Qual è ll processo che porta un bambino traumatizzato a diventare un potenziale serial killer?

Perchè queste persone hanno necessariamente bisogno di uccidere?

7 risposte

Classificazione
  • Migliore risposta

    Perchè il bambino traumatizzato non conosce altro modello che quello genitoriale/allevante

    Se il contesto in cui cresce risulta 'deviato' od insano,inevitabilmente l'equilibrio psico-sociale del bambino ne risulterà danneggiato e sfocierà in qualche devianza comportamentale

  • 10 anni fa

    Molti serial killer hanno delle disfunzioni di fondo. Frequentemente sono stati maltrattati da bambini sia fisicamente, sia psichicamente, sia sessualmente anche se ci sono dei casi documentati determinati dall' assenza di abusi di qualunque tipo. Da questo potrebbe derivare una vicina relazione tra gli abusi subiti durante l'infanzia e i loro crimini (quasi come ATTO di difesa)

    Di norma il soggetto non ricorda il trauma subito e solo con psicoterapia potrà essere (se va bene ...) rimossa la causa. La consapevolezza del trauma é la guarigione. Quando sentiamo ,ormai quotidianamente, eventi di questo tipo ci buttiamo a condannare ignorando che abbiamo a che fare con un soggetti ammalati e che hanno bisogno di essere curati(difficile , mi rendo conto, accettare) . E c'é una uleriore complicazione :é spesso impossibile sapere esattamente cosa sia successo durante l'infanzia di ognuno, così alcuni killer possono negare di aver subito abusi, mentre altri possono ingiustamente dichiarare proprio di aver subito abusi; in tal modo sperano di catturare la compassione delle altre persone e dire agli psicologi ciò che desiderano sentirsi dire. Discorso molto, molto complesso !

    Una buona serata

  • 10 anni fa

    è nella loro natura.

    si dice che chi viene trattato male nella sua infanzia tratterà male da adulto oppure resterà traumatizzato, non è così sempre, dipende dalla natura di una persona, se la sua natura è negativa, qualsiasi cosa non lo impedirà che lui diventi un assassino, sempre e comunque. e se la sua natura è buona ma sensibile rimarrà buono e traumatizzato oppure se la sua natura è forte e buona, supererà il trauma e andrà avanti con positività facendo saggezza dalle esperienze negative...... la natura di una persona resta così com'è dalla nascita. chi ha BISOGNO di uccidere invece bisognerebbe essere rinchiuso perché è malato mentale.

  • 10 anni fa

    La maggior parte dei Serial-Killer è composta da sociopatici sadici.

    I sociopatici sono persone affette da un disturbo della personalità molto raro che si chiama ''Disturbo Antisociale di Personalità'',caratterizzato dalla mancanza di una coscienza e dalla totale incapacità di provare empatia per il prossimo.

    I sociopatici sono così a causa di una mix di fattori genetico-ambientali...cioè:

    GENETICI,perchè non tutti i bambini traumatizzati diventano serial-killer o sociopatici,quindi si pensa che già alla nascita i bambini abbiano una predisposizione ad essere più aggressivi,o più calmi etc,che però da sola non basta a far diventare una persona in un modo o nell'altro...

    AMBIENTALI:Nei nostri primi anni di vita le persone che ci circondano ci insegnano cosa è bene e cosa è male.Ma se non ce lo insegnano,se ci abusano o si comportano in maniera crudele davanti a noi,e se noi abbiamo la predisposizione ''sbagliata'',diventiamo sociopatici perchè non sviluppiamo una coscienza.

    I sadici provano piacere nello sfogare la propria frustrazione e la propria rabbia sugli altri,specialmente su chi appartiene ad una categoria che,per un motivo o per un altro,odiano o disprezzano.

    La maggior parte dei sadici possiede però una coscienza,e questo gli impedisce di arrivare a stuprare od uccidere la gente.

    Quando non ce l'hanno,ecco che (può) nascere un serial-killer.

    I serial-killer sadici uccidono le vittime dopo averle torturate od umiliate,perchè li fa sentire Dio.

    Ma il piacere vero non sta nell'uccidere la persona,ma nel farla soffrire,nel saperla completamente in balia dei propri desideri ed indifesa,nell'avere il controllo assoluto sulla vita di un altro essere umano.Il controllo che a queste persone è mancato nell'infanzia e,di solito,anche nel resto della vita.

    La maggior parte di loro comincia torturando gli animali.

    Poi ci sono anche serial killer che magari soffrono di allucinazioni (che credono vere) che magari gli ordinano di uccidere,e ci sono serial killer che sono nati,o che hanno acquisito,a causa di gravi incidenti,danni nelle aree del cervello che governano le emozioni.

    In questi casi non è detto che il serial killer sia stato un bambino maltrattato.

    Cioè,Izzo era un bambino viziato,pensa te...

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • io avevo un amico che ammazzava la gente coi tacchetti, non per colpa dei genitori, ma era nato già con il tallone da killer,

    fortuna che poi ha incontrato mike pollice mozzo e ha messo la testa a posto o.O

  • Anonimo
    10 anni fa

    siamo tutti dei potenziali serial killer.

  • 10 anni fa

    Bravo renato lo dico anche io c'è la droga! oppure si fanno influenzare dai videogiochi che ci sono per la playstation come GTA IV così loro si rendono conto di cosa possono fare e lo fanno

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.