lucas ha chiesto in Casa e giardinoGiardinaggio · 1 decennio fa

eliminare i pidocchi da gelsomini rose photinia?

ciao sapete un rimedio naturale per eliminare pidocchi dalle piante?

mi hanno detto di usare l aglio a spicchi vicino alla base della pianta oppure nebulizzato sulle foglie puo funzionare?

rimedi naturali , chimici ne conosco moltissimi e volevo provare a non usarli

grazie

5 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    In caso di attacchi intensi utilizzo piretro, in caso di attacchi medi a volte non intervengo a volte utilizzo sapone di Marsiglia miscelato con acqua, L' altro giorno l'ho utilizzato sul prezzemolo di una mia vicina (psilla) l' attacco era molto tosto ..un solo intervento è gli animaletti sono scomparsi, me ne era avanzato un mezzo bicchiere l'o' spruzzato sul melograno qualche piccolo fiore era coperto da AFIDI (questi è il nome dei tuoi pidocchi) alla data attuale sia sul prezzemolo (sta mettendo nuove foglioline) che sul melograno problema risolto.

    Prendi del sapone di Marsiglia con un coltello raspi ne asporti un un paio di cucchiai misceli con un paio di bicchieri di acqua e spruzzi domani sera osservi i risultati.

    Solo una riserva strano che tu abbia dei problemi anche sulla Photinia .

    Va benissimo anche l' aglio solo che il metodo è leggermente più laborioso, osserva la presenza di formiche dovresti avere molti nidi nella vicinanze delle piante...e non eccedere nelle irrigazioni. ciao

    Caspiterina...pensavo di aver risposto due giorni fa, alla richiesta del perchè "non eccedere alla irrigazioni"..di Medved!!(poi mi sono dimenticato di premere l'invio....)

    Tento con ritardo di rimediare chiedendo scusa...:

    I migliori allevatori di afidi sono le formiche! il problema è direttamente proporzionale se riesci ad eliminarle riduci la attività degli afidi.

    Le formiche per le loro abitazioni "nidi" necessitano di ambienti umidi, alcuni esempi:

    A) Poni dell'erba avanzi di verde su di un terreno asciutto dopo qualche ora, sotto troverai qualche decina di formiche intente in preparativi, se alzi qualche grossa pietra in posti umidi sotto trovi immancabilmente nidi di formiche.

    B) In periodi caldi trovi i nidi nelle vicinanze di tombini (irrigazione).

    C) Oggi ho sistemato tre irrigatori (del prato ) nei tre luoghi vi erano nidi di formiche.

    D) Una mia carissima amica che da due anni con altri amici coltiva un piccolo orto (un dramma) non irriga quasi mai e effettua irrigazioni nelle ore più calde della giornata.

    Questi orti sono coltivati da molti anni, effettuano quando si ricordano rotazioni delle colture, col risultato che le crittogame e i parassiti fanno da padrone. Impossibile coltivare prezzemolo e carote appena spuntano gli afidi banchettano. Lei ha un prezzemolo in sufficienti condizioni, tutti gli altri suoi vicini hanno aiuole con quattro piantine spelacchiate gialle, quelle che si sono salvate dagli afidi .

    Le motivazioni? avrà irrigato un paio di volte le sue piantine di prezzemolo, i suoi vicini ogni giorno. I suoi vicini hanno invasioni di formiche, nella sua aiuola non ne vedi una.

    Ciao.

    Aggiornamento..

    Le mie sono considerazioni frutto di alcune esperienze, senza alcuna pretesa non sono ne un botanico ne un esperto del settore.

    Leggo mi documento e osservo.

    Come ho già indicato sopra, ho sistemato in modo parziale 'irrigazione di un prato, l'o' tagliato e ho ripristinato il nastro adesivo al melograno all'interno dello spazio verde del prato, il nastro vecchio aveva perso di viscosità, Per due settimane dall'ultimo intervento sostituzione del nastro adesivo, ho osservato che l'attacco degli afidi si era ridimensionato, oggi ho notato un viavai di formiche che arrivavano dal pozzetto delle elettrovalvole, e conseguentemente un nuovo incremento dell'attività dei succhiatori sui nuovi boccioli . Sarà un caso, che però si ripete da molti anni, il nastro blocca le formiche e osservo un certo rallentamento dell'incremento degli afidi, certo questa non è la causa principale ma è comunque un dato di fatto, come ben saprai le formiche spostano i loro amici succhiatori da un germoglio all'altro come capre al pascolo. Un altro melograno in un luogo non frequentemente irrigato subisce meno attacchi da afidi e da formiche.(Con una aggiunta..la mancata irrigazione fa sì che i frutti acquistano un sapore meno aspro e più dolce, e meno mummie.)

    ciao

  • 1 decennio fa

    purtroppo rimedi naturali efficaci non c'è ne sono

    Fonte/i: padre giardiniere
  • Anonimo
    4 anni fa

    Se hai difficoltà a rimanere incinta prova a consultare questa guida http://gravidanzamiracolosa.netint.info/?JorN

    Diventare mamma è un’esperienza davvero eccitante per qualsiasi donna sulla faccia della terra.Per alcune ragazze è facile e immediato, mentre altre hanno difficoltà

  • 1 decennio fa

    io faccio questo di solito.dell'acqua leggermente tiepida (ma proprio leggermente!) in cui è stato fatto bollire dell'aglio. Va vaporizzata sulle foglie infestate dai pidocchi. le volte che ci ho provato con le rose o il basilico mi è riuscito.

    Fonte/i: dei libri
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    il sapone di marsiglia è un ottimo sistema di lotta, economico e facile da reperire...l'importante è ripetere il trattamento ogni tanto dato che gli afidi hanno un ciclo vitale davvero intenso, utilizzando tre sistemi diversi di riproduzione (uova fecondate dal maschio, uova non fecondate ma comunque fertili, larve senza fecondazione già in grado di riprodursi).

    Il rischio maggiore è dato dalle uova perchè sono più difficili da eliminare (vengono deposte nel terreno) ma è una situazione che si crea di solito solo nei climi freddi (tipo nord italia).

    Una soluzione altrettanto valida secondo me (testata più volte) è il macerato di ortica...

    Se fai una ricerca generica su internet trovi la ricetta, è più veloce che spiegartela qui...

    Le ortiche sono di facile reperibilità, più facile vicino a stalle o cascine abbandonate...

    Oltre che combattere efficacemente gli afidi e molti altri parassiti delle piante (aracnidi e anche i vari "bruchi" che si cibano di foglie) è anche un ottimo concime.

    Il vantaggio è che crea una barriera acida sulla pianta, mentre il sapone di marsiglia soffoca gli insetti presenti al momento del trattamento.

    Se ti interessa il sistema dell'aglio è molto efficace come metodo semplicemente piantare aglio sotto le piante che vuoi proteggere, creando anche un effetto preventivo.

    Comunque la lotta biologica in generale è un ottimo sistema contenitivo, riducendo al minimo l'influenza dei fitopatogerni e tenendoli sotto stretto controllo, ma difficilmente riesce a eliminare completamente le malattie.

    Non usare mai il macerato di ortica sui cavoli, sulla frutta e gli ortaggi perchè spesso crea molti più problemi (attira altri patogeni o favorisce l'insorgenza di infezioni).

    complimenti a paolo per l'ottimo consiglio, volevo solo capire se ridurre le irrigazioni aiuta la lotta agli afidi, al di là del problema del dilavamento dei trattamenti, gli afidi non apprezzano assolutamente l'acqua, le piogge intense tendono ad abbattere le popolazioni, qualche bagnatura fogliare potrebbe essere vantaggiosa nella lotta agli afidi, soprattutto adesso che un aumento di umidità sulla foglia non porterebbe nessuna malattia fungina, visto che le spore preferiscono climi temperati piuttosto che il caldo intenso.

    NON E' ASSOLUTAMENTE UNA CRITICA!!!!!!!!!!!

    per quanto mi riguarda: più imparo più mi accorgo di non sapere nulla...

    Grazie Paolo per la delucidazione....purtroppo c'è poco spazio per parlare qui, ma la presenza di formiche non incide sulla riproduzione degli afidi...l'afide segue il suo ciclo vitale favorito dalle condizioni meteo, la formica si ciba della melata prodotta dall'afide e in qualche caso li sposta da una pianta all'altra (cosa che in effetti può estendere l'infestazione ma non aumentarne l'intensità).

    Più che altro è la formica che compare dove ci sono gli afidi, inoltre le formiche dalle colonie spesso fanno diverse decine di metri pur di andare a cibarsi...non è che magari l'acqua incida più sulla vigoria della pianta? quindi sulla sua appetibilità per gli afidi? mi capita spesso di trovare colonie di formiche nei giardini ma magari neanche un afide...

    grazie ancora!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.