Anonimo
Anonimo ha chiesto in SaluteMalattie e disfunzioniMalattie - Altro · 1 decennio fa

odio il mio GINOCCHIO e la mia ROTULA, che devo fare...?

dopo aver risposto non so quante domande di "ortopedia e dintorni" sono io adesso a chiedere qualcosa.

Sicuramente non ci saranno ortopedici su answer.

il mio problema è: quale operazione scegliere (e di conseguenza quale ortopedico)

allora ho un'instabilità dell'articolazione femoro-rotulea con condropatia secondaria della faccetta laterale della rotula. sono andata da due ortopedici i quali, fortunatamente, mi hanno dato la stessa diagnosi, ma due diverse terapie chirurgiche...e quì sta bene il detto del prof. di statistica (statistica a medicina ?!?!?!) meglio un topo tra due gatti, che un paziente tra due medici.

orto1 = lateral release + riallineamento rotuleo con trasposizione della TTA (osteotomia della tuberosità tibiale anteriore); dalle mie conoscenze in anatomia e ortopedia con il lateral release si ridurrebbe la pressione esterna che esercita la rotula sul condilo femorale, e con il riallineamento si medializzerebbe la rotula e tutto il resto appresso...

orto2=ricostruzione del legamento P.F.M. (che non mi ha detto cosa sia, ma io immagino sia il legamento patello femorale che si dirama dal collaterale e che abbia inserzione nel menisco) dato che questo legamento ormai ha perso tutte le caratteristiche di un legamento (non riesce a trattenere bene la rotula e per questo la suddetta si lateralizza) bisogna ricostruilo prendendo un altro legamento da non oso immaginare dove...

ora la mia domanda è: per quale intervento optare? (la fisioterapia non ha concluso niente, io faccio scherma ma questo problema mi sta impedendo a continuarla, quindi è giunta l'ora di aggiustare questo ginocchio)

l'orto1 ha detto bene, ma non ha valutato il mio dolore al lig. P.F.M.

l'orto2 invece ha considerato solo il lig. P.F.M. e non il tendine rotuleo...

entrambi interventi di lunga e scocciante convalescenza e assolutamente non in artroscopia (che ortopedici simpatici...)

Aggiornamento:

ahahah l'orto2 mi sta proprio antipatico...

eh ma che ne so quale dei 2 è più bravo?!?!!

Aggiornamento 2:

Mr Dave, sei un grande perchè hai risposto correttamente...ho già fatto rieducazione attiva-passiva secondo mc Cannel, ma devo dire che il taping secondo questa tizia australiana che l'ha inventato non è servito a molto contro il dolore (a scherma mi ritrovo sempre uguale, cado un affondo su 3, instabilità e dolore che spesso mi costringe a fermarmi)

e sì "purtroppo" ho scelto medicina, è lunga...ma darà belle soddisfazioni dopo dato che vorrei prendere ortopedia e traumatologia dopo.

ma la ricostruzione del l. P.F.M. è altrettanto efficace quanto la trasposizione della TTA?

3 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Prima di operare sarebbe interessante sapere cosa hai fatto in fisoterapia; solo terapia passiva antalgica? o anche terapia attiva con tentativo di correzione dei fattori predisponenti?

    prima di scegliere l'intervento consiglierei intervento mirato di fisioterapia che di solito consiste nel;

    correzione asse anca-ginocchio-piede a seconda del tuo "malallineamento", di solito comunemente;

    - rinforzo selettivo Medio gluteo se tendenza al valgismo + rot interna anca

    - rinforzo selettivo vasto mediale ( con biofeedback sec McConnel o elettrostimolazione muscolare o in maniera classica ed analitica) ed eventualmente taping rotuleo di rimedializzazione

    - allenamento propriocettivo caviglia e correzione eventuale piattismo (evt anche con plantare)

    naturalmente i malallineamenti sono vari, la terapia va "cucita" su di te

    -extrema ratio dove possibile; rinforzo isocinetico high speed con velocità angolari da 300°/sec fino a 180°/sec

    vale veramente la pena tentare il tape rotuleo, sia il tape McConnel sia l'easytape o il Kinesiotape, se ne hai già sentito parlare, facilissimi da applicare e gran solievo dal dolore

    Hai già fatto tutto questo?

    ancora non ho risposto alla tua domanda ma ho girato intorno alla torta...

    beh soggettivamente io opterei per la ricostruzione del leg PFM, in quanto per (poca in questo caso) esperienza trovo la riabilitazione meno impegnativa che nel caso di una trasposizione della TTA che è inizialmente più invalidante

    PS ma tu studi medicina?

    un salutone

    uhm uhm efficaci uguali?premetto che io sono fisioterapista quindi giudico l'efficacia di un'intervento dall'evoluzione post operatoria, devo però esternare le mie difficoltà alla tua domanda, in quanto in ogni caso l'evoluzione non dipende esclusivamente dalla op ma anche dal tipo di riabilitazione e naturalmente dalla partecipazione del paziente e del suo stato (sportivo,sedentario...) ti racconterô allora di un paio di casi di trasposizione TTA ,per carita' evoluti bene a lungo termine, ma con difficolta' iniziali a riattivare il Quadricipite, cosa che rallenta molto la riabilitazione, in seguito qualche problema di tendinite al rotuleo ed iniziale difficoltà nel lavoro eccentrico Balzi etc, insomma bisogna starci dietro e lavorare... mediamente direi 4-5mesi di riabilitazione necessari problemi inclusi

    Per quanto riguarda il PFM di recente un caso, difficoltà iniziale nelle prime 6 settimane nel recupero della mobilità in F/E ed attivazione del Q (anche se il sospetto è che sia dovuto soprattutto all'estremo stato protettivo della paziente, per altro supersedentaria) poi un rapido e sorprendente miglioramento. Nessun problema di tendinite. in questo caso direi 3mesi di riabilitaz problemi inclusi

    Considerazione finale, lavoro in Svizzera quindi il tipo di intervento non so se è lo stesso e i protocolli riabilitativi pure.

    Quindi non prendere per oro colato le mie parole che si basano sulle recenti esperienze di pochi casi

    Un consiglio, prova a chiedere che cambia a livello riabilitativo e di tempi di recupero al tuo fisioterapista di fiducia

    un saluto e in bocca al lupo!

    ah e se vuoi documentarti

    ''la rotula'' Grelsamer/McConnell MASSON editore

    ISBN 88-214-2546-0 euro 50 circa

  • Anonimo
    6 anni fa

    Un'ottimo elettrostimolatore che ho comprato recentemente su Amazon è il BEURER EM 41. 7,62 cm 1. Adatto per Terapia del dolore (TENS). Stimolazione muscolare (EMS). Relax e massaggio.

    Alcune caratterisithce del prodotto:

    Il Beurer TENS EMS Massager EM 41 ha un totale di 50 programmi (20 TENS / EMS 20/10 di massaggio), tutti con livelli di intensità regolabili individualmente.

    10 dei programmi TENS e 10 dei programmi EMS possono essere regolati individualmente - è possibile modificare / personalizzare la frequenza degli impulsi, durata dell'impulso e la durata del trattamento.

    Io mi sono trovato bene e lo consiglio. Questa la scheda su Amazon: http://amzn.to/1EGiHw8

  • Anonimo
    1 decennio fa

    segui il consiglio del medico più in gamba...

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.