? ha chiesto in Società e cultureSocietà e culture - Altro · 1 decennio fa

Appassionati della Corea del sud?

Ciao, anche voi siete appassionati della Corea del sud? Io adoro la Corea, per la sua musica, per il cibo e per le tradizioni..

Mi sapete parlare di qualche tradizione della Corea oppure dei luoghi o della scuola, per favore! Per me significa davvero tanto il vostro aiuto..

Grazie anticipatamente!

1 risposta

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    A parte gli strumenti utilizzati, la musica tradizionale coreana è caratterizzata dall'improvvisazione. Un'esibizione pansori, arte del cantastorie, può durare per oltre otto ore durante le quali un'unica cantante si esibisce senza interruzioni.

    Piuttosto che contrapporre velocità diverse com'è comune nella musica occidentale, la maggior parte della musica coreana tradizionale comincia con il movimento più lento per passare a tempi gradualmente più veloci.

    La musica di corte coreana, è chiamata aak; il jeongak, detta musica aristocratica, è storicamente collegata alle classi dominanti. Il jeongak è eseguito con un tempo molto lento, con pulsazioni singole che prendono fino a tre secondi. La pulsazione eguaglia la velocità del respiro piuttosto che il battito cardiaco come nella maggior parte della musica occidentale, e appare statica e meditativa.

    Il jeongak è delicato e tranquillo perché gli strumenti tradizionali sono fatti di materiali non metallici. Gli strumenti a corde hanno corde fatte di seta piuttosto che di filo. Quasi tutti gli strumenti a fiato sono fatti di bambù.

    Il pungmul è la musica popolare della Corea ed è piena di pathos. Questo genere di musica tradizionale è strettamente legato alla vita della gente comune. Come con il jeongak, l'improvvisazione è comune nel minsogak.

    Gli strumenti musicali coreani tradizionali si possono dividere in tipi a fiato, a corda e a percussione. Gli strumenti a fiato comprendono il piri (oboe cilindrico), il taepyeongso (ciaramella a canneggio conico), il daegeum(flauto traverso) , il saenghwang (organo a bocca) e lo hun (ocarina). I cordofoni tradizionali comprendono cetre come il gayageum, il geomungo e l'ajaeng, e lo haegeum, un viella a due corde, simile a un violino.

    Si usano moltissimi strumenti a percussione tradizionali, incluso il kkwaenggwari (piccolo gong ), il jing (grande gong), il buk (tamburo a barile), il janggu (tamburo a clessidra), il bak (coppia di bacchette percossi l'un l'altra) ed il pyeonjong (batteria di campane di metallo), nonché l'eo (raschietto a forma di tigre) ed il chuk (scatola di legno).

    Come con la musica, vi è una distinzione tra le danze di corte e le danze popolari. Danze di corte comuni sono il jeongjaemu eseguito nei banchetti, e l'ilmu, eseguito nei rituali confuciani. Il jeongjaemu si divide in danze native (hyangak jeongjae) e forme importate dalla Cina (dangak jeongjae). L'ilmu a sua volta si divide in danza civile (munmu) e danza militare (mumu).

    Le danze religiose comprendono tutte le esibizioni nei riti sciamanici (gut). Le danze secolari comprendono sia danze di gruppo che esibizioni individuali.

    La coreografia tradizionale delle danze di corte si riflette in molte produzioni contemporanee.

    più antichi dipinti trovati sulla Penisola coreana sono petroglifi di tempi preistorici. Con l'arrivo del buddhismo dalla Cina, furono introdotte tecniche diverse. Queste tecniche si affermarono rapidamente come quelle tradizionali, ma le tecniche indigene sopravvissero ancora.

    Vi è una tendenza verso il naturalismo con soggetti quali paesaggi realistici, fiori e uccelli che sono particolarmente popolari. L'inchiostro è il più comune materiale utilizzato, ed è dipinto su carta di gelso o seta.

    Nel XVIII secolo le tecniche indigene erano avanzate, particolarmente nella calligrafia e nell'incisione dei sigilli.

    Nella Corea del Nord le arti sono influenzate sia dalla tradizione che dal realismo. Ad esempio, il quasi fotografico Ora di pausa alla ferriera di Han mostra uomini muscolosi gocciolanti di sudore e che bevono acqua da coppe di latta in una soffocante fonderia. Il Picco Chonnyo del Monte Kumgang di Seon è un classico paesaggio coreano di imponenti scogliere avvolte dalle nebbie (fonte: The New York Times,[5]). Le sorelle Duk Soon Fwhang e Chung Soon Fwang O'Dwyer, che fuggirono negli Stati Uniti alla fine degli anni 1950, evitano affermazioni apertamente politiche, e rendono soggetti della natura apparentemente benevoli - fiori, uccelli, campi, insetti, montagne - come zone di conflitto tempestose ed emotivamente cariche.

    Artigianato [modifica]

    Cassettiera in lacca con intagli di madreperla, nel Museo nazionale di Corea a Seoul.Vi è una serie unica di oggetti di artigianato prodotti in Corea. La maggior parte di essi sono creati per un particolare uso quotidiano, dando spesso priorità all'aspetto pratico piuttosto che a quello estetico. Tradizionalmente, metallo, legno, tessuto, lacca e terracotta erano i principali materiali utilizzati, ma in seguito sono stati impiegati sporadicamente anche vetro, cuoio o carta.

    Gli antichi lavori artigianali, come le terracotte rosse e nere, condividono somiglianze con le terracotte delle culture cinesi lungo il Fiume Giallo. I resti ritrovati dell'Età del bronzo, tuttavia, sono più caratteristici ed elaborati.

    Sono stati portati alla luce molti sofisticati e raffinati oggetti di artigianato, comprese corone dorate, terrecotte mode

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.