Anonimo
Anonimo ha chiesto in Mangiare e bereVegetariani e vegani · 9 anni fa

Biologico è anche sinonimo di equo e solidale?

Oggi stavo per comprare delle banane (alé, non cominciate) anche se in generale preferisco evitarle per la questione dei trasporti ...ma non erano per me. Mia mamma stava per agguantare le Ch******a. Così mi sono diretta verso la parte "bio" del reparto e vedo queste banane di marca "almaverde bio", prodotte in perù. Giro e cerco il marchio fairtrade ma non c'era, così l'ho convinta a prendere l'ananas che era invece equo e solidale (hanno voglia di esotico...poi sono io l'esterofila).

Ora, ripensandoci mi dico che probabilmente se non si usano pesticidi o schifezze, queste non potranno essere spruzzate sulle persone come invece accade per i lavoratori delle multinazionali. D'altra parte però è possibile che i vari operai vengano sfruttati, dato che non ci sono certificazioni serie come quelle del fairtrade ma solo vaghi "vengono rispettati i contadini...", insomma un po' quando leggiamo 1 euro ai bambini del terzo mondo per ogni bigmerd.

Nel caso invece i prodotti bio fossero anche "solidali", questo varrebbe anche per gli alimenti come il tofu et similia (mi riferisco a quelli bio, ogm free)?

Merci

Aggiornamento:

cos'è sta storia? per una volta che faccio una domanda seria non me la pubblicano!

Aggiornamento 2:

lo so ukra, infatti è bene evitare certe cose. ma io del cioccolato proprio non riesco a farne a meno.

però scegliamo il male minore.

4 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Migliore risposta

    "Biologico" ed "equo e solidale" non sono sinonimi. Vi sono tipi di caffè e tè, ad esempio, che sono "equi" ma non bio. Molti prodotti sono bio ma non riportano il marchio del "fair trade". Comunque il ragionamento che fai mi pare giusto. Delle banane biologiche, coltivate senza l'uso di pesticidi, sono senz'altro più "eque" di quelle della famosa multinazionale.Se non altro gli operai non saranno stati irrorati di pesticidi. Quanto al fatto se siano stati pagati decorosamente e non sfruttati chi può dirlo? Esistono in ogni caso banane "eque" e biologiche. Parlando poi di tofu e altri prodotti a base di soia bisogna dire che la soia viene prodotta ormai anche in Italia e in Europa. Per cui teoricamente i lavoratori non dovrebbero essere sfruttati. Poi, purtroppo, anche qui può capitare che si trattino gli esseri umani come si trattano anche gli animali: basta pensare ai fatti di Rosarno. Io, quando posso, scelgo prodotti bio e "solidali" ma non sempre mi è possibile. Lo sfruttamento degli animali e quello degli umani è parte dello stesso meccanismo.

    PS: Complimenti per il bellissimo gatto che hai messo come avatar!

  • 9 anni fa

    allora.....

  • No.

    E neanche Bio è sinonimo di qualità.

    L'equo solidale è ridicolo, soprattutto se proveniente dall'altra parte del mondo.

    Una banana Chiquita viaggia su navi e camion, una banana equo solidale viaggia sullo stesso camion e sulla stessa nave.

    Oppure hanno messo a punto il Teletrasporto a nostra insaputa?

  • 9 anni fa

    No. Quanti problemi stai a porti... I Peruviani sono dall'altro capo del Mondo: se loro vengono spruzzati di insetticidi, si intossicano e vanno al Creatore, a noi Italiani che ce ne importa?

    Se ci dobbiamo porre seriamente tutti 'sti problemi, per tutto cià che mangiamo, è meglio che Dio ci chiami subito a sé!

    Nessuno potrà darti la garanzia assoluta che qualcuno *non* sia stato sfruttato per le banane.

    Ammesso e non concesso che sia possibile produrre le banane, come qualsiasi altra cosa, senza sfruttare.

    Tra le Chiquita le Almaverde, prendi solo quelle più buone, semplicemente.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.