Il 4 maggio 2021 il sito di Yahoo Answers chiuderà definitivamente. Yahoo Answers è ora accessibile in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altri siti o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

? ha chiesto in Politica e governoGoverno · 1 decennio fa

NUCLEARE IN ITALIA, vi sembra giusto, sbagliato oppure proprio non vi interessa?

Quali sono le vostre impressioni sulla questione del nucleare:

- E' giusto recuperarlo in Italia dopo che il referendum dell'87 aveva espresso il chiaro dissenso della popolazione in proposito e soprattutto senza interpellare nuovamente quest'ultima?

- Vi sembra che il popolo italiano venga adeguatamente informato della tecnologia che sta per adottare?

- Pensate che investire in questa tecnologia sia la risposta giusta che il nostro paese deve dare alla questione energetica o che invece dovrebbero essere le fonti rinnovabili la strada per il futuro?

- Essendo a conoscenza dei gravi problemi che vedono in italia lo smaltimento dei rifiuti tossici e la gestione degli inceneritori, anche legati alla presenza di organizzazioni di criminalità organizzata, come vivete il problema dello smaltimento delle scorie radioattive, che tali rimangono per un tempo praticamente infinito? (non esiste materiale capace di isolare dalle radiazioni)

- Ritenete che sia un onore oppure no appartenere ad un popolo che ha scelto di non produrre bombe nucleari?

Aggiornamento:

Abbiate pazienza, mi spiegate per favore come può essere evidente il fatto che il nuclerare sia l'unica soluzione.

Si è vero molti paesi utilizzano il nucleare, ma solo circa il 17% dell'energia elettrica mondiale è prodotta da centrali nucleari.

Ma come può una scoria radiattiva essere pericolosa come un'automobile o il bus? E soprattutto la nostra bolletta non si abbasserà mai se scegliamo il nucleare, anche perchè sono tecnologie che necessitano di periodi molto lunghi per essere installate e rese operative, e soprattutto sono molto COSTOSE. Devono essere comprate da un paese che già le possiede non solo gli impianti ma anche il now how cioè le conoscenze

Aggiornamento 2:

Il nucleare non è una scelta per il futuro. Facciamo un bilancio: le scorie prodotte durano 500 000 anni, mi spiegate secondo voi quale organo di controllo quale nazione o quale potenza militare potrebbe impedire che avvenga un disastro, una perdita, un attentato. Oggi si trema solo pensando agli attentati e poi si sceglie una tecnologia che rischia di renderci schiavi della paura. In più le scorie si accumulano e basta non vengono smaltite. E poi l'uranio dove lo andiamo a prendere noi italiani e comunque è una risorsa esauribile. Come la vediamo sotto questo punto di vista

Aggiornamento 3:

TURBOLEN ma chi parla di politica, la domanda è di natura economica, sociale e al limite morale. Comunque da quello che dici si deduce che accetti con fede politica una questione che necessiterebbe di tutt'altra motivazione.

Il fatto è che PER FORTUNA l'Italia non è ancora schiava dell'industria nucleare, è una delle poche cose di cui andare fieri in questo paese. Almeno a mio avviso. Non volevo entrare in discussioni politiche ma sembra che alcune persone non riescano a farne a meno.

16 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Answers non è un forum di discussione e non si dovrebbe inviare più di una domanda, quindi è difficile rispondere ed argomentare su tutte le questioni che poni in questo contesto.

    Cerco di rispondere brevemente a tutte le tue domande:

    - E' giusto recuperarlo in Italia dopo che il referendum dell'87 aveva espresso il chiaro dissenso della popolazione in proposito e soprattutto senza interpellare nuovamente quest'ultima?

    Nell'87 fu un grosso errore indire un referendum su un argomento così delicato e complesso, specialmente per i fatti accaduti a Chernobyl. Purtroppo questo accade quando i governi non sono in grado di guidare il paese. Dopo tutti gli investimenti fatti dallo Stato chiudere le centrali appena realizzate è stato un suicidio economico per l'Italia e ne paghiamo ancora oggi le conseguenze.

    Ad ogni modo i referendum sono abrogativi e si votò per abrogare alcune leggi che di fatto rendevano complicato se non impossibile realizzare delle centrali nucleari. La tua interpretazione non è corretta.

    - Vi sembra che il popolo italiano venga adeguatamente informato della tecnologia che sta per adottare?

    Non mi sembra necessario far diventare tutti ingegneri nucleari per poter costruire una centrale nucleare. Direi che chi è contrario tende a diffondere notizie false ed infondate e non viene sufficientemente spiegato agli italiani perchè è giusto farle.

    - Pensate che investire in questa tecnologia sia la risposta giusta che il nostro paese deve dare alla questione energetica o che invece dovrebbero essere le fonti rinnovabili la strada per il futuro?

    Le fonti rinnovabili sono importanti ma da sole non possono coprire il fabbisogno energetico delle nostre industrie. Si deve investire sia nel nucleare che nelle rinnovabili.

    - Essendo a conoscenza dei gravi problemi che vedono in italia lo smaltimento dei rifiuti tossici e la gestione degli inceneritori, anche legati alla presenza di organizzazioni di criminalità organizzata, come vivete il problema dello smaltimento delle scorie radioattive, che tali rimangono per un tempo praticamente infinito? (non esiste materiale capace di isolare dalle radiazioni)

    Non mi preoccupa più di tanto, in quantità le scorie radioattive sono enormemente inferiori al volume dei rifiuti urbani. Vi sono allo studio sistemi (come il Rubbiatron) per ridurre la radioattività delle scorie producendo allo stesso tempo energia. Per esempio, il piombo è un materiale che ferma le radiazioni.

    - Ritenete che sia un onore oppure no appartenere ad un popolo che ha scelto di non produrre bombe nucleari?

    Cosa c'entrano le bombe? Stiamo parlando di centrali per la produzione di energia elettrica

    -Ma come può una scoria radiattiva essere pericolosa come un'automobile o il bus?

    Mai sentito parlare di calcolo statistico? Quanti morti per incidenti stradali o aerei vi sono stati nella storia e quanti per incidenti a centrali nucleari? Fai 2 conti e poi vedi chi ne ammazza di più.

    Tra l'altro qualcuno ha citato il Vajont, ma quello è un incidente occorso ad una fonte di energia rinnovabile (centrale idroelettrica). Eppure come mai non è stato fatto un referendum per abolire tutte le centrali idroelettriche e come mai chi vive a valle di una diga non protesta?

    E se un terrorista facesse saltare in aria una diga?

    Tu non citi la politica, è vero, ma la discussione sul nucleare, per cui noi siamo qui a parlarne, è di natura politica. Lo fu nell'87 e lo è oggi, si fa leva sulle paure dei cittadini per ottenere consensi elettorali.

  • 1 decennio fa

    Hai ragione quando dici che il nucleare non è l' unica soluzione. E quoto Brother Will Kill Broth per aver ripetuto ancora una volta che le centrali che installeranno in Italia saranno già vecchie,

    Aggiungo un link a riguardo.

    http://it.answers.yahoo.com/question/index;_ylt=Al...

  • Anonimo
    1 decennio fa

    contro.

    tecnologia ormai obsoleta, carburante in via di esarurimento, "anti-ecologico", percoloso per l'ambiente (scorie), troppo costoso da realizzare e in tempi troppo lunghi. basta?

    Calcolate che con il costo di 4 centrali nucleari se ne potrebbero costruire 10 solari........e fanno la stessa energia..........

  • 1 decennio fa

    Le centrali nucleari che stiamo comprando sono di terza generazione,praticamente già obsolete rispetto a quelle di quarta che hanno in USA...ma ci indebiteremo comunque per gli interessi dei soliti igNoti.

    Io sono contro il nucleare,nel modo più categorico.

    Francy,in che modo l'eolico provoca enormi danni ambientali?Ti ricordo che,mentre nel resto del mondo le grandi pale eoliche vengono posizionate a 10 miglia dalla costa,noi che siam più belli ce le abbiamo quasi a ridosso delle spiagge.Naturalmente,tirarle su lì implica meno costi.Ma distrugge il paesaggio.Intendevi questo,un uso non regolamentato di una fonte alternativa efficace?

    La vera risposta è nel solare,nei biocarburanti.Perchè le scorie nucleari siano inermi devono passare centinaia di migliaia di anni,tutti con la paura di una fuga,di un esplosione con conseguenze che già conosciamo.

    Il nucleare vuol dire crimine.

  • Mark
    Lv 7
    1 decennio fa

    A me sembra sciocco pagare l'energia il doppio di un francese ed avere, essendo Torino a meno di 200 km dalla centrale che produce energia con il nucleare, gli stessi rischi o qualcuno in più di un parigino che è ben più lontano.

    Se tutta l'Europa fosse priva di centrali nucleari si potrebbe ragionare di rischi e benefici di una tecnologia che, come tutte, ha gli uni e gli altri.

    Ma noi abbiamo solo i "malefici" dei costi più alti dell'energia ed ugualmente gli stessi rischi degli altri europei che hanno le centrali a pochi km dai nostri confini. Una scelta, non avere il nucleare nostro, semplicemente idiota priva di qualsiasi logica tecnica, economica ed ambientale.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    penso che sia giusto. tanto ormai hanno raggiunto un sufficiente livello di sicurezza

  • 1 decennio fa

    sbagliato...troppi rischi. E i vantaggi, quei pochi che ci sono, si vedrebbero troppo tardi.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Il vero problema è che non bisognava limitarlo nel 1987 !!

    Quel referendum non proibiva completamente la costruzione di nuove centrali, inseriva solo inutili limitazione allo sfruttamento di tale risorsa energetica.

    Considera anche che quel referendum è stato fatto con la "paura" di ciò che successe a Chernobyl nel '86: le centrali nucleari occidentali, già allora, erano molto più avanzate e qui non succederebbe mai un incidente delle stesse proporzioni (la stessa centrale di Chernobyl era in disuso e con una manutenzione scarsa, stava per essere chiusa).

    Considera poi che Paesi come la Svizzera e la Francia hanno le centrali a pochi chilometri dai nostri confini, proibirle in Italia non ci tutela da nessun rischio, ci priva soltanto di un'importante fonte energetica, SICURA con i parametri moderni.

    Le varie alternative (solare, eolico) sono costose e forniscono meno energia del nucleare.

    http://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=201...

  • 1 decennio fa

    sono d'accordo...e il motivo lo spiego proprio qui!

    http://pdconlaelle.blogspot.com/2010/04/avanti-con...

  • 1 decennio fa

    La domanda è del tutto inutile. Essendo tutti noi italiani la risposta, o le risposte, le conosciamo, anche senza porcela. Le risposte al quesito sono infatti più o meno queste:

    SEI FAVOREVOLE AL NUCLEARE IN ITALIA

    Si, basta che stia a 500 km da casa mia 72,8 %

    Si, perchè il petrolio inquina e c'è la marea nera che ha voluto fare Obama 11,7 %

    Si, perchè tanto io finisco due cose qui ed emigro in fretta 8,9 %

    Si, perchè lavoro all'ENEL e ci lavora mia moglie e mio figlio 2,1 %

    Si, perchè sono della Casta e mi pagano bene il favore, 0,1 %

    No, perchè lavoro all'ENI, AGIP e ITALGAS e perdo il posto 4,5 %

    Non so. Che cosa vuole dire Nucleare? 5,4 %

    P.S. Complimenti a Sardinia. Che ha risposto correggendo in modo magistrale la rotta. Ma tanto non serve a niente perchè a noi ci pare quello che ci pare. E basta!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.