vecchi tubi plastica verde per riscaldamento?

ristrutturando l'impianto di riscaldamento ho trovato che è stato realizzato (oltre venti anni fa) con dei tubi verdi di plastica. Vorrei sostituirlo con dei tubi in rame. come posso fare le giunzioni ?

2 risposte

Classificazione
  • Mach
    Lv 4
    10 anni fa
    Migliore risposta

    I tubi verdi di cui parli sono fusiotherm della aquatherm. Non ha nessuna importanza se sono vecchi: se erano sotto traccia e quindi protetti dai raggi del sole non cristallizzano e sono ETERNI !. Oltre a questo la loro sezione è sempre libera per tutta la loro esistenza da incrostazioni di ruggine che sono solitamente presenti nei tubi zincati. Se non ti basta sono un prodotto con un alto valore ecologico in quanto sono di un monocomponente totalmente riciclabile e se protetti dal sole sono di durata pressochè infinita. Non rilasciano residui nell'acqua e oltre a tutto questo, come se non bastasse sono il sistema di tubazioni per la casa più economico che esista.

    Il rame, è stato il primo prodotto a sostituire il ferro nelle tubazioni casalinghe. Pur essendo un prodotto utilizzato da molti anni, è innegabile che è (quando più, quando meno) soggetto alla corrosione delle correnti galvaniche e rilascia le molecole dell'ossidazione nell'acqua che giunge al rubinetto. Ultimamente le fusioni di rame sono state raffinate e questo fenomeno si è ridotto, migliorando notevolmente l'idoneità alle acque alimentari, tanto è vero che le tubazioni di rame sono comunque certificate per lo scopo che richiedi e sono state parte fondamentale degli impianti idraulici della maggior parte delle case costruite negli ultimi decenni.

    Per quanto riguarda la lavorazione del fusiotherm occorre un attrezzatura specifica ed una minima cognizione di base sulla sua lavorazione che sono a disposizione degli idraulici. Se vuoi passare comunque al rame (immagino per fare i lavori in "fai-da-te") ti occorrerà un idraulico almeno per fare una saldatura sul tubo dell'acqua fredda ed uno sul tubo dell'acqua calda: dovrai cioè provvedere al taglio del tubo nel punto più comodo e farti saldare un raccordo filettato (di solito femmina e da 1/2 pollice). Da lì poi partirai con il rame. C'è anche un altro sistema ovvero un raccordo a stringere, ma visto che l'impianto dovrà poi essere messo sotto traccia, io te lo sconsiglio vivamente, specie se dove vivi, al piano di sotto hai l'abitazione di un vicino di casa.

    Esistono anche altri sistemi come il tubo multistrato che ha dalla sua il vantaggio della velocità di esecuzione nei lavori, ma quello che risparmi nel tempo lo spendi nell'acquisto del tubo e dei raccordi (occorre anche un attrezzatura specifica detta "pressatrice", anche se ultimamente sono usciti dei raccordi da stringere con pappagalli e chiavi inglesi). Poi c'è il tubo in polietilene reticolato, ma quest'ultimo è difficile da maneggiare (anzi direi da..."domare") ed anche in questo caso occorre un attrezzatura specifica. Per finire c'è il tubo di polibutilene: con questo tubo a momenti saprebbe farti un bagno anche un bambino di 6 anni. In questo caso l'unica cosa che ti serve è un metro ed una forbice per tubi. Nessuna chiave inglese, nessun pappagallo....si stringe tutto a mano. Ma se mi posso permettere...gli altri facciano ciò che vogliono, ma io non farei mai un impianto con questo tipo di raccordi sapendo che verrà messo sotto traccia.

    Concludo perchè mi sono dilungato fin troppo (credo che questa sia la seconda risposta più lunga che abbia mai dato)... per quanto mi riguarda ti consiglio di fare il possibile per utilizzare il fusiotherm, anche se mi rendo conto che dovrai rivolgerti necessariamente ad un idraulico. Se non puoi/non vuoi le indicazioni per fare il passaggio al rame te le ho date nella prima parte della mia risposta.

    -------------------------------------------------------------------------------

    Mi era sfuggito un particolare, ovvero non avevo letto che si trattava di tubi per il riscaldamento perciò faccio questa importante aggiunta.

    Il tubo fusiotherm non è idoneo per il riscaldamento, a meno che non lo utilizzi con temperature basse o medie. Mettiamo caso che tu metti la caldaia al massimo per il riscaldamento (la temperatura massima delle caldaie domestiche di solito è di 85 gradi) e lo fai per un lungo periodo: in tal caso il tubo si può deformare e cedere. La temperatura massima applicabile infatti, come da scheda prodotto è più bassa. Qui da noi, in un capannone, avevano fatto un impianto di riscaldamento completamente in fusiotherm, ma ne erano consapevoli e regolavano la temperatura della caldaia di conseguenza (erano concessionari quindi puoi immaginare perchè lo hanno fatto e quanto gli è costato).

    Se sei certo che si tratti di tubo del riscaldamento allora devi sostituirlo per forza e non solo: la peggior notizia è che se ti è possibile sarebbe meglio sostituirlo in tutta la casa.

  • 10 anni fa

    è complicato.. kiama qualkuno piu esperto fidati

    Fonte/i: 10 puntazzi
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.