L'Mg 42 e l'Mg 34 hanno lo stesso ciclo di funzionamento?10 pti?

Intendo se hanno lo stesso tipo di chiusura geometrica.

3 risposte

Classificazione
  • abuelo
    Lv 7
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    ho quotato entrambi gli utenti che mi hanno preceduto

    la mg34 è diversa essenzialmente perché deriva dalla MG15, una mitragliatrice eminentemente aeronautica che però fu anche provvista di un calcio e un bipiede per l'uso di fanteria. La chiusura era di tipo solothurn (gli svizzeri hanno usato fino a poco tempo fa una mg con una chiusura praticamente identica, fino almeno agli anni in cui usavano lo stg57), che faceva uso di una testa dell'otturatore con delle scanalature a vite interrotta che si inserivano nelle sedi speculari ricavate in un anello sul prolungamento di canna, e che veniva forzato a ruotare da apposite camme. Si trattava di un sistema molto solido ma molto complesso da costruire. I vantaggi della mg34 erano altri, come il sistema di scatto che le permetteva di sparare in semiauto (e ad esempio ingannare il nemico sulla reale arma che stavano fronteggiando.. ad esempio fingendo di essere un k98!) ma soprattutto il sistema di cambio della canna, che a differenza della mg42 poteva essere sfilata direttamente all'indietro, dopo aver basculato in senso antiorario tutta la culatta, e quindi poteva essere usata negli spazi angusti come sulle torrette dei carri e all'interno di postazioni fisse dotate di feritoie. La MG42 invece aveva il sistema di cambio della canna che agiva in modo diverso, il vivo di culatta uscendo dalla parte destra della copertura antiustione, quindi un sistema meno pratico negli spazi chiusi.

    la mg42 invece faceva (anzi, fa) uso della chiusura a rulli, che io chiamo ancora "vorgrimmler" (nonostante la nota di @smelly sul sistema stecke), perchè in realtà di chiusure a rulli ne esistono di due tipi, una a canna rinculante e una a canna fissa (ad es mp5, HK p9s ecc). Non ritengo il caso mettersi a discutere sulle qualificazioni dei sistemi di chiusura, accetto anche la definizione di Stecke, e spero che lui accetti la mia; in effetti bisognerebbe anche un po' disquisire se il sistema è un ritardo di apertura di tipo metastabile o delayed blowback.. insomma credo siano finezze senza tanta importanza. Questo tipo di chiusura faceva uso di un otturatore diviso in due, portaotturatore (con i rulli in testa, verticali, uno per lato) e internamente l'organo di percussione (spinto dalla stessa molla cinetica/di recupero) fatto a cuneo, in modo che avanzando verso la percussione spingesse all'esterno i rulli nelle apposite sedi ricavate nel prolungamento di canna bloccando in sede l'otturatore.

    in entrambe le armi dunque la canna rinculava per alcuni mm ed in entrambi i casi era presente un rafforzatore di rinculo. Ma gli otturatori erano sensibilmente diversi.

    Come già detto, l'unica pecca della mg34 era.. il suo pregio, cioé il fatto di essere un bene assai durevole e fresato interamente dal pieno... ma troppo costoso per le esigenze di guerra.

    Una curiosità sulle alimentazioni: la mg34 poteva essere alimentata a nastro, o con tamburi della capacità di 50 colpi (contenevano un nastro arrotolato), ma anche con speciali tamburi "doppi", uno per lato, a sella, che in realtà costituivano un organo unico: si trattava di due veri e propri "drum" caricati a molla, che venivano riempiti con una macchinetta apposita mediante cartucce sciolte, e che avevano la curiosa e "teutonica" caratteristica di presentare all'otturatore, alternativamente, una cartuccia da un lato e una dall'altro.. per non sbilanciare l'arma nel tiro. Questo sistema però poteva essere usato solo cambiando il receiver superiore con uno di tipo diverso, e l'arma così configurata non poteva usare i nastri, ma andava cambiato nuovamente il pezzo. Questo tipo di alimentazione era usato ad esempio sulle motociclette dotate di sidecar, come le zundapp k75 e le bmw r75.

    Ricordo un articolo di giornale di una quindicina di anni fa.. nella mia zona, che un tempo era zeppa di partigiani, nel rifare il pavimento di una vecchia casa di paese trovarono, sotto le piastrelle e nascosti nella terra di riempimento, degli involti pesantissimi: contenevano due mg34, una mg42 e ben cinquemila proiettili... il tutto ben ingrassato e pronto all'uso. Qualche ex combattente si era fatto la scorta perchè "non si sa mai"... Peccato che siano finite alla direzione nazionale di artiglieria per la distruzione..

    Invece ricordo un parroco di montagna che ne aveva trovata una in un bunker abbandonato, e la esponeva, ridotta a un blocco unico rugginoso ma pieno di sinistro fascino, in una baita in alta montagna insieme ad elmetti sforacchiati e altre minutaglie. Quell'anno mio fratello mi portò come souvenir dal campo scout una manciata di bossoli 8x57 rugginosi (erano in ferro laccato) che "l'alta pattuglia" aveva trovato dentro i bunker che punteggiavano i valichi alpini sul confine... Fu il mio primo contatto con il mondo delle armi.

    Fonte/i: NB il discorso del doppio drum che prelevava alternativamente una cartuccia da una parte e dall'altra, l'ho appreso tanti anni fa quando montavo e dipingevo i modellini in scala 1:35 della Tamiya...
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Sono entrambe armi a chiusura geometrica a corto rinculo.

    La MG 42 usa la chiusura a rulli ideata dal polacco Edward Stecke, da non confondere con l' altro sistema a rulli, del tedesco Ludwig Vorgrimmler: quest'ultima non è una chiusura stabile ma un ritardo di apertura ed è stata usata su molte armi della Heckler&Koch della famiglia MP 5 e G 3 e altre ancora derivate da esse.

    In questo link si vede bene come funziona l'otturatore della MG 42.

    http://world.guns.ru/machine/mg33-e.htm

    La MG 34 usa un sistema simile ad un otturatore rotante, ma al posto di essere la testa dell'otturatore a ruotare (come solitamente avviene ), quello che ruota è un anello di acciaio interposto tra canna e otturatore stabilendone l'unione, un sistema insolito che necessita di lavorazioni complicate e molto precise, poco adatto ad una produzione di massa in tempo di guerra.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Smelly '44 ti ha risposto benissimo. Sono armi entrambe validissime tutt' ora. Anche se la mg34 è troppo costosa da produrre per armare un esercito. Tra l' altro la mg34 permetteva il colpo singolo tramite un doppio grilletto.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.