Uno sfogo di tristezza: perché tutti mi danno del malato mente?

sono un ragazzo di 20 anni... e ultimamente ho notato che qualsiasi persona mi da del malato di mente... premetto che ho dei problemi in famiglia... mio padre mi vuole medico a qualsiasi costo e a causa di questo peso sulle spalle da mesi soffro di crisi di ansia (non di panico) e di depressione... tuttavia la... visualizza altro sono un ragazzo di 20 anni... e ultimamente ho notato che qualsiasi persona mi da del malato di mente... premetto che ho dei problemi in famiglia... mio padre mi vuole medico a qualsiasi costo e a causa di questo peso sulle spalle da mesi soffro di crisi di ansia (non di panico) e di depressione... tuttavia la gente dice proprio che sono PAZZO... io sinceramente non credo di essere pazzo... voglio dire... una persona PAZZA... presenta dei deficit anche a livello intellettivo... io sono answeriano doc in chimica... non credo che una persona pazza riesca a bilanciare reazioni chimiche e cose di questo tipo... giusto per fare un esempio banale... eppure le persone mi danno del pazzo perchè ad esempio non parlo di cose semplici come le discoteche, l'amore, le auto, i vestiti... però non è solo questo... è anche il mio modo di fare che suggerisce alle persone che sono pazzo... a volte in un discorso mi vengono in mente dei ragionamenti (voli pindarici) e le persone si spaventano dandomi del pazzo... oppure si mettono a dire che i miei discorsi non hanno senso senza però spiegarmi il perché... a questo punto, davvero, io non so cosa fare per essere accettato dalle persone... e quindi sono mesi che mi sono chiuso in casa non uscendo piu... studio studio e studio di notte... quindi mio padre non mi vede che studio e si incazza un casino dicendo che non passerò mai gli esami ecc... non mi lamento mai della mia depressione... o meglio... ho provato a lamentarmi in passato... ma ieri mi ha detto che, se non la smetto con queste ''cavolate'', la prossima volta che mi lamento mi spacca la faccia... dice che anche se fosse vero che soffro, lo faccio solo perché non ho nulla da fare durante il giorno e se tenessi la testa impegnata a studiare non ce li avrei... ma come faccio a dedicare tutto me stesso allo studio se soffro di depressione e crisi di ansia? non è facile... ve lo assicuro... sono andato da uno psicoterapeuta per guarire... ho speso 540 euro... e non ne sono saltato fuori... cioè sono sempre qui col solito male... e guai a dire a mio padre che non è servito a nulla... dopo 540 euro spesi... la prima cosa che fa se gli dico una roba del genere è menarmi... e sinceramente non ho più voglia di fargli perdere dei soldi... soprattutto perché questa mia situazione li ha molto stressati... questa notte mi sono svegliato con una crisi di ansia... avevo il cuore a mille... ma non ho voluto svegliare nessuno... e quindi mi sono praticato da solo la manovra di vansalva per farla smettere... forse è vero che sono un malato di mente... perché queste cose alle persone normali non capitano... però a questo punto della mia vita io cosa dovrei fare? ormai, il mio essere una persona molto sensibile e profonda mi ha portato a riflettere su cose bruttissime... come il fatto che l'affetto di mio padre è direttamente proporzionale alle ore che studio...e a nient'altro... perché quando non studio mi dice delle cose gravissime... mi da del figlio di p....... mentre l'unico modo per ''sedarlo'' è fargli vedere che studio e che sono convinto a diventare medico... sono dipendente da lui insomma... ma non so più cosa fare... a questo punto inizio a vedere il suicidio come unico modo per farla finita... non sto dicendo: ''ehi ragazzi mi suicido! ditemi di no e non lo faccio...'' nono... il mio è solo un pensiero... non sto dicendo che lo farò... tornando al discorso precedente... mio padre dice sempre che vorrebbe che fossi un ragazzo normale come gli altri... che studia, si diverte, ha la ragazza, tanti amici ecc... ma come faccio ad'essere una persona normale con tutte queste sfighe? lui se mi lamento dice... non lamentarti che hai tutto: una casa, da mangiare, i soldi ecc... non ti manca nulla... e a me viene da pensare: è davvero questo che conta nella vita? una casa e i soldi? se hai questo non ti manca niente davvero? a me mancano un sacco di cose: una ragazza che mi ami... quella non l'avrò mai... degli amici che tengono a me per quello che sono e non perché gli do il passaggio in macchina o perché gli offro il sabato sera e se sto male spariscono per mesi e mesi... mi manca un padre che non tiene a me solo per quanto studio ma per quello che sono e potrei essere... mi manca piangere... non riesco più a piangere da un anno a questa parte... nonostante tutta la tristezza che provo... e l'unico modo con cui il mio malessere esce fuori sono le crisi di ansia... mi manca una vera vita e sono consapevole che ormai non ci sarà più nulla da fare... mi manca svegliarmi la mattina e vedere il cellulare con almeno un messaggio e non con i messaggi della vodafone... penso che se mai dovessi uscire da questa situazione... non sarei una persona più forte e sicuro di se... no... sarei praticamente immortale... dopo tutta la sofferenza che ho provato e sto provando... ma non sono abbastanza forte per uscire da questa situazione... dato che in genere tendo ad arrendermi.
Aggiorna: p.s. mio padre e mia madre, inoltre, non credono al fatto che soffro... e dicono che è solamente una scusa banale per non studiare più e non fare nulla...
Aggiorna 2: mi piacerebbe avere delle risposte serie e non le solite dolci da bacio perugina o della nike... quelle concretamente non aiutano a risolvere il mio problema
12 risposte 12