Parere su un mio scritto?

Correva in un bosco che sembrava incantato,popolato da figure mitologiche,le sembrava di stare sul carro di Bacco ed Arianna;

Mentre scappava dall’ ignoto,si toccava tutta per controllare se fosse integra.

Era madida di sudore;la lunga camicia da notte bianca era fradicia,le si appiccicava addosso , lasciando intravedere il seno leggermente accentuato,le natiche tonde e sode,le cosce massicce.

Si sentiva leggiadra Virginia per la prima volta,lontana da quel mondo che la opprimeva,lontana dall’ipocrisia delle sue compagne di classe e della sua famiglia imborghesita.

Voleva rimanere per sempre nella foresta,non smettere di scappare dall’ignoto,di correre tra gli alberi altissimi e frondosi;voleva rimanere per sempre col sudore appiccicoso su tutto il suo corpo,per sempre con quella camicia lunga e bianca.

Pareva una ninfa inedita,una creatura mitologica nuova e unica.

Le piaceva stare lì a respirare l’odore del muschio,della terra bagnata dopo una pioggia selvaggia.

Non sarebbe ritornata nella sua realtà per nulla al mondo. Avrebbe rinunciato all’amore della sua famiglia,alla sua istruzione,ai vestiti,ai libri,alla musica.

Ma che importava?Lì si sarebbe nutrita dell’amore della natura,avrebbe ascoltato i suoni della foresta,si sarebbe vestita di stracci e di fiori,avrebbe imparato dalla natura e,magari,avrebbe incontrato anche un affascinate e giovane apollo che l’avrebbe resa donna e che l’avrebbe amata per sempre.

Niente poteva ostacolarla,nessuno poteva mettersi fra lei e i suoi sogni tranne qualcosa:uno strumento odioso e incontenibile che,unito alle urla stridule della donna che l’aveva messa al mondo,si rivelava infallibile : la sveglia.

Il suono rudimentale di quell’oggettino le sconquassò il cervello,attraversando violentemente le sue meningi. Rimbombò con un’acutezza a tratti stonata nella camera della sua mente.

Virginia smise immediatamente di sognare: venne portata in un baleno del mondo degli uomini,nel mondo che tanto le stava stretto e che la stringeva come una morsa pericolosa.

Quel piacere che aveva provato,quella brezza che aveva sentito asciugarle il sudore sulla sua pelle,quell’odore che aveva davvero percepito erano solo un sogno.

Aprì gli occhi,lesse l’ora e si ricordò che oggi sarebbe dovuta andare a scuola.

Era il primo giorno dopo tre mesi pieni di vacanze. L’odore di salsedine,la sabbia appiccicosa e le onde spumose del mare di Fregene erano soltanto un ricordo.

I gelati alla frutta che gustava assieme a Maria sarebbero stati abbandonati pian piano e sostituiti con la cioccolata in tazza,che ugualmente amava.

I vestitini sottili di lino e sangallo freschi e colorati li avrebbe riposti nella parte più nascosta dell’armadio.

I sandali intrecciati di cuoio che tanto le piacevano avrebbe li avrebbe lasciati in favore delle scarpette di tela rosse:le Superga.

L’estate era si era conclusa e con essa anche la spensieratezza vacanziera.

Sua madre la chiamò arrabbiata: era già tardi e Virginia non si era ancora fatta la doccia né si era vestita né aveva fatto colazione.

Perciò con furia la scoprì dalle lenzuola e la precipitò giù dal letto.

(continua...)

Aggiornamento:

di una ragazza. Virginia. Questa è solo una parte del racconto.

Virginia è una ragazza molto diversa dalle altre e la storia inizia nel giorno del suo funerale.

Aggiornamento 2:

Cara Dinda,visto ch hai letto solo l prime 10 righe nn potresti giudicare almeno quelle: se fanno proprio schifo o meno schifo?

Aggiornamento 3:

uh,grazie...stavo già perdendo la mia autostima.

Aggiornamento 4:

Ho 17 anni. Questo novembre 18. Ho ancora il tempo per lavorare sui miei errori?

Aggiornamento 5:

Grazie Dinda per lo sforzo che hai fatto leggendo queste righe.

Cmq si...il mio intento era un pò rifarmi al romanticismo (foresta,individualismo, fuga dalla società...etc) che mi ha influenzato molto studiandolo a scuola.

Anzi,non era neanche il mio scopo. è uscito così e ho notato questa tndenza al romantico.

Non credo però che faccia ricordar i romanzi rosa..o almeno credo.Cmq risptto la tua opinione e grazie per l'incoraggiamento.Vedrò di fare qualcosa in più. Buone vacanze anche a te.

Aggiornamento 6:

Grazie Dinda per lo sforzo che hai fatto leggendo queste righe.

Cmq si...il mio intento era un pò rifarmi al romanticismo (foresta,individualismo, fuga dalla società...etc) che mi ha influenzato molto studiandolo a scuola.

Anzi,non era neanche il mio scopo. è uscito così e ho notato questa tndenza al romantico.

Non credo però che faccia ricordar i romanzi rosa..o almeno credo.Cmq risptto la tua opinione e grazie per l'incoraggiamento.Vedrò di fare qualcosa in più. Buone vacanze anche a te.

11 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Sei riuscita a stupire il lettore medio (me) con un inizio non convenzionale.

    Questa ragazza che corre in un'ambientazione da "dramma pastorale" (con le citazioni di ninfe e satiri - Bacco e Arianna) che poi si rivela essere un sogno, ha attirato la mia curiosità.

    Brava! questo è qualcosa che molti libri non riescono a ottenere, partendo con lunghissimi preamboli e descrizioni inutili: tu invece parti subito dal centro dell'azione.

    C'è da lavorare un po' sulla struttura delle frasi: troppi aggettivi superflui, un difetto comune negli scrittori alle prime armi. Il segreto è raccontare le cose, non descriverle con gli aggettivi. Per esempio: se riesci a far capire che una ragazza è bella senza dire che è bella, allora sei riuscita nel tuo intento!

    In bocca al lupo e buon proseguimento!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Carino! essendo solo un incipit c'è poco da giudicare ma l'inizio promette bene(sulla scorta del fatto che mi hai detto che questo è il giorno del suo funerale!), sebbene sia un motivo classico.

    Eliminerei la prima frase, è un pò pretenziosa per quanto è striminzita. Non riesce a rendere il bosco "incantato" e si dimentica immediatamente. Se vuoi rendere il bosco veramente incantato potresti aggiungere qualche descrizione, qualche similitudine.

    Poi eliminerei anche il riferimento al sogno una volta suonata la sveglia("Quel piacere che aveva provato,quella brezza che aveva sentito asciugarle il sudore sulla sua pelle,quell’odore che aveva davvero percepito erano solo un sogno."). Il momento della sveglia è anche divertente e si capisce che la prima scena era un sogno, non c'è bisogno di sottolinearlo.

    In bocca al lupo per il seguito!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Ho iniziato a leggere le prime righe e di getto sono arrivato alla fine del testo. Piacevole e fantasioso il racconto e la stesura lineare. Non conosco la tua eta', pero' noto in te un delicato modo di raccontare e raccontarti. Continua. Non ti mancheranno certamente le idee e le situazioni per esprimere le tue qualita' narrative.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 3 anni fa

    Se cerchi una cura per l'iperidrosi ti onsiglio questa http://MiracoloPerIperidrosi.latis.info/?13g0

    Gli individui affetti da sudorazione eccessiva tendono a produrre grandi quantità di sudore nelle aree interessate (ad esempio, sudorazione del palmo delle mani), e ad avere indumenti costantemente umidi. Questo può causare imbarazzo nelle attività lavorative e nella vita sociale, anche se la sudorazione eccessiva non è, di per se stessa, causa di cattivo odore.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    io la penso come Dinda, ma non scoraggiarti, nel complesso è un buon lavoro. alcune puntaggiature mi sembrano sbagliate. e poi la frase : "Si sentiva leggiadra Virginia per la prima volta" non mi convince molto. inoltre come ha detto Dinda troppo dolce e " mieloso ". però l' ultima parte si invigorisce un po' e, tolta la parte iniziale, non è male.

    continua così che vai bene. cerca sempre di rileggere e corregere bene.

    in bocca al lupo.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    è molto bello complimenti!!!!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    è carino davvero però sostituirei alcune parole per far scorrere meglio la lettura, cambierei "imborghesita" "appiccicosa" "frondosi" "sconquassare (O_o)" giusto per una lettura più semplice ma i resto mi piace :D

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Secondo me è scritto molto bene, nel senso che è una prosa fluida e personale. Ho comunque preferito la seconda parte, quella dopo la sveglia, perchè le frasi sono più brevi e il ritmo più serrato, che invoglia di più la lettura.

    Brava,però è bella l'idea che hai avuto!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Complimenti per come scrivi. Il racconto mi ha coinvolto mentre lo leggevo e mi ha preso la curiosità di sapere come prosegue..Brava! :)

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    woooooow ma di cs parla esattamente?? xk fino a qui dice solo el sogno..

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.