Anonimo
Anonimo ha chiesto in Politica e governoPolitica e governo - Altro · 9 anni fa

Vi siete mai chiesti cosa succederebbe se si trovasse davvero una cura per il cancro?

Tutti sappiamo che grazie alla scoperta di vaccini e antibiotici e, in generale, del miglioramento dell'alimentazione e dei servizi igienico-sanitari, il tasso di mortalità della nostra specie è diminuito drasticamente, soprattutto negli ultimi due secoli. La conseguenza di tutto questo, è stato un aumento impressionante della popolazione mondiale, che dal 1900 al 2000 è passata da 1,6 miliardi a 6 miliardi di individui e che oggi tocca i 6,854,562,124 (fonte: World Population Clock). Benché non sia possibile prevedere con esattezza il tasso di incremento annuale della popolazione e quali fattori positivi o negativi andranno ad influire su di esso, una cosa è certa: stiamo continuando ad aumentare e a ritmi sempre più accelerati (non mi soffermo qui sul concetto di crescita esponenziale, ma vi invito a leggere "I nuovi limiti dello sviluppo", di Donella e Dennis Meadows e Jorgen Randers, nonchè "La Terra scoppia" di Giovanni Sartori).

Vi siete mai chiesti, allora, cosa succederebbe se davvero si scoprisse una cura per il cancro? Quali sarebbero i costi sociali, a livello di pensioni, disoccupazione, congestionamento urbano, inquinamento, crisi degli alloggi ecc... se si eliminasse quella che, stando ai dati dell' OMS, è la prima causa di morte al mondo?

Vi è mai venuto il dubbio che qualcuno, nelle alte sfere della politica, dell'economia e della scienza, si sia già posto il problema e in qualche modo stia frenando una ricerca che potrebbe portare ad un collasso su scala planetaria?

Il collasso ci sarà comunque, visto che il concetto di "crescita" (economica e demografica) viene ancora percepito come un fatto positivo, come la panacea di tutti i mali e non come la strada più sicura verso il disastro. Ma se, di punto in bianco, nessuno morisse più di cancro, i nodi verrebbero al pettine tutti in una volta con conseguenze apocalittiche.

A chi conviene allora? E se la cura esistesse già, ma fosse rigorosamente top secret? (ipotesi un pò paranoica, ma forse non del tutto folle).

Fate le vostre considerazioni.

Aggiornamento:

@Campari's obsession: Berlusconi si è GIA' salvato dal cancro... forse lui ha accesso ad informazioni top secret ;-)

Aggiornamento 2:

@Hate: infatti l'ipotesi di complotto non era al centro della mia domanda. Era solo una possibilità tra le tante... Il punto è: quali sarebbero le conseguenze di una scoperta così eclatante?

Aggiornamento 3:

Non credo comunque che gli esperimenti del CERN sull'acceleratore di particelle siano inutili.

Una nuova e rivoluzionaria scoperta in campo fisico potrebbe aprire nuove strade all'umanità, magari anche consentire di viaggiare più velocemente nello spazio e trovare nuove terre una volta esaurita questa.

Certo, non auguro a nessuno, nello spazio, di averci come invasori...

Aggiornamento 4:

@FDD: lo so che ci saranno fame, carestie, guerre, disastri ambientali.... questo l'ho anche scritto nella mia domanda e la scienza seria è concorde su questa previsione (anche se i politici ci invitano alla crescita e all'ottimismo).

La mia domanda riguarda solo i risvolti negativi di una scoperta che tutti ci auguriamo venga fatta. E non dico certo che si debba frenare la scienza.

Ma attenzione a dire: "quando ci saranno i problemi li risolveremo"... è una filosofia quantomai pericolosa, perché, a volte, attendere il manifestarsi del problema vuol dire arrivare in ritardo. E i dati del MIT di Boston ci dicono che siamo già in ritardo...

Aggiornamento 5:

Da alcune risposte che leggo, mi sembra di capire che molti di voi siano convinti che fame e guerre stiano mantenendo l'equilibrio demografico sul pianeta. Niente di più sbagliato. La popolazione continua a crescere in maniera esponenziale, che, in parole povere, significa che ogni anno la popolazione mondiale aumenta (di circa 75 milioni ogni anno = differenza tra nascite e morti) anche se il tasso di natalità è diminuito rispetto al passato.

La scarsa percezione di questo problema, anche da parte di chi ci governa, spiega perché i concetti di crescita e di aumento delle nascite siano ancora percepiti come un fatto desiderabile.

Aggiornamento 6:

@Luigiantonio: per me "imbecille" è chi passa direttamente alle offese verbali, senza neanche aver capito la domanda.

Aggiornamento 7:

@ Hns: sono molti i casi come quello da te citato, ma molti sono anche i ciarlatani. In ogni caso, sembra che l'impero dei chemioterapici abbia troppi interessi in gioco per concedere ad altri di dire la loro... eppure, da un sondaggio fatto dal McGill Cancer Center di Montreal, Canada, risulta che l’81% degli oncologi intervistati, in caso di tumore, non si sottoporrebbero a chemioterapia ... interessante, no?

Aggiornamento 8:

@FDD: hai mai sentito parlare del "club di Roma"? Il MIT di Boston sta conducendo, già dal 1972, una delle più importanti ricerche sul problema della sovrappopolazione e dello sfruttamento delle risorse naturali. Il libro che ho consigliato sopra, "I nuovi limiti dello sviluppo" è la terza pubblicazione di questo team, con previsioni sempre più allarmanti sul futuro dell'umanità (visto che nessuno ha ancora preso provvedimenti seri per prevenire il collasso). La prossima dovrebbe uscire nel 2012.

Il fatto che pochi siano a conoscenza di queste ricerche la dice lunga su quanto il problema della sovrappopolazione sia sottovalutato. I politici non ne parlano perché è un argomento impopolare. Gli scienziati ne parlano, ma nessuno li ascolta...

Aggiornamento 9:

In breve, queste sono le conclusioni a cui sono giunti i ricercatori del MIT:

http://it.wikipedia.org/wiki/Rapporto_sui_limiti_d...

Aggiornamento 10:

@Manuel D.: finalmente una risposta che si discosta da quanto i mezzi di informazione "ufficiali" vogliono farci credere. Anche se mi è difficile credere che i vaccini contro il vaiolo e la polio non abbiano realmente migliorato le cose in occidente, non ho dubbi che oggi come oggi il vaccino sia un prodotto da vendere e basta. Prova ne è il fatto che i figli dei medici sono i meno vaccinati di tutti!

E che dire delle campagne di prevenzione che incoraggiano esami potenzialmente pericolosi come la "mammografia"? E i motlissimi casi di "falso positivo", di sovradiagnosi, di terapie non necessarie?

La prevenzione oggi è praticata in massa, ma io vedo sempre più gente malata...

Aggiornamento 11:

@FDD: non sono affatto studi vecchi! L'aggiornamento che ho citato è del 2004 e il prossimo esce nel 2012. Un politologo stimato come Giovanni Sartori tiene in gran conto i risultati del MIT e li cita nel suo libro "La Terra scoppia" (2004, che non mi sembra proprio il giurassico...).

Comunque, ognuno è libero di scegliersi le sue fonti. Tanto siamo nella m... fino al collo lo stesso.

Aggiornamento 12:

@Manuel D: bellissmi i comandamenti delle Georgia Guidestone, non li conoscevo... li condivido in pieno.

13 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Migliore risposta

    La scoperta dei vaccini, in realtà, ha contribuito poco o nulla alla reale eradicazione delle malattie.

    I grafici a disposizione, consultabili ad esempio nel libro del dott. Eugenio Serravalle "Bambini super-vaccinati" [1] mostrano come l'incidenza e la mortalità di malattie che si credono sconfitte dai vaccini in realtà abbiano la stessa "curva" negativa sia nei Paesi nei quali il vaccino è stato introdotto, sia in quelli nei quali non lo è stato.

    Di contro, gli effetti collaterali e avversi sono stati e sono tuttora molto numerosi.

    Tanto da chiedersi se sia stato effettivamente un lapsus quello di Bill Gates, quando ha affermato che con i vaccini si riuscirà a ridurre la popolazione mondiale [2].

    Un "disegno" forse anche perseguito con le "cure tradizionali" per il cancro (chemioterapia e radioterapia), di per se stesse cancerogene. Al pari degli oncologi che citi, capitasse a me, starei lontano dai chemioterapici.

    Ritengo altresì fondate le affermazioni di chi sostiene che le cure, pur non sempre risolutive, esistano. Per approfondimenti, basta leggere cosa è successo con la sperimentazione del Metodo Di Bella, boicottata in modo che non potesse funzionare [3], o guardare il documentario "Cancro, le cure proibite" [4].

    Forse non sono del tutto campate in aria le preoccupazioni di chi vede nel primo "comandamento" scritto sulle Georgia Guidestone (tieni la popolazione mondiale sotto i 500.000 abitanti) un intento che qualcuno sta realmente cercando di perseguire [5].

    ---

    Grazie Maya.

    Per approfondire il discorso vaccini, ti consiglio questo articolo:

    http://www.newmediaexplorer.org/rinaldo_lampis/200...

    Statistiche sulla reale efficacia dei vaccini le puoi trovare qui:

    http://www.mednat.org/vaccini/Istatvaccino.htm

    E, a proposito delle Georgia Guidestones, se alcuni "comandamenti" possono essere condivisibili, rimane il grosso problema di CHI li mette in pratica.

    Chi ha commissionato il monumento?

    Chi si occuperà di mantenere la popolazione sotto i 500,000 abitanti?

    Con che mezzi?

  • @rosbeth

    Visto che ti sei assunta la GRAVISSIMA RESPONSABILITA' di affermare che con le cura naturali si guarisce dal cancro, creando speranze o illudendo migliaia di utenti yahoo, ora, con la stessa, lapidaria sicurezza, devi RESPONSABILMENTE E CHIARAMENTE dire quali sono queste cure.

  • Anonimo
    9 anni fa

    secondo me questa è una risposta sbagliata ad una domanda che nn ha ragione di esistere con premesse altrettanto se bagliate....sbagliata per vari motivi:

    - perchè non si può crescere indefinitivamente su un pianeta che ha risorse scarse e che ha non sta neanche troppo bene...in più c'è sempre una fase di inizio, espansione, maturazione e declino per ogni paese (c'è sempre stato nella storia e sempre sarà così)...e in più non è detto che con i danni che stiamo creando all'ambiente non nascano nuove malattie (e se non ci sono c'è sempre qualcuno che se le inventa!)

    - se le risorse fossero troppo scarse perchè la popolazione è troppa, i prezzi di conseguenza aumenterebbero...la fascia dei ricchi diminuirebbe....e probabilmente ci sarebbe solo un rischio di carestia o cmq di morte per fame...

    - se cmq si arrivasse ad una cura definitiva per il cancro, qual è la percentuale di morti per cancro? e cmq se si muore si muore alle volte anche per fattori congeniti....non è detto che se non si muore di cancro non si può morire di altre malattie...e cmq si muore di vecchiaia...poi possono subentrare anche dei fattori che possono indurre a pensare che certi sistemi immunitari non sono pronti a subire certe nuove malattie (e quindi ci sarebbero sempre delle morti)

    - non credo che la scienza debba limitarsi...poi a che pro...ci deve essere un limite alla conoscenza? non credo proprio!! se mai ci dovrebbe essere un limite a chi gestisce i brevetti, chi commercializza i prodotti, chi insomma ha il potere politico di agire perchè certe cose non avvengono...ma se le stesse persone che fanno politica non capiscono niente di niente e in più sono al servizio nudo e crudo di multinazionali, che facciamo?

    - questa risposta nella tua domanda è sbagliata perchè si pensa al futuro guardando oggi...ma le mutazioni sono totalmente repentine...e certi fattori non controllabili (come terremoti, tsunami!) come si fanno poi a fare previsioni per così tanto tempo avanti nel futuro se non riusciamo neanche a capire che cosa può fare una pillola come la ru486 in italia? insomma capisco preoccuparsi ma non capisco chi si fascia la testa prima che succeda un disastro...quando ci saranno i problemi li risolveremo...è ovvio che ci siano dei dubbi...ma trai dubbi ci devono essere seminate anche delle certezze...perchè non si può vivere di soli dubbi o di sole certezze

    ciao!!

    Fonte/i: tutte o quasi tutte le scoperte scientifiche hanno anche dei risvolti negativi...le previsioni hanno un'attendibilità da tenere sotto controllo ed un margine di errore non da sottovalutare...cmq il mit pensavo che fosse vicino ad ambienti di lavoro tipici come quelli della tub (la technische universitaet berlin)...molto per l'ingegneria...vabbè sapevo che al mit lavorava anche Chomsky...si cita proprio l'università che ha meno a che fare con una materia così poco scientifica...mah...almeno che si fosse citata la columbia university...mah!! @maya: se sai l'inglese basta questo documento per sfatare l'inghippo..credo che il new scientist sia abbastanza affidabile....non credi? http://www.facebook.com/note.php?note_id=144315278... http://www.pratichesociali.org/?p=3135 http://www.newscientist.com/special/population sono studi vecchi di 500 milioni di anni fa...quelle cose sono paleolitico...giurassico...roba veramente da archeologia....quello che conta sono gli studi di adesso...già che c'eri, perchè non mi citi quelli del 1800! abbiamo più competenze adesso e poi abbiamo anche molti più dati statistici sui trends in tutti i paesi del mondo....è difficile sbagliare.... un politologo si occupa di politica e si deve interessare solo di politica....un demografo studia la demografia...ma uno non può fare lo studio dell'altro.... poi come si fa a capire una cosa che avverrà nel 2050 se nn sappiamo neanche verificare quello che succederà tra 1 anno....quindi sono degli "studi" da prendere per quello che sono: può succedere ma non sappiamo veramente se è vero perchè devono ancora succedere 1923: "L.L. Williams, MP, spinge i britannici a rimanere celibi per tagliare la sovrappopolazione e la disoccupazione..." La popolazione dell'Inghilterra era di appena 35 milioni. Ora è oltre i 61 milioni. I britannici hanno evidentemente capito che il matrimonio non fosse necessario per generare figli. 1924: "Il mondo potrebbe ricorrere al controllo delle nascite, per prevenire guerre causate dalla sovrappopolazione e dai tentativi di conquistare territori per soddisfare le richieste della popolazione..." Non è ancora successo, a meno che i territori presi in Queensland dai residenti di Sydney siano da considerarsi un atto di guerra. 1936: "Le emigrazioni di massa come soluzione al problema degli ebrei in Polonia è richiesto dal Ministro degli Esteri." Il New York Times utilizzava l'espressione "Problema Ebreo". I termini Emigrazione di massa tristemente seguivano 1936: "La popolazione mondiale si sta avvicinando al picco... scienziati affermano che nel 2100 raggiungerà il punto più alto a quota 2.645.500.000" Oggi siamo attorno ai 6,7 miliardi. Questi tizi non ci sono andati nemmeno vicino. 1942: "la Sovrappopolazione in Giappone e negli altri paesi dell'asse [è] un ostacolo alla pace futura permanente" La popolazione del Giappone quando ci fu l'attacco a Pearl Harbor era di 73 milioni. Non hanno iniziato una guerra da quel momento, nonostante la popolazione attuale sia di 128 milioni. 1951: "Gli scienziati hanno fatto inventario di ciò che la scienza ha scritto negli ultimi 100 anni e hanno previsto un tetro futuro per la razza umana nel prossimo secolo. Hanno collegato questa previsione alla sovrappopolazione ..." Forse il problema è che ci sono troppi scienziati 1969: "Un consigliere fidato del Presidente Nixon è stato informato dagli scienziati che... il controllo delle nascita deve essere reso obbligatorio per evitare il caos della sovrappopolazione globale." La popolazione globale è raddoppiata rispetto al 1969. Sembra che abbiamo perso l'occasione di sterilizzare milioni di hippie 1972: "Trentatré scienziati di fama ci hanno avvertito che per evitare una catastrofe ambientale mondiale la Gran Bretagna deve smettere di costruire strade, tassare l'uso dell'energia e delle materie prime e eventualmente dimezzare la popolazione." come la mettiamo? sono tutte affermazioni....che lasciano perplessi...se bisogna credere a un solo studio quella non è scienza....è solo giocare alla settimana enigmistica!! quando hai tempo e hai voglia, frequenta il sito overpopulationisamyth.com
  • 9 anni fa

    No, non credo ad una simile teoria di complotto e cospirazione.

    In passato si è detto anche che le guerre contribuivano a mantenere basso il numero della popolazione mondiale e questo indubbiamente è vero. Ma le cause delle guerre non erano queste. Erano molto più banalmente conflitti e basta senza che nessuno pianificasse una guerra come una sorta di controllo delle nascite (o delle morti, in questo caso).

    Non vi sono interessi occulti dietro il fatto che non c'e' ancora una cura per il cancro. C'e' solo la mancanza di effettivi ritorni economici che giustifichino forti investimenti di ricerca.

    Perchè è solo con la ricerca che lo sconfigge. Ma oggi di ricerca se ne fa poco specialmente in medicina,

    Si spendono miliardi per l'acceleratore (inutile) di particelle del CERN e si spende troppo poco per la nostra salute.

    @Gli esperimenti del CERN cercano di provare alcuni tesi della fisica teorica, non quelle più accreditate.

    Altre teorie vengono di fatto ingorate. In definitiva i soldi vengono investiti solo quando ci sono ritorni economici immediati per cui dal CERN non aspettarti mai che trovino il modo di viaggiare nello spazio più veloci ma secondo me cose molto più terra terra.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 9 anni fa

    ci avevo pensato anch'io, ma a pensarci meglio dubito che l'inventore di una cura del genere rinuncerebbe all'immensa, infinita montagna di soldi che deriverebbe dalla sua divulgazione. penso non esista una mazzetta abbastanza grande per frenare una cosa simile.

  • Anonimo
    9 anni fa

    Il Cancro è una malattia che esiste praticamente da sempre. Solo che prima non se ne era a conoscenza. Cosa è cambiato? Moltissimo, adesso molti cancri sono del tutto curabili, anche senza intervento di esportazione della parte malata. Sul fatto della cospirazione secondo me siamo a livelli di fantapolitica. Ti ricordo che in molti paesi del mondo esiste anche il colera, la lebbra e si muore anche per l'influenza (tra l'altro malattia che uccide anche in occidente). Il cancro è la malattia che colpisce di più in occidente. L'Africa è decimata dall'AIDS, questa davvero con dei grossi problemi di "tracciabilità" storica.

    Il problema del numero di abitanti sul pianeta sta diventando sempre più grande e il rischio di un collasso esiste, ma la soluzione non è sterminare la popolazione con delle malattie, ma semplicemente trovare dei metodi di sopravvivenza non invasivi a livello ambientale. Alcune soluzioni sono già uscite, ma il buon vecchio caro Petrolio persiste, perchè spinto dalle aziende petrolifere, dalle banche e dai politici. L'unico modo per "salvarci" è svincolarci dall'idrocarburo e portare il reciclaggio ad un livello "culturale di massa". Questa è la soluzione di tutti i nostri problemi. L'unico vero problema è come trovare l'energia in modo pulito.

  • 9 anni fa

    L'Aktion T4 aveva già pensato al problema che tu poni. E aveva trovato la sua... soluzione.

    A parte tutto, queste domande sono già state fatto quando si pensava di aver trovato la cura dell'Aids. Eppure le persone continuano a morire. Probabilmente, evolvendo la medicina, ma non paralizzandosi nell'accanimento terapeutico si può arrivare a una buona soluzione.

  • Anonimo
    9 anni fa

    - Berlusconi si salverebbe pure stavolta...

  • Anonimo
    9 anni fa

    una cura per il cancro una per l'aids una per alzheimer una per la depressione (quella vera)

    credo sanno molto di più dui quello che ci danno

    un malato di aids fa guadagnare alle case farmaceutiche (per questo esistono i cocktails, cosi si divido la torta) circa 500 euro al mese di sole medicine. perché dovrebbero trovare il vaccino?

    un operazione per esportare un tumore (solo l'operazione) circa 10mila euro, come farebbero a privarsi di cio'?

    e intanto in africa muoiono anche di sola diarrea

  • 9 anni fa

    io sapevo che la prima causa di morte sono le malattie cardiovascolari

    comunque si in effetti ci sarebbero problemi di sovrappopolazione

    ma diciamo che l'occidente mantiene l'equilibrio mondiale con varie guerre oppure affamando

    alcune parti del pianeta

    io nn so se c'è una cura al cancro pero' mi aspetto almeno dai vari governi che chi è colpito da questa malattia sia libero di decidere come dove e quando farla finita almeno questo ce lo devono

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.