Tesina per esame di maturità!?

La mia tesina riguarda il concetto di "classico", non intendendo i classici latini e greci, ma i classici di qualsiasi epoca. Quei libri che lasciano qualcosa di importante, a cui non puoi rimanere indifferente.. Conoscete qualche libro, intervista, ecc. che possa aiutarmi per la tesina??Grazie :)

Aggiornamento:

Mi spiego meglio. Devo parlare proprio della parola "classico" e di come viene intesa. Parto con la spiegazione del termine, proseguo con delle considerazioni di Calvino in "Perchè leggere i classici". Poi aggiungo altre considerazioni mie.

2 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Mmmm è un po' vago come argomento! Vorresti qualcosa attinente alla letteratura? Perchè potresti parlare dei grandi poeti che sono diventati classic e che in qualche modo si rifanno all'anichità: Leopardi è un romantico-classicista (vedi "La ginestra" che parla dell'uomo nella storia e fa riferimenti alla Roma antica e al Vesuvio)

    Il Romanticismo in generale come opposizione ai generi classici, ma recupero della tradizione ( vedi l'articolo sulla "Biblioteca Italiana " di Madame de Stael)

    Manzoni e il suo modo di fare tragedie in relazione alle regole imposte da Aristotele nella sua "Poetica" ("Adelchi" e "Il Conte di Carmagnola")

    Il Decadentismo di Verlaine come rivoluzione rispetto ai classici "Arte Poetica")

    Questo per italiano

    Potresti se no prendere in considerazione la musica! Sia quella classica vera e propria, che quella contemporanea che è diventata un classico (Beatles, Rolling Stones, Miles Davis, Pink Floyd...........)

    Se hai bisogno di altro non esitare a chiedermi

    Fonte/i: Me stessa
  • 1 decennio fa

    Mmmm è un po' vago come argomento! Vorresti qualcosa attinente alla letteratura? Perchè potresti parlare dei grandi poeti che sono diventati classic e che in qualche modo si rifanno all'anichità: Leopardi è un romantico-classicista (vedi "La ginestra" che parla dell'uomo nella storia e fa riferimenti alla Roma antica e al Vesuvio)

    Il Romanticismo in generale come opposizione ai generi classici, ma recupero della tradizione ( vedi l'articolo sulla "Biblioteca Italiana " di Madame de Stael)

    Manzoni e il suo modo di fare tragedie in relazione alle regole imposte da Aristotele nella sua "Poetica" ("Adelchi" e "Il Conte di Carmagnola")

    Il Decadentismo di Verlaine come rivoluzione rispetto ai classici "Arte Poetica")

    Questo per italiano

    Potresti se no prendere in considerazione la musica! Sia quella classica vera e propria, che quella contemporanea che è diventata un classico (Beatles, Rolling Stones, Miles Davis, Pink Floyd...........)

    Se hai bisogno di altro non esitare a chiederm

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.