci magari e' meglio perche' comunque la pillola e' fatta di ormoni,quindi se puoi evitare evita,altrimenti comunque non ti costa nulla provarla,ti fai magari solo 5/6 mesi di pillola e vedi come ti trovi,in caso ti trovassi male puoi sempre sospenderla e suppongo che dovresti riavere la dismenorrea,ma non e' detto perche' spesso con il passare del tempo i problemi di dismenorrea si attenuano,quindi magari ti fai un annetto di pillola e poi sospendi e vedi come va',magari non torna neanche la dismenorrea.

    in conclusione:

    se risolvi con i farmaci per dolori mestruali non prendere la pillola se non ti senti tranquilla,

    se invece non risolvi con i comuni farmaci prova per un periodo la pillola e vedi come ti trovi;)

  • Anonimo
    1 decennio fa

    ma chi ha detto che non fa bene??

    La pillola contraccettiva aumenta il rischio di sviluppare un tumore alla cervice? Sì, ma il rischio inizia a diminuire immediatamente dopo la sospensione dell’assunzione. A studiare gli effetti della pillola sul rischio oncologico è stato un gruppo di ricerca internazionale coordinato dalla Oxford University che ha studiato i dati clinici relativi a oltre 52.000 donne che avevano partecipato a 24 studi scientifici internazionali.

    Dalle analisi è emerso che le donne che avevano assunto la pillola per almeno cinque anni avevano il doppio delle probabilità di sviluppare il tumore alla cervice rispetto alle donne che non avevano mai assunto il contraccettivo. Ma questo rischio si ridurrebbe immediatamente dopo che la donna smette di prendere la pillola per rientrare nella media dopo dieci anni dall’ultima assunzione.

    La ricerca assume grande importanza perché fino ad oggi gli studi sull’argomento avevano dimostrato un collegamento tra l’assunzione della pillola anticoncezionale e il rischio di tumore alla cervice, ma non avevano mai studiato per quanto tempo il rischio persistesse più elevato della norma.

    In generale, però, le probabilità che la pillola causi il cancro alla cervice sono statisticamente poco significativi: come spiegato dai ricercatori britannici, nei Paesi industrializzati le probabilità che una donna si ammali di questa neoplasia senza aver mai assunto la pillola sono di 3,8 su mille, salgono a 4 su mille per le donne che hanno preso la pillola per almeno cinque anni e arrivano a un massimo di 4,5 su mille per quelle che hanno assunto la pillola per almeno dieci anni. Un rischio, quindi, minimo che dovrebbe scendere ancor di più grazie alle politiche recentemente attuate dalla maggior parte dei governi che stanno provvedendo alla vaccinazione di massa delle adolescenti per prevenire il papilloma virus, responsabile della gran parte dei tumori alla cervice. “La pillola resta il più efficace e sicuro strumento di contraccezione e il minimo rischio che contribuisca a sviluppare il tumore alla cervice è controbilanciato da fatto che la sua assunzione diminuisce il rischio di cancro alle ovaie e all’utero” ha dichiarato sulla rivista The Lancet la responsabile dello studio, Jane Green.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.