Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 1 decennio fa

cosa ne pensate?Caso Polanski e laicisti?

La pedofilia in realtà non interessa a nessuno. Men che meno interessano i bambini abusati. Tutto il polverone alzato nei mesi scorsi era unicamente destinato a colpire la Chiesa, utilizzando al posto delle solite crociate o di Giordano Bruno, i piccoli vittime dei pedofili. Ai laicisti non interssano gli abusi nella chiesa anglicana o protestante (ben superiori come numero), neanche quelli che avvengono a centinaia nelle famiglie e nelle scuole (infinitamente superiori come numero). Non interessano neppure i milioni di turisti europei che stanno partendo -come ogni anno dopo la rivoluzione anticlericale e libertina del ’68- per le vacanze sessuali nei paesi del Terzo mondo in cerca di piccoli bimbi per i loro giochini (vedi Corriere della Sera). Anzi, sono in prima linea -oltre ad attaccare la Chiesa- a difedere i pedofili (vedi Ultimissima 11/6/10) e a cercare di legalizzare la pedofilia come atto d’amore (vedi Ultimissima 29/5/10). Solo la Chiesa sta facendo di tutto per cambiare l’andazzo al suo interno ma sopratutto all’esterno. Tutta la premessa fatta è dimostrata dal caso Polanski. Il noto regista è stato arrestato in Svizzera lo scorso dicembre per aver ripetutamente abusato sessualmente di una bambina di 13 anni nel 1977. Ha vissuto gli arresti domiciliari in uno chalet a Gstaad. E’ tornato libero in questi giorni fra lo stupore del mondo e il silenzio dei feroci accusatori dei pochi sacerdoti macchiatisi di pedofila. Swisscom riporta che il Neue Luzerner Zeitung, quotidiano svizzero più importante, titola: “Non tutti sono uguali”. Nell’articolo si dice: se al posto del famoso regista fosse stato fermato un attore sconosciuto, quest’ultimo sarebbe ora davanti a un tribunale americano. L’altro quotidiano, il “Landboten”, si chiede: «che cosa sarebbe successo se invece di Polanski, a finire in prigione fosse stato un religioso cattolico autore di abusi sessuali 33 anni fa?». Il Giornale si chiede: «Perché la giustizia non può essere uguale per tutti, se trattasi di artista o di religioso, secondo le ultime notizie di cronaca?». L’amministrazione Obama è invece profondamente «delusa» dalla decisione della magistratura svizzera e ha annunciato che continuerà comunque a cercare di affidare alla giustizia il regista pedofilo. Questa è l’idiozia dei laicisti: prima trattare il Papa da criminale e poi trattare da Papa un criminale. Tutta l’ipocrisia è riportata in un ottimo articolo del Telegraph di qualche giorno fa.

Post Scriptum: il pensionato zoologo Richard Dawkins (vedi cosa ha detto quando ha lasciato il mondo scientifico dopo anni di battaglia ideologo-ateistica e dopo che il suo miglior alleato, non che maestro, Antony Flew, si è convertito al teismo), gran sacerdote dell’ateismo mondiale, dopo aver annunciato di voler far arrestare il Santo Padre per presunti e aleatori insabbiamenti (o forse per devastante concorrenza e invidia), non ha ancora preso alcuna iniziativa verso l’arresto del pedofilo Polanski. Siamo in attesa di aggiornamenti…

Aggiornamento:

ps. non voglio fare generalizzazione di tutti i laicisti che magari non condannano in toto la chiesa a causa di pochi pedofili,sia chiaro

ha ragione quella che trova interessante parlarne col muro

Aggiornamento 2:

ovviamente sono contro la pena di morte,quindi do ragione a quella che parla col muro solo in parte

Aggiornamento 3:

X il giovane davide: io è la prima volta che faccio questa domanda, un altro utente mi avrà preceduto

7 risposte

Classificazione
  • .
    Lv 6
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    è uno schifoso pòrco, adoro i suoi film, ma resta uno schifosissimo pòrco.

    Tra l'altro, Polanski si è dichiarato colpevole.

    Se poi la Corte americana gli ha dato solo 42 giorni di galera, se poi ha cambiato idea, se poi dopo 32 anni tornano su quest`uomo, forse qualcosa non va. In Polanski di certo ma non solo in lui.

    Ce l`hanno avuto fra le mani e gli hanno fatto il solletichino, praticamente.

    Ti do ragione: la cosa veramente schifosa di tutta questa vicenda, oltre al fatto in sé, è questa aria di buonismo che si respira per il fatto che il reo sia Polansky. Petizioni firmate da gente del calibro di Woody Allen (un altro a cui le ragazzine non dispiacciono affatto) e da altri che si scandalizzano e delirano se viene acciuffato un pedofilo appartenente al, che ne so, KKK o un simpatizzante neo-nazista o un prete grassone e bavoso.

    Purtroppo il vizio di valutare le azioni non in sé ma in base a chi le compie è uno dei mali dei nostri tempi.

    Per me tutta sta gente può pure finire nel death row.

  • 1 decennio fa

    Guarda io amo Polanski come regista, film come L'inquilino del terzo piano, La nona porta, Il pianista, Chinatown, Rosemary's baby, Repulsion e Oliver Twist mi piacciono moltissimo e li rivedo sempre con gran piacere, però quel che è giusto è giusto. Lui avrebbe dovuto essere arrestato come qualsiasi altro cittadino.

    Ma si sa che la legge non è uguale per tutti

  • Anonimo
    1 decennio fa

    E' successa la stessa cosa con Michael Jackson.

  • 1 decennio fa

    Credo tu abbia ragione. Queste osservazioni sono vere ma purtroppo i telegiornali sono i primi a spacciarci le notizie da un punto di vista prefissato (da chi, non so sa, però qualcuno c'è che prefissa questi punti di vista!) e noi veniamo 'imbrigliati' in questi punti di vista senza riuscire più bene a discriminare dove sta la verità.

    Sì, confermo: hai ragione. Diversi trattamenti per diverse persone. Mi sono permessa di fare copia-incolla con il tuo intervento e salvarlo sul mi pc. Devo riflettere.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    per me un pedofilo è sempre un pedofilo e va pertanto condannato (e sono laicista)

  • Anonimo
    1 decennio fa

    http://it.answers.yahoo.com/question/index;_ylt=Ap...

    Genio, lo sai almeno perché non si può processare Polanski?

    Non è già la decima volta che fai questa domanda e ti tiri la zappa sui piedi??

    Vorrei inoltre che tu mi portassi le prove che Dawkins abbia mai difeso Polanski in qualche articolo..

    Ottimo "tu quoque", degno del miglior allorista di regime.

  • povero polanski, lui è un genio e come tutti i geni artisti è ateo e come tutti gli atei, evidentemente, può fare quello che vuole.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.