Anonimo
Anonimo ha chiesto in Computer e InternetComputer - Altro · 1 decennio fa

traduzione urgenteee inglese-italiano ( non dal traduttore di google grz )... 10 punti?

THE BIRTH OF THE MICROPROCESSOR

in 1969 Ted Hoff , an INTEL Corporation engineer , was handed a difficult problem in LSI design : a Japanese calculator company wanted INTEL to produce chips for an extremely complex logic design.

Using his background in high-density memories, Hoff came up with a bold new approach - put a tiny central processing unit ( CPU ) on the chip, store a program of instructions in memory on another , and use a third to move data in and out of the CPU . The resulting crude computer turned out to be too slow for its intended application , and it was rejected ; but the idea was revolutionary , and it has changed the world in significant ways .

the age of electronic computers began in 1946 with ENIAC ( Electronic Numerical Integrator and Computers) , a 30-ton, 140-kW , 18,000 vacuum-tube monster that could add two 12-digit numbers in 200 microseconds .In the 1950s vacuum-tubes were replaced by transistors which , in turn , were replaced by integrated circuits. the first microprocessor chips , a fourth-generation computer component about the size of three letters on this page and costing only a few dollars, just about matched the computing power of ENIAC . its invention may well be the greatest technological developement of our time.

The microprocessor is more than just a new device with applications in such diverse areas as automobile ingnition and pollution control traffic lights , microwave ovens , cash registers entertainment electronics , medical diagnosis , and "smart" instruments .

its computing power , small size and low cost have completely changed our approach to the design of all kinds of machines used in work and play, at come and in businnes , in the factory and in the laboratory.

in particular, it has changed our philosophy of design in electronics ; in stead of creating an elaborate net work of components to solve a data processing problem , we take a cheap , mass-produced "brain" with a flexible "memory" and "tell" it how to solve our problem.

1 risposta

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    LA NASCITA DEL MICROPROCESSORE

    Nel 1969 Ted Hoff, un ingegnere della Intel Corporation, è stato messo di fronte un problema difficile nella progettazione LSI: una società giapponese di mutui a cui serviva l’Intel per produrre alcuni chip per una progetto logico estremamente complesso.

    Usando il suo sistema di memorie ad alta densità, Hoff si avvicinò con un approccio nuovo e coraggioso: mettere una piccola unità centrale di elaborazione (CPU) sul chip, memorizzare un programma di istruzioni in memoria su un altro, e utilizzare un terzo per spostare i dati all’esterno della CPU. Il computer grezzo risultante si è rivelato più lento del previsto nell’utilizzo delle applicazioni, ed è stato respinto, ma l'idea era rivoluzionaria, e ha cambiato il mondo in un modo davvero significativo.

    L'età dei calcolatori elettronici è iniziata nel 1946 con la ENIAC (Electronic Numerical Integrator e computer), uno era di 30 tonnellate, 140 kW, e 18'000 tubi completamente isolati che potrebbero sommare due numeri di 12 cifre in 200 microsecondi. I 1950 tubi sono stati poi sostituiti dai transistor che, a loro volta, sono stati sostituiti da circuiti integrati. i chip del primo microprocessore, un componente del computer di quarta generazione delle dimensioni di tre lettere di questa pagina che costa solo pochi dollari, furono abbinato alla potenza di calcolo della ENIAC. La sua invenzione probabilmente caratterizza il più grande sviluppo tecnologico del nostro tempo.

    Il microprocessore è molto più di un nuovo dispositivo con l’applicazione in settori diversi ad esempio dell’accensione automobilistica e dell'inquinamento ai semafori di controllo, dei forni a microonde, dei registratori di cassa elettronici, della diagnosi medica, e di strumenti "intelligenti".

    Grazie alla sua potenza di calcolo, alle dimensioni ridotte e al basso costo ha completamente cambiato il nostro approccio alla progettazione di tutti i tipi di macchine usate nel lavoro e gioco, nel businnes, nelle fabbriche e nei laboratori.

    In particolare, ha cambiato la filosofia del design nel campo dell'elettronica, invece di creare una complessa rete di componenti per risolvere il problema dell’elaborazione dei dati, ne utilizza di più convenienti, produce in serie il "cervello" con una memoria flessibile e dice: è come risolvere il nostro problema.

    Se vuoi qua ci sono altre info: http://areeweb.polito.it/didattica/polymath/ICT/Ht...

    Spero di esserti stato utile... Ciao!!!!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.