Jimi Stalker ha chiesto in Arte e culturaLibri ed autori · 1 decennio fa

Cosa? ---------> Che ne pensate di questo pezzo?

Quando giunse nella foresta era ora di pranzo, così frugò nello zaino e, mentre camminava, sbocconcellò il pane, accompagnandolo poi con un poco d’acqua. La foresta era silenziosa, eppure Jimi udì un suono alla sua destra: un tintinnio di armi. Si fece subito attento e i suoi occhi si ridussero a fessure. Il tempo sembrava essersi fermato e la sua curiosità aumentava ogni minuto che passava. Deviò a destra e camminò tra gli alberi fino a sentire delle voci concitate.

Cercando di non fare alcun rumore, si nascose dietro un arbusto spinoso e diede una veloce occhiata.

La prima cosa che vide fu un ragazzino steso a terra, che sanguinava, e tre ragazzi incappucciati.

A Jimi venne un tuffo al cuore: il ragazzino ai loro piedi non respirava.

«Meno ce ne sono è meglio è», disse uno dei tre ragazzi.

Gli altri annuirono. «È stato facile».

Jimi sgranò gli occhi, inorridito. Se fosse rimasto nascosto i tre ragazzi lo avrebbero scoperto di sicuro. Doveva fuggire se voleva restare in vita. Fece un passo indietro.

La sensazione che ogni respiro poteva essere l’ultimo era diventata una tortura. In ogni istante la sua vita poteva finire. Arretrò ancora un poco. Il suo corpo era teso e pronto allo scatto.

Ancora un altro passo indietro, posso farcela, si disse.

Accadde in un attimo. Un pugnale sfiorò la sua spalla e si conficcò nell’albero che aveva dietro.

Jimi rimase impietrito. L’avevano scoperto, e per una qualche ragione non riusciva a muovere neanche un muscolo. Muoviti o sei finito, disse a se stesso.

«Non ti hanno detto che non è bene fare la spia?», lo schernì un giovane, scostando dei rami e avvicinandosi a lui. Allungò con lentezza la mano e gli strinse forte il collo.

«Ti prego», supplicò Jimi con le lacrime agli occhi. «Non uccidermi».

Cercò di afferrare la spada, ma invano. Il giovane incappucciato rise di lui e, senza staccargli gli occhi di dosso, alzò il pugnale.

Jimi serrò gli occhi e attese il colpo di grazia, ma invece che dolore avvertì un fruscio, uno spostamento d’aria e delle urla. Il ragazzino aprì gli occhi e rimase sconvolto.

Una freccia attraversava il collo del suo aggressore e gli altri si contorcevano a terra, colpiti dallo stesso fato.

Jimi afferrò i coltelli da lancio e si guardò attorno, preoccupato. Un giovane ragazzo stava frugando negli zaini dei tre partecipanti.

4 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    direi che è scritto piuttosto bene, con un buon ritmo e con un effetto emotivo valido, con il salvataggio all'ultimo momento...

    quello che non mi convince è che non è originale: sembra proprio la tipica storia fantasy trita e ritrita in cui l'eroe viene salvato all'ultimo momento da qualcuno che sarà destinato a diventare il suo alleato in un'epica avventura contro i cattivi di turno.

    se non è così, beh! meglio... occhio però, perché molti lettori potrebbero pensare come me, e abbandonare la lettura senza pensarci due volte.

  • 1 decennio fa

    Bello.. carino :)

  • 1 decennio fa

    e troppo lungo

  • 1 decennio fa

    Da quale libro è tratto???

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.