genitori ossessivi! Help!!!!!?

ciao raga.. volevo farvi una domanda a proposito del rapporto genitori/figli.

sono figlio unico, e circa 2 anni fa ho avuto un tremendo male, da cui però lentamente ne sto uscendo..

questa cosa ha scombussolato non solo la mia vita, ma anche quella dei miei genitori..

premetto subito che loro sono un bel pò apprensivi e ansiosi di natura.. questa cosa del male li ha fatti andare ancora di più in paranoia..

nonostante il bene infinito che voglio a loro, sono sempre pronti a rinfacciarmi ogni cosa che io faccio.. es. sentimentalmente parlando "come? ancora non hai la ragazza? a 31? come mai? impossibile!" oppure "cavoli! ogni occasione è buona per non stare con la tua famiglia (metto anche i parenti in generale) sei sempre pronto a fuggire! ma cosa ti abbiamo fatto di male? non siamo delinquenti!"

ora, io il prossimo marzo conseguirò finalmente la laurea specialistica, finendo il mio ciclo di studi universitari.. speravo che almeno questo fosse motivo di orgoglio, ma mi sbagliavo, perchè loro mi vorrebbero ancora con loro e mi fanno le classiche paternali del tipo "noi un figlio pensavamo di averlo! se vuoi andartene vai, però questa casa non è un albergo!!" "non sei presente mai alla vita quotidiana della famiglia!! non ti frega nulla dei tuoi genitori!!"

"ti laurei a marzo solo perchè vuoi prolungare la tua lontananza da casa e cercare di fuggire dalla famiglia"...

risultato: mi fanno sentire sempre in colpa per qualunque cosa, anche quando non mi va di uscire con loro per comprare qualcosa in un negozio.. mi mettono il muso e poi scatenano la loro collera dopo qualche ora, rinfacciandomi tutto quello che c'è da rinfacciare..

sinceramente sono stanco,perchè a parte l'università che mi ha dato delle soddisfazioni - anche se non sempre - a livello sentimentale, di amicizia e di lavoro, è una debacle totale..

cosa c'è di male a volersi fare una propria vita lontano da casa e lontano dalla città dei propri genitori'?

cosa c'è di male se a 31 anni, non sono ancora riuscito a trovare la persona giusta perchè quelle a cui mi sono dichiarato non mi vogliono?

cosa c'è di male se mi isolo nella mia stanza spesso, perchè i discorsi dei miei genitori sono solo monotoni e ripetitivi? parlano sempre delle stesse cose e se ne lagnano in continuazione..

sinceramente sono davvero stanco ed esausto..

voi al mio posto come vi comportereste???

4 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Vai ad abitare per conto tuo, riprendi in mano la tua vita. Rischi di diventare un frustrato. La lontanza farà bene anche ai tuoi, devi dimostrare loro che non sei un bambino, è così che ti trattano. Da come scrivi mi sembri una persona riflessiva e matura e che forse non si allontana per non dispiacere i genitori, ma così invecchi e non procedi. Vai via da casa ma magari vai a pranzo o a cena da loro un paio di volte alla settimana, il loro mondo non può ruotare solo intorno a te.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    ciao! mi dispiace per la tua situazione! oltre ai problemi di salute anche questo...comincio col dire che ti auguro davvero che a situazione si risolva, che tu guarisca definitivamente e che le tue relazioni sociali possano migliorare! anche io non vedo l'ora di farmi una vita da un'altra parte! secondo me certe volte è l'unico modo per stare bene!! non significa scappare (come molti pensano), ma semplicemente allontanarsi da un luogo pieno di brutti ricordi e che ti ha sempre dato poche possibilità, per raggiungere un posto che ti sia più congeniale! detto questo, certo che i tuoi genitori sn un tantinello invedenti! non dico tanto x il fatto che cercano di farti venire i sensi di colpa(quella è una tattica molto comune da parte dei genitori, anche se è sbagliata: un figlio deve essere libero di vivere la propria vita come e dove vuole!), ma insomma...le domande sul perchè nn ti fidanzi anche a me darebbero fastidio!!! saranno cavoli tuoi!! tuttavia, per quanto riguarda questo, ti consiglio di sopportare in attesa di cambiar vita e di rispondere cn garbo che non vuoi "accontentarti" di una qualunque, ma vuoi cercare quella giusta, perchè l'amore è una cosa seria. Per quanto riguarda invece i sensi di colpa che cercano di far nascere dentro di te, spiega loro (con educazione, ma con fermezza!!!) che ormai sei grande e che, pur volendo loro molto bene, non puoi passare tutto il tuo tempo con loro, ma hai l'esigenza di vivere la tua vita nel modo e nel luogo appunto che più ti aggrada!!! dì loro che non hanno il diritto di limitarti!!! già hai sofferto tanto per il brutto male che ti è capitato e ora hai il diritto di riprenderti la serenità che il destino ti ha tolto!!!

    ps: cmq secondo me si comportano così per troppo amore nn x cattiveria!! sicuramente sbagliano, x carità! ma si saranno spaventati anche più di te per la tua malattia e gli sarà rimasto il terrore di perderti!! spiega loro che non accadrà!! :-) in bocca al lupo x tutto!! fatti valere! ricorda: la vita è troppo breve per realizzare i sogni degli altri!! ciao

  • 4l3x
    Lv 4
    1 decennio fa

    Beh A me mia mamma ha detto " Non vedo l'ora che te ne vai da casa " lol siamo nella situazione completamente diversa ma cmq tu devi essere come un muro di gomma loro ti parlano non li ascoltare perchè ti fanno stare solo male, per l'università la soddisfazione deve essere tua loro posso essere orgogliosi ma la soddisfazione è tua perchè puoi costrurti una vita. Ti saluto e buona fortuna per la laurea :)

    Fonte/i: (Y)
  • Paolo
    Lv 5
    1 decennio fa

    Bambino mio, se a 31 anni sei ancora a porti queste domande significa che i danni che hanno fatto alla tua autostima sono davvero tanti e complessi.

    Fuggi il prima possibile per il tuo e per il loro bene.

    Impare a tenere le distanze da chi vive instillandoti sensi di colpe e vedrai che trarrai giovamento subito e con il tempo anche loro impareranno ad accettare che ormai sei diventato un ometto.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.