Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scuola ed educazioneScuole primarie e secondarie · 10 anni fa

Tesina sul Giappone?!?

Io in Geografia porto il Giappone.

Ma oltre il Giappone in sé, la religione, il territorio, il clima, l'economia, il settore primario, secondario e terziaro, che altro dovrei dire??

4 risposte

Classificazione
  • 10 anni fa
    Risposta preferita

    Mia sorella ha portato anche il Giappone e ha messo:

    I centri urbani

    Il problema della sovrappopolazione

    Il governo (Monarchia costituzionale)

    L' economia

    La cultura Giapponese (Antica)

    La cultura Giapponese (Oggi)

    La pesca (Sushi)

    La sicurezza sociale.

    I problemi della Balena (loro uccidono le balene anche se é illegale)

    Turismo

    Spero di essere stata d' aiuto

    Fonte/i: La tesina di mia sorella.
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 10 anni fa

    [...] La guerra condotta tra le due potenze del Giappone e degli Stati Uniti si svolse quasi interamente nel Pacifico. Il Giappone si era alleato con le due potenze dell’Asse (Asse Roma - Berlino), Italia e Germania, in quanto uniche con un governo simile al Paese, un governo totalitario (nazismo in Germania e fascismo in Italia) che assomigliava all’Impero giapponese. La guerra nel Pacifico ebbe inizio quando il Giappone, senza dichiarare guerra, attaccò e distrusse quasi metà della flotta statunitense a Pearl Harbur nelle Hawai. Di certo l’Impero temeva più di tutti la potenza che geograficamente si ritrovava più vicino, gli Stati Uniti, che ostacolavano la sua economia.

    Dal 1854, infatti, nel Paese iniziò un rapido processo di industrializzazione, che lo trasformò in breve in una nazione potente, sia economicamente che militarmente. Fu costretto ad aprirsi al commercio internazionale. Ciò lo indusse ad una politica espansionistica nei confronti della Cina e della Russia. Fino a quel periodo, infatti, il Giappone era chiuso alla penetrazione occidentale, cercando di difendere la propria identità culturale. Per questo, fino alla fine dell’Ottocento rimase con una forma di governo di tipo medievale. L’imperatore era considerato una divinità e i guerrieri di professione erano gli samurai.

    Dopo la Seconda Guerra Mondiale, il Paese fu sottoposto all’occupazione statunitense e iniziò un rapido processo di ricostruzione delle città distrutte dalla guerra e di quelle rase al suolo.

    Oggi il Giappone è una Monarchia costituzionale e l’imperatore ha solo una funzione rappresentativa, perché il potere è affidato al Parlamento. È una potenza mondiale, la cui economia è alla base dell’economia del pianeta.

    Nel settore primario, l’agricoltura è di tipo intensivo a causa della scarsità del terreno coltivabile. Si coltivano di conseguenza anche i versanti dei rilievi e il prodotto principale è il riso. Il Giappone è al secondo posto al mondo per la pesca, ma rischia l’eccessivo sfruttamento delle risorse marine. L’allevamento di bovini e suini è in espansione, invece di grande importanza è l’allevamento dei bachi da seta, che pone il Giappone al secondo posto nella produzione della seta.

    Il settore secondario è invece molto sviluppato, anche se a causa delle carenze delle risorse minerarie ed energetiche, si tratta di industrie di trasformazione e le materie prime sono acquistate a caro prezzo dall’estero.

    Conosciamo il Giappone soprattutto dalla produzione di automobili come Toyota, Nissan, Mitsubishi, strumenti ottici come Nikon o la moltitudine di apparecchi elettronici ed elettrotecnici famosissimi in tutto il mondo come Sony, Panasonic. Accanto a tutto ciò si aggiungono il settore chimico, tessile e quello delle ceramiche. Per far fronte alle enormi necessità energetiche, oggi in Giappone sono presenti più di 40 centrali nucleari, anche se si cerca di valorizzare energie pulite alternative.

    Purtroppo il gran numero di fabbriche e industrie è la causa dell’alto tasso dell’inquinamento in tutto il Paese e soprattutto nelle grandi città come Tokio, dove gli abitanti sono costretti a proteggersi dai gas tossici con delle mascherine.

    È importante il settore terziario del Paese: oltre allo sviluppo di servizi, in Giappone hanno sede banche e compagnie di assicurazione. La Borsa di Tokio insieme a quella di New York e Londra, è una delle più importanti al mondo.

    Oggi il Giappone è la seconda potenza economica al mondo e il Paese ha riuscito ha ricostruire le città distrutte dai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale, come anche Tokio che in breve tempo divenne una grande metropoli, con grattacieli, autostrade, moderne metropolitane, strade sopraelevate e sotterranee o tram veloci.

    Lo sgancio delle due bombe alla fine della guerra, il 6 e il 9 agosto del 1945, rimane solo un ricordo ancora fortemente impresso nella memoria del popolo.

    La prima a subire il bombardamento fu Hiroshima. Diversamente da ciò che disse il presidente degli Stati Uniti, Truman, che giustificò la scelta di Hiroshima perché base militare, la città Giapponese non lo era affatto. Era invece, una tranquilla città di medie dimensioni, che proprio per questo non era stata ancora colpita da nessun bombardamento. Fu scelta quindi, perché ancora integra: offriva quindi una possibilità di verificare meglio glie effetti distruttivi della bomba.

    La città venne rasa al suolo: ciò che ne restava, era devastato dagli incendi e da una terribile bufera di vento, causata dallo spostamento d’aria determinato dall’esplosione. Una pioggia fangosa, composta da scorie radioattive che ricadevano sul suolo, e più di 100.000 di morti, e feriti, che moriranno più tardi o saranno vittime di radiazioni.

    Ma la guerra termina definitivamente il 2 settembre, quando il Giappone firma la resa.

    ___________________________________________________________________________________

    Fonte/i: [Beh, questo per quanto riguarda il Giappone che ho portato io per gli esami. A parte gli aspetti fisici, puoi collegare il Giappone benissimo con la Seconda Guerra Mondiale e i bombardamenti che hanno subito le due città di Hiroshima e Nagasaki :) Potresti parlare della fissione nucleare per tecnica, collegandoti alla reazione che avviene all'interno di una bomba atomica. Comunque per rendere l'esame più interessante, potresti parlalare anche dei 'samuraiì giapponesi o anche dei kamikaze (sinceramente non so come si scrive), quelli che si facevano esplodere durante la guerra per la propria patria. In bocca al lupo comunque ;).]
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Ciao, anch'io alla tesina porto il Giappone, ma solo in geografia perché lo ricollego alla seconda guerra mondiale, visto che l'argomento principale della mia tesina è il nazismo. Ecco lo schema che devi seguire:

    - Nozioni generali (la capitale, in che continente si trova, ecc., roba elementare per presentare l'argomento)

    - Ambiente naturale (il clima, il territorio, la vegetazione... puoi accennare anche ai monsoni e fare un breve accenno all'asia in generale)

    - Economia (agricoltura, i vari settori, l'industria...)

    - Società e popolazione

    - La storia (parla delle guerre mondiali, della bomba atomica, degli imperatori, la storia in generale, insomma)

    - Attualità (ovvero la situazione attuale, puoi collegarti alla cina dicendo che attualmente è la prima potenza mondiale)

    Spero di esserti stata utile, ciaooo!!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 10 anni fa

    Gastronomia, turismo, eventi, tradizioni, usi e costumi...

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.