Il 4 maggio 2021 il sito di Yahoo Answers chiuderà definitivamente. Yahoo Answers è ora accessibile in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altri siti o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Nyx.
Lv 4
Nyx. ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 1 decennio fa

Che differenza c'è tra anima e spirito??????????????????????????????????????

5 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    ANIMA:

    Riferendosi all’anima, gli scrittori biblici usarono il termine ebraico "nèfesh" o quello greco "psychè". Nella Bibbia, questo termine può indicare:

    1) Persone

    “Ai giorni di Noè . . . alcune persone, cioè otto anime, furono salvate attraverso l’acqua”. (1 Pietro 3:20)

    Qui la parola “anime” sta chiaramente per persone: Noè, sua moglie, i tre figli e le loro mogli.

    2) Animali

    “Dio proseguì, dicendo: ‘Brulichino le acque di un brulichio di anime viventi e volino creature volatili sopra la terra sulla faccia della distesa dei cieli’. E Dio proseguì, dicendo: ‘Produca la terra anime viventi secondo le loro specie, animale domestico e animale che si muove e bestia selvaggia della terra secondo la sua specie’. E così si fece”. (Genesi 1:20, 24)

    In questo brano biblico con la stessa parola “anime” si intendono pesci, animali domestici e bestie selvagge. Anche uccelli e altri animali vengono definiti “anime”.

    3) La vita di una persona o di un animale

    A volte la parola “anima” si riferisce alla vita stessa di una persona. Dio disse a Mosè: “Tutti gli uomini che cercavano la tua anima sono morti”. (Esodo 4:19).

    Chiaramente i nemici di Mosè cercavano di ucciderlo, di togliergli la VITA.

    SPIRITO:

    Alcuni pensano che “spirito” sia sinonimo di “anima”. Ma non è così. La Bibbia spiega che le parole “spirito” e “anima” si riferiscono a due cose diverse.

    Parlando dello “spirito” gli scrittori biblici usarono il termine ebraico "rùach" o quello greco "pnèuma". Le Scritture stesse indicano il significato di questi termini. Per esempio, Salmo 104:29 dice: “Se togli il loro spirito [rùach], spirano, e tornano alla loro polvere”. E Giacomo 2:26 osserva che “il corpo senza spirito [pnèuma] è morto”. Quindi in questi versetti “spirito” si riferisce a ciò che dà vita al corpo. Senza spirito, il corpo è morto. Per questo motivo nella Bibbia la parola "rùach" non viene tradotta solo “spirito”, ma anche "forza", o "forza vitale". Per esempio, a proposito del Diluvio, Dio disse: “Sto per portare il diluvio di acque sulla terra per ridurre in rovina ogni carne in cui è attiva la forza [rùach] della vita di sotto i cieli”. (Genesi 6:17; 7:15, 22) Il termine “spirito” si riferisce dunque a una forza invisibile (la scintilla della vita) che permette a tutte le creature di vivere

    L’anima e lo spirito NON sono la stessa cosa.

    Il corpo ha bisogno dello spirito proprio come una radio, per funzionare, ha bisogno dell’energia elettrica. Per fare un esempio pensiamo ad una radio portatile. Quando ci mettiamo le batterie e la accendiamo, la carica elettrica contenuta nelle batterie dà, per così dire, vita alla radio. Ma senza batterie, la radio non funziona. Lo stesso avviene alla radio che viene staccata dalla presa di corrente. Similmente, lo spirito è la forza che dà vita al corpo. Inoltre, come l’elettricità, lo spirito non prova sentimenti e non pensa. È una forza impersonale. Ma senza questo spirito, o forza vitale, il nostro corpo ‘spira, e torna alla polvere’, come disse il salmista.

    Fonte/i: "Dio formava l’uomo dalla polvere del suolo e gli soffiava nelle narici l’alito della vita, e l’uomo divenne un’anima vivente" (Genesi 2:7)
  • Anonimo
    1 decennio fa

    NESSUNA U.U

  • Anonimo
    1 decennio fa

    secondo me sono la stessa cosa

  • 1 decennio fa

    credo nessuna..

  • 1 decennio fa

    Ci sono tante storie sull' anima, ma nessuno si sofferma sul suo vero significato. Nella Bibbia anima traduce l’ebraico nèfesh e il greco psychè. L’uso biblico di questi termini mostra che per anima, come è stato già detto, si intende una persona o un animale, o la vita che la persona o l’animale ha in quanto tale. Per molti, comunque, l’anima è una parte immateriale o spirituale dell’uomo che sopravvive alla morte del corpo fisico. Per altri sarebbe il principio vitale. Ma queste due ultime concezioni non sono insegnamenti biblici.

    Vorrei esaminare con te alcune scritture per capire meglio il punto. Ad esempio Genesi 2:7 dice: “.....Dio formava l’uomo dalla polvere del suolo e gli soffiava nelle narici l’alito della vita, e l’uomo divenne un’anima vivente”. Qui in questa scrittura non viene detto che all’uomo fu data un’anima, ma che egli divenne un’anima, cioè una persona vivente. Il termine ebraico qui tradotto “anima” è nèfesh. Altre versione bibliche traducono “essere” o “persona”.

    Anche in 1 Corinti 15:45, la viene detto: "Così è anche scritto: 'Il primo uomo Adamo divenne anima vivente'. L’ultimo Adamo divenne spirito vivificante." Come vedi le Scritture Greche Cristiane concordano con le Scritture Ebraiche sul significato di anima. La parola greca qui tradotta “anima” è l’accusativo di psychè. E anche altre traduzioni traducono "anima" o "essere".

    Che dire degli animali?

    Levitico 24:17, 18 dice: “Nel caso che un uomo colpisca a morte qualunque anima (ebraico, nèfesh) del genere umano, dev’essere messo a morte immancabilmente. E chi colpisce a morte l’anima (ebraico, nèfesh) di un animale domestico deve darne compenso, anima per anima”. Come vedi, anche qui possiamo notare che la stessa parola ebraica per anima è usata sia per il genere umano che per gli animali.

    Che differenza c'è con lo spirito? Sono la stessa cosa?

    No. La parola ebraica rùach e quella greca pnèuma, spesso tradotte “spirito”, hanno vari significati, che però riguardano tutti ciò che è invisibile all’occhio umano e che rivela una forza in azione. Sia il termine ebraico che quello greco sono usati con riferimento:

    1) al vento,

    2) alla forza vitale che agisce nelle creature terrestri,

    3) alla forza impellente che scaturisce dal cuore simbolico della persona spingendola a dire e a fare le cose in un certo modo,

    4) a espressioni ispirate che emanano da una fonte invisibile,

    5) a persone spirituali e

    6) alla forza attiva di Dio o spirito santo.

    La Bibbia in Ecclesiaste 12:7 dice: “Quindi la polvere torna alla terra proprio come era e lo spirito (o forza vitale, ebraico, rùach) stesso torna al vero Dio che l’ha dato”. Qui possiamo notare che la parola ebraica per spirito è rùach, mentre il termine tradotto anima è nèfesh. Questo versetto non vuol dire che alla morte lo spirito faccia un viaggio fino alla presenza di Dio, significa piuttosto che, per quanto riguarda quella persona, qualsiasi prospettiva di tornare in vita è nelle mani di Dio. Usiamo un’espressione simile quando diciamo che, se un acquirente non effettua i pagamenti richiesti, la proprietà venduta torna al proprietario.

    Anche in Ecclesiate 3:19 leggiamo: “C’è un’eventualità circa i figli del genere umano e un’eventualità circa la bestia, e hanno la stessa eventualità. Come muore l’uno, così muore l’altra; e tutti hanno un solo spirito (ebraico, rùach)”. Qui la scrittura dice chiaramente che sia l’uomo che le bestie hanno lo stesso rùach cioè spirito.

    In conclusione, secondo le Scritture lo spirito e l' anima sono due cose differenti, tutti posseggono sia l' una che l' altro, noi siamo anime che vivono grazie allo spirito. Siamo anime viventi.

    Spero di essere stata esaustiva.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.