per esperti di tecnica di motori, leggete qui...solo risposte serie e persone realmente competenti?

Salve, essendo un grande appassionato di tecnica di motori, pensavo in che modo fosse possibile diminuire il fastidioso turbolag che affligge la maggior parte dei motori turbodiesel (multijet per esempio) e turbobenzina molto spinti. La mia idea per risolvere il problema del turbolag è la seguente: i gasi di scarico che escono dai cilindri dopo la combustione, anzichè andare ad attivare la turbina, vanno ad attivare una dinamo che, ruotando, va a ricaricare una batteria. Questa batteria, poi, fornisce l'energia necessaria, e COSTANTE, per attivare un compressore in grado di sovralimentare il motore sempre con la stessa intensità anche ad un basso numero di giri. Il vantaggio di tale sistema sta nel fatto che, quando l'energia cinetica dei gas non è sufficiente ad attivare efficacemente la turbina, o la dinamo, il compressore viene messo in moto grazie alla riserva di energia contenuta nella batteria, garantendo così una pressione di sovralimentazione costante a qualsiasi numero di giri del motore; quando i gas invece escono con violenza, questi mettono in moto la dinamo che va a ricaricare la batteria. In poche parole, il compressore che va a sovralimentare il motore non viene messo in moto dai gas di scarico, ora più forti, ora più deboli, bensì viene azionato grazie all'energia COSTANTE erogata da una batteria che si ricarica grazie ad una dinamo messa in moto dai gas di scarico. Il compressore viene, quindi, sempre azionato con la stessa intensità, annullando il turbolag dovuto all'inerzia delle giranti di una normale turbina.

Attendo pareri.

Grazie mille, e naturalmente 10 punti al migliore.

5 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    a mio parere verrebbe troppo complicato e già complicato cosi con tutti sensori e centraline..

    avresti poi doppie batterie e doppi alternatori e aumento del peso e spazio (su certi modelli x cambiare una lampadina smonti mezza macchina) ( ndr)

    in pratica tu proponi una versione di turbina volumetrica elettrica

    bisogna poi vedere se in pratica viaggiando in città quindi i gas di scarico non spingono molto la batteria regge la richiesta del motore elettrico del compressore o muore troppo presto visto che secondo quello che dici in questo caso la dinamo non carica

  • 1 decennio fa

    @Polt: mi dici dove l'hai letta quella cosa sul "kompressor"? A me risulta che sia semplicemente la denominazione adottata dalla mercedes per le sue motorizzazioni benzina sovralimentate con compressore volumetrico.

  • 1 decennio fa

    mah...i motori turbodiesel attuali adottano turbocompressori a geometria variabile, che eliminano il turbolag...basta vedere a quanti giri e' presente la coppia massima... sui motori benzina oramai non esiste piu' il turbolag.. anche su questi la coppia massima e' gia' presente a bassi regimi...

    Poi se invece del turbocompressore si usa un compressore volumetrico o centrifugo, il problema del turbolag non esiste...

    Credo che se un sistema simile a quello che dici fosse realizzabile, lo avrebbero gia' fatto...

    Fonte/i: personali
  • 1 decennio fa

    idea simpatica ma irrealizzabile. L'energia dei gas di scarico non sarà MAI sufficiente a generare una corrente tale da fornire l'energia richiesta. E non è un semplice problema di rendimento, c'è un principio della termodinamica che nega in ogni caso questa possibilità.

    Una volta (per esempio negli anni '30 e '40) si usavano dei compressori che prendevano direttamente il moto dal motore tramite cinghie e pulegge, ma in questo caso si ha un forte consumo di potenza. Il turbocompressore evita ciò sfruttando l'energia residua dei gas di scarico... ma non possiamo aspettarci miracoli!!!

    Tra l'altro il ritardo è dato dal fatto che, data la forma del compressore, al di sotto di un certo numero di giri, il rendimento è praticamente nullo.

    Un sistema per risolvere questo problema è l'utilizzo di una turbina a lobi (tipo ROOTS) che però prende direttamente l'energia dal motore.

    La lancia delta S4 utilizzava una turbina a 2 lobi montata sopra la turbina del turbocompressore per ottimizzare il rendimento tra alti e bassi regimi.

    ciao

    Fonte/i: D. Giacosa - Motori endotermici Ventrone - motori a combustione interna
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Polt
    Lv 6
    1 decennio fa

    il problema è stato risolto da almeno 20anni solo che non viene adottato spesso

    1- sistema twinturbo (e non biturbo, non è l astessa cosa) = una turbina a bassa pressione entra in funzione all'azionamento del pedale in modo da facilitare poi l'iserimento della seconda turbina eliminando così il turbolag essendoci gia una turbina in pressione a cui si agiunge la seconda

    2- sistema kompressor (come lo chiamano i crucchi della mercedes) = hai appunto un turbocompressore (quindi un motorino elettrico) collegato con una centralina aggiuntiva al segnale del ga, sappena schiacci comincia a girare aiutando l'abero e facilitando poi l'ingreso della turbina, se presente, l'ffetto è piu o meno lo stesso del twinturbo ma molto piu economico e semplice da calibrare

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.