Qualcuno ha detto a Berlusconi che i diari di Mussolini che legge con tanta passione sono falsi?

Aggiornamento:

Allora, rivediamola la storia di questi diari, e mettiamo in archivio qualche link a futura memoria.

Un primo “ritrovamento” risale al 1957 quando Rosa e Amalia Panvini, affermarono di aver trovato i diari di Mussolini (trenta libretti), materiale che fu autenticato anche da Vittorio Mussolini, ma rivelatisi falsi. Ne uscirono altri ma solo con una trasmissione della tv Svizzera (di quelle alla Giacobbo, per intenderci) saltarono fuori questi qui che vennero dichiarati falsi dal Time di Londra che ne rifiutò l’acquisto e da Sothesby’s la famosa casa d’aste che ne certificò l’assoluta inautenticità. Li rifiutò la Feltrinelli, nel 2004 vennero proposti a L’Espresso che fece effettuare l’analisi a due esperti e, appuratone la falsità, rifiutò l’acquisto.

Aggiornamento 2:

Nel 2007 furono comprati da Marcello Dell’Utri che nonostante l’opinione contraria di tutti gli storici e gli esperti in materia grafologica continua non solo a sostenerne l’autenticità ma a commuoversi ogni volta che legge il “pensiero” di quel “bonaccione” del Duce.

Avendoli pagati ben 12 milioni Dell’Utri sa di aver fatto un investimento a lungo termine. Avendo il suo “compagno di merende” le leve del potere e della comunicazione, torna ogni tanto con piccoli colpetti a modificare la Storia.

Aggiornamento 3:

Quelli che legge il caro premier sono questi, prestatigli dall'amico Dell'Utri.

12 risposte

Classificazione
  • Apollo
    Lv 6
    10 anni fa
    Migliore risposta

    Dell'Utri è quello che ha dichiarato che «se eletto farà di tutto per avviare la revisione dei libri di storia»... già questo dice tutto.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    10 anni fa

    - In effetti i diari di mussolini non esistono....ci sono quelli di galeazzo Ciano ma sono incompleti...

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 10 anni fa

    E' proprio perché sono falsi che li legge. A Berlusconi non è mai interessato leggere delle verità. .

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    10 anni fa

    da quando silvio legge?

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    10 anni fa

    Lui li leggerebbe comunque...

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 10 anni fa

    Se si vuole riabilitare a tutti i costi Mussolini non ci sono periti di Sothesby's o svizzeri che possano fare cambiare idea. E' una questione di fede, un po' come per la Sindone.

    Comunque, alla faccia dei "piccoli colpetti"...

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    10 anni fa

    Un pò come l utopia del comunismo.... non esiste!!!

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 10 anni fa

    Non è importante che siano autentici, ciò che conta è di poterli presentare come tali: esclusivamente una questione di immagine

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    10 anni fa

    la passione con cui si legge un falso può comunque essere vera. anche la Divina Commedia è un falso. tu pensi che veramente esistono il Paradiso, il Purgatorio e l' Inferno? se li ha inventati Dio, o Dante, e Dell' Utri li sa dalla fine all' inizio!

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 10 anni fa

    Berlusconi non legge nulla, i suoi fidi gli suggeriscono cosa dire e come dirlo.

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.