Papino il Breve - vs - la Costituzione Italiana: chi vincerà?

Oggi la pagina "Informare per resistere" (235.000 fan) ha pubblicato il link al seguente articolo:

http://www.cloroalclero.com/?p=4415

C'è il simbolo della nostra Repubblica, con sopra la scritta "deceduta".

Io ho varie domande in merito, mi limiterò a farvene poche.

1 ■ "Governare con questa Costituzione è un inferno", ha detto il Premier. La domanda è: Si riferiva a qualche articolo in particolare (citate quale), oppure è la presenza stessa della Costituzione che lui ritiene un intralcio?

2 ■ In merito alla cosiddetta "legge bavaglio", perché tutto il mondo tranne l'Italia si rende conto che questa legge è degna di un regime? La prima pagina del quotidiano "Repubblica" ieri ha fatto scalpore in tutto il mondo, tranne che in Italia, chissà perché.

3 ■ Secondo voi, se tutti gli Italiani oggi aprissero il giornale e leggessero un qualsiasi articolo sulla legge bavaglio, con tutti i cambiamenti da essa apportati, prendendo dunque coscienza di cosa si sta parlando... Secondo voi sarebbero contenti o si indignerebbero? La verità è che la massa vota il Premier senza sapere di cosa sta parlando, oppure lo ama davvero per le sue leggi e i suoi valori?

Aggiornamento:

@ kon ki llay : Quella sui cani è una pubblicità. Io non mi occupo di pubblicità, chiedilo a chi l'ha fatta.

13 risposte

Classificazione
  • 10 anni fa
    Migliore risposta

    Prima di essere Presidente del Consiglio, la persona in questione è stata abituata da sempre a comandare per ottenere, blandendo o rimuovendo qualunque cosa o persona che non rientri nel suo modo di operare.

    E' chiaro che la Costituzione sia per lui un inutile intralcio, che gli impedisce di essere buono e generoso con gli Italiani, che ama più dei suoi soldi!

    Se dipendesse da lui, la Costituzione del nostro Paese potrebbe limitarsi a poche parole: "per fortuna che c'è Silvio", come cantano i suoi fans.

    E' proprio questo che gli Italiani hanno invocato da decine di anni: un Dittatore che dolce dolce glielo metta dietro azzerando la loro cultura e la loro coscienza. Lasciando loro, però, il tempo e la possibilità di "far soldi", proprio come lui.

    E' una tragedia nazionale dalla quale costerà molto riprendersi, appena lui verrà chiamato a fare il Consulente del Padreterno.

    A meno che ... gli Italiani non si sveglino dal loro torpore e, con tutti i mezzi che la democrazia mette a disposizione, inclusa la critica costruttiva negli "spazi sociali" come internet ed Answer, non gli si contrappongano per obbligarlo ad andarsene, lui e tutti i suoi accoliti.

  • Anonimo
    10 anni fa

    1.nn è stato specifico...penso si riferisse alla costituzione in generale,ma secondo me dice queste cose per "testare il suo potere",a lui piace oltraggiare costituzione,magistratura,opposizione e farla franca perchè è sedotto dal suo potere conferitogli dall' ingoranza italiana.

    2.gli italiani sono la maggior parte ignoranti di politica o quantomeno se ne fregano giustificando il tutto con "sono tutti ladri,chiunque governi fa i propri interessi"e gli italiani se ne fregano della "repubblica",perchè,secondo i berlusconiani è un giornale di partito e la pagina bianca nn lo vedono come un "segnale forte",nn capiscono che la prima pagina è il cuore di un quotidiano,ma lo vedono solo come una patetica ribellione di un giornale di partito.all' estero,dove sono più politicamente preparati,invece,hanno recepito il messaggio.

    3.si,molto probabilmente prenderebbe coscienza.,ma se ne fregherebbe perchè "nn lo tocca",agli italiani diciamolo nn interessa niente di legalità e di moralità,agli italiani piace solo avere la pancia e le tasche piene,e vota berlusconi perchè lui e le sue tv ci promettono mari e monti.

    Fonte/i: ps.riguardo la tua precedente domanda....davvero nn riesco a capire cosa c'enti i cani con l'impotenza maschile,mi spieghi per favore?
  • 10 anni fa

    Hai detto una cosa esatta, nel dire che una massa di italiani vota il premier senza sapere per cosa lo sta votando.

    Detto questo però io credo, e lo spero vivamente, che i giovani di questo scalcinato paese abbiamo il coraggio e la forza di rialzare la testa, di far sentire la loro voce finché esiste ancora l' aria per farlo; perché è giusto sapere che qui sopratutto è in gioco il loro futuro.

  • 10 anni fa

    1- è molto probabile che si riferisse alla costituzione in toto che a un particolare articolo; del resto, perché cambiare qualche cosa quando pensa di poter abolire tutto?

    2- il fatto che molti non si rendano conto è direttamente proporzionale al fatto che molti sono così infarciti di cinismo e scetticismo da pensare che tutto ci che avviene "ai piani alti" non li riguardi neanche un po'...poveri

    3- la maggior parte delle volte che chiedo ad un votante di berlusconi perché lo vota, la risposta che ottengo è del tipo "perché almeno lui qualcosa lo fa", tralasciando che questo "qualcosa" è il sottrarci quotidianamente la libertà da sotto i piedi

    ...ma prima o poi un bel ruzzolone lo faranno verso la dura realtà dei fatti; le sta facendo TROPPO GROSSE ormai...

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Punto 1: la Costituzione è un inferno perché gli è di intralcio per raggiungere il prima possibile i suoi obiettivi e quelli dei suoi "amici", a cui deve qualche favore.

    Punto 2: il controllo dell'informazione è già stato raggiunto da tempo.

    Punto 3: il problema è che la maggior parte degli italiani vivono beatamente nell'ignoranza, cosa che indubbiamente li preserva dallo spappolarsi il fegato di fronte a questo scempio.

    ---------------------------------

    Posso solo che prostrarmi dinanzi al sommo poeta che mi precede.

  • Anonimo
    10 anni fa

    Vince come sempre chi ha i $

    Fonte/i: RICORDATE GENTE, GUCCINI VIVE DENTRO DI VOI..
  • Anonimo
    10 anni fa

    non è il premier ma il presidente del consiglio,

    1 Tutto è un intralcio per limitare la grandezza di Silvio

    2 Perchè ormai lo scandalo è la norma in italia, un altro paese ha attraversato un periodo simile prima di noi ed è la grecia

    3 Inizio a pensare che agli italiani o perlomeno la gran parte non gliene freghi un beneamato

  • 10 anni fa

    Anche qui la premessa è necessaria: bisogna tener presente che i politici, come i commercianti puntano sulle debolezze degli italiani e sulla loro generale incapacità di bilanciare e valutare criticamente le affermazioni, ma di essere fin troppo sensibili agli "spot". Berlusconi è un ottimo imprenditore un oculato commerciane oltre che una persona molto intelligente ed ha poggiato le fondamenta del suo impero, per oltre quarant'anni, sugli "spot". Ed è lo spot, che condiziona gl'italiani non solo quando vanno a fare la spesa, ma, soprattutto, quando devono valutare la politica. Purtroppo il voto dell'imbecille ignorante equivale al voto del superlativo colto e magari plurilaureato: questa è la democrazia ed è la Costituzione, ma sicuramente non è questo l'aspetto che spaventa il Premier, anzi, è il fulcro del suo lavoro di aperta demagogia. Se chiedi a 10 italiani cosa sia la DEMAGOGIA, nove su dieci non sanno rispondere, di cui solo 3 umilmente rispondono "non lo so". Quindi passiamo alle tue domande:

    1. Generalizzando sulla Costituzione che gl'impedisce di governare questa prevede che ogni cittadino è uguale agli altri dinanzi alla Legge, ma non può valere per il dottor Berlusconi, che deve ricorrere all'escamotage del "legittimo impedimento" per fugare i troppi processi a suo carico

    2. La risposta è nella stessa natura degli italiani, inondati e affogati da spot: solo pochi si rendono conto cosa possa essere un "regime", alcuni perchè non l'hanno mai vissuto, e molti altri che l'hanno vissuto invece affermano "si stava meglio con Mussolini", naturalmente dimenticando o non volendo accettare tutti gli aspetti negativi che questo a comportato, quindi, ben venga. Sempre perchè l'italiano tipico tira acqua al suo mulino, non ha una coscienza collettiva come in tutti quegli altri stati del mondo che "inorridiscono" (molti non inorridiscono, ne puoi stare sicura), dove la forza di una nazione è maggiore laddove i suoi abitanti sono uniti e la bandiera è un vessillo da onorare, e viene onorato. Parliamo degli italiani? non ce n'è uno che conosca l'inno di Mameli a memoria, nè uno che sappia quale dei due colori dell'iride sia quello vicino alla pertica. Non c'è bisogno di altri commenti, i fatti, l'attualità e la storia parlano da soli.

    Non è vero che la legge bavaglio l'ha voluta la sinistra, tengo a precisare ad uno degli answeerini, almeno non così: la limitazione doveva essere applicata sula "divulgazione" e "strumentalizzazione" delle intercettazioni telefoniche e ambientali. Ad esempio quando hanno riportato una frase di Borrelli, allora a capo di Mani Pulite, che recitava "io quello lo sfascio", tagliando la testa e la coda della frase, hanno fatto pensare che si riferisse a Di Pietro, dopo il suo addio al Pool, mentre invece stava parlando dell'alibi di un pentito. E non scordiamo il malinteso su "la roba" di Enzo Tortora, per la quale i giudici napoletani corrotti dalla camorra gli costruirono la detenzione di droga, mentre si riferiva chiaramente ai centrini lavorati da presentare alla trasmissione Portobello, come fu appurato più tardi. Ma gl'italiani hanno presto dimenticato l'ingiustizia di quell'uomo poi stroncato dal cancro in carcere, perchè? semplice: non riguardava alcuno di loro e poi ... anche loro l'avevano giudicato colpevole. Informarsi? troppa fatica, appurare la verità? ancora più fatica: ci pensa lo Stato Papà. Sulle intercettazioni, nessuno ha pensato che bisogna separare l'operato della polizia dalle strumentazioni sia giornalistiche che di potere, ma purtroppo vince il più forte, come dire: piuttosto che guarire la gamba è meglio amputarla, così non scalcia più.

    3. La maggioranza degli italiani apre il giornale sulle pagine dello sport, poi bisogna vedere "quale" giornale. I giornali sono tutt'altro che obiettivi o di cronaca. Se fossero obiettivi e indipendenti non avrebbero tirature, poi dipende dal lettore, con i suoi preconcetti, "come" interpreta la legge bavaglio. Chi crede che la magistratura e tutto l'apparato di conduzione delle indagini sia un'opera efficiente e a bassissimo rischio d'errore, quindi che faccia il suo dovere senza condizionamenti nè strumentalizzazioni, sicuramente s'indigna, e si indigna ancor più dopo le modifiche apportate, che di fatto non hanno cambiato la sostanza della legge; chi invece pensa che Berlusconi sia una vittima dei magistrati, ma soprattutto chi ha avuto una qualche esperienza diretta negativa con la magistratura e che "sarebbe ora di finirla con lo strapotere dei giudici", dà il benvenuto a tale legge.

    Conclusione: siamo come in una scialuppa di salvataggio di 100 persone con 4 remi a disposizione: i remi vanno sicuramente ai più forti e il timone al più convincente, ma ... chi garantisce che l'mbarcazione non vada alla deriva?

    Un saluto,

    Vincent

    Fonte/i: Il buon senso e il difficile intento di vedere la politica fuori dalle parti
  • ?
    Lv 7
    10 anni fa

    Hai detto una cosa esatta, nel dire che una massa di italiani vota il premier senza sapere per cosa lo sta votando.

    Detto questo però io credo, e lo spero vivamente, che i giovani di questo scalcinato paese abbiamo il coraggio e la forza di rialzare la testa, di far sentire la loro voce finché esiste ancora l' aria per farlo; perché è giusto sapere che qui sopratutto è in gioco il loro futuro.

  • Anonimo
    10 anni fa

    1. ahaha vabbeh anche se Berluscni dicesse "buongiorno" te ci vedresti sempre qualcosa di strano

    2. Ma di che ci meravigliamo? chi sta al vertice della Mafia sono proprio i politici (sia di destra che di sinistra) ovvio che tutelino i loro affari criminosi. Ma non si doveva fare un ricorso alla corte della giustizia europea?

    3. Scusate ammetto di essere un pò ignorante in politica, ma la legge non è stata votata sia dalla destra che dalla sinistra? la legge bavaglio l'hanno voluta entrambi o mi sbaglio?

    comunque secondo me la verità è che la massa vota il Premier perché non sa per chi deve votare.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.