Xana ha chiesto in SportArti marziali · 1 decennio fa

come si fa a partecipare alle olimpiadi di taekwondo?

bisogna avere dei titoli? come per es. campione nazionale o basta anche un regionale e cintura federale? nn so alle olimpiadi chi è che ti manda, se ci sono dei provini delle persone da battere... insomma tutto quello che riguarda per entrare a far parte dei combattimenti delle olimpiadi di taekwondo nel 2012 a londra :)

6 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    ahahahahahahahah!!!! L'Olimpiade è la competizione più ambita da tutti gli atleti di conseguenza la Qualifiazione e la stessa Competizione vede battersi i migliori atleti DEL MONDO.

    Non basta una Regionale...e nemmeno un Nazionale.

    Devi essere cintura nera (per forza), vincere 3/4 campionati Nazionali, entrare in nazionale e magari anche in un gruppo sportivo (sarebbe meglio visto che per raggiungere certi livelli non ti bastano 2 ore di allenamento al giorno). Poi devi fare prima qualche garetta internazionale, gli Open che non devi vincere ma STRAVINCERE. Poi passi a qualche gara più ufficiale come un Europeo...un Mondiale e una Coppa del Mondo. Tutto questo avresti dovuto farlo 4 anni fa, in quel momento (FORSE) ti avrebbero iscritto come ATLETA OLIMPICO IN RITIRO PERMANENTE ALL'ACQUA ACETOSA A ROMA. Ritiro permanente vuol dire che dormi 365 giorni all'anno lì e ti alleni in media 6 ore al giorno...TUTTI I GIORNI! In più sei soggetto a esami Antidoping a sorpresa. Se riesci a superare brillantemente tutti questi "piccoli ostacoli" allora FORSE potrai essere tra i 4 fortunati (sono massimo 4 atleti a nazione 2uomini e 2 donne) che potranno andare a fare le QUALIFICAZIONI OLIMPICHE NEL 2012 (Continentali o Intercontinentali) che sono peggio di un qualsiasi mondiale od europeo. Se arrivi a medaglia allora potrai partecipare alle Olimpiadi del 2012....

    FACILE?!!!!!!!

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Come la fai difficile, Bea... :-P

  • Anonimo
    1 decennio fa

    prima di tutto devi allenarti tantissimo e fare risultati per entrare in nazionale.. e in base ai risultati sia in italia che all'estero puoi essere convocata e andare a fare le olimpiadi!!

  • Anonimo
    1 decennio fa

    .Il taekwondo (태권도 IPA: /thɛʔkwʌndo/; trascritto anche taekwon-do), letteralmente l'arte dei pugni e dei calci in volo, è un'arte marziale coreana basata principalmente sull'uso di tecniche di calcio, nonché l'arte marziale che conta il maggior numero di partecipanti in tutto il mondo[1]. Il suo stile più seguito, il taekwondo WTF, è anche uno sport olimpico [2].ll combattimento del taekwondo sportivo si basa sul regolamento emanato dalla World Taekwondo Federation[13], applicato ad ogni livello di competizione, dai tornei locali fino alle Olimpiadi. I combattimenti si svolgono su un campo quadrato di 8 × 8 m, tra due atleti muniti di protezioni. Le protezioni obbligatorie sono:

    * corazza

    * caschetto

    * conchiglia

    * paradenti

    * guantini

    * parabraccia

    * paratibia

    * parapiedi, ma sono obligatori solo per le categorie d'età inferiori.

    Il combattimento è basato sull'assegnazione di punti ed è articolato in tre riprese (o round) da due minuti ciascuno, con una pausa di un minuto. L'atleta per fare punti deve colpire l'avversario sul corpetto con tecniche di calcio o di pugno (1 punto o 2 se in rotazione) oppure in testa (compreso il collo) con sole tecniche di calcio (3 punti). Il contatto è pieno e il ko è valido, non c'è limite ai colpi a meno che non si proceda ad un attacco falloso o una qualsiasi altra azione che richieda l'intervento dell'arbitro. Affinché un punto sia valido deve soddisfare alcuni requisiti di potenza e precisione. Al termine dei tre round l'atleta con il maggior numero di punti vince l'incontro. In caso di parità si disputa un quarto round da due minuti in cui vale la regola del Golden Point, cioè vince l'atleta che riesce a segnare per primo un punto. Se il quarto round finisce senza che nessun atleta sia riuscito a segnare un punto, la vittoria viene assegnata a maggioranza dalla squadra arbitrale. Questa è composta generalmente da 4 giudici d'angolo, posti ai quattro angoli del quadrato di gara e un arbitro centrale. L'assegnazione dei punti al tronco è ormai elettronica, grazie a corpetti e calzari dotati di sensori e collegati con tecnologia bluetooth ad un computer. I colpi al viso o in rotazione al tronco vengono assegnati invece dai quattro giudici d'angolo con pulsantiere elettroniche collegate al medesimo computer. I punti vengono dunque visualizzati sempre in tempo reale su uno schermo.

    Esistono diverse azioni fallose punibili con l' ammonizione o con l'aggiunta di un punto all'avversario (detta deduzione di punto). Quando un atleta totalizza due ammonizioni, viene assegnato un punto all'avversario; viene assegnato un punto all'avversario anche per ogni deduzione di punto che un atleta si vede infliggere. Se un'atleta si vede infliggere penalità per un totale di 4 punti assegnati all'avversario, viene dichiarato perdente per penalità. Vengono punite con un' ammonizione le seguenti azioni fallose:

    * uscire dalla linea di confine con tutti e due i piedi

    * girare la schiena all’avversario

    * cadere volontariamente

    * evitare il combattimento

    * prendere, trattenere, spingere l’avversario

    * attaccare sotto la cintura

    * fingere lesioni

    * colpire con la testa o con il ginocchio

    * colpire il viso dell’avversario con attacchi di pugno

    * proteste e comportamento antisportivo (dell’atleta e/o del suo coach).

    Vengono invece punite con una deduzione di punto le seguenti azioni fallose:

    * attaccare l’avversario dopo l'interruzione dell'arbitro

    * attaccare l’avversario caduto

    * atterrare l’avversario prendendogli con il braccio il piede con cui ha attaccato o spingendolo con la mano

    * ferire il viso dell’avversario con attacchi di pugno

    * interrompere o boicottare lo svolgimento dell’incontro (da parte dell’atleta e/o del suo coach)

    * proteste e comportamento antisportivo particolarmente gravi (dell’atleta e/o del suo coach)

    Nelle competizioni è usato anche il sistema dell' Instant Video Replay, noto anche come Moviola, che permette di verificare tramite l'esaminazione della ripresa video eventuali reclami dei coach degli atleti.

    Nelle competizioni, gli atleti sono suddivisi in categorie, sulla base del loro sesso, della loro età, del loro peso (verificato il giorno precedente la gara dagli Ufficiali di Gara) e della loro cintura. Ciò permette di avere combattimenti in cui le capacità tecniche, fisiche e mentali dei due atleti siano il più possibile eque.

    Ho Trovato queste informazioni e comunque in qualsiasi disciplina di arti marziali o altre per partecipare alle olimpiadi devi eccellere in tale disciplina poi devi fare i provini per la nazionale e sei il migliore fra tanti verrai scelto

    Fonte/i: wikipedia praticante taekwondo
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    ciao vai su questo sito taekwondowtf.it

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Semplice, devi solo far parte della nazionale italiana e superare le selezioni per le olimpiadi, facile no?

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.