promotion image of download ymail app
Promoted
carlinho_89 ha chiesto in SaluteDieta e fitness · 10 anni fa

Che velocità dovrei mantenere per raggiungere i bpm necessari per dimagrire?

Ciao ragazzi, ho deciso di mettermi a dieta e sto iniziando a praticare 3-4 volte a settimana delle escursioni in bicicletta.

Dunque vi chiedo per dimagrire si deve raggiungere una frequenza cardiaca che deve oscillare da 130-150 ma a che velocità corrisponde in km/h??

Sono alto 1.80 cm e peso 110 Kg.

Vi ringrazio in anticipo per le eventuali risposte ;)

Aggiornamento:

@ "satana ribelle" se non sei informata riguardo alcune informaizoni meglio non rispondere, rispondi a domande cui puoi rispondere. La frequanza cardiaca (bmp) che qualsiasi personal trainer o dietologo ti potrà informare che ad una certa soglia consumi grassi quindi svolgi un lavoro aerobico e dimagrisci, viceversa a soglie troppo elevate bruci le riserve di glucosio presente nel corpo, e non svogli a pieno la funzione di dimagrimento, quindi penso proprio che "c'entri" :) :) se non ci credi informati eh! ;)

9 risposte

Classificazione
  • 10 anni fa
    Risposta preferita

    veramente a quello che so io, il bmp varia di persona a persona, come la frequenza cardiaca varia di persona a persona, il mio battito cardiaco è moltolento e per accelerarlo e giungere a 130-150 devo pompare come una jena, vuol dire che me lo sentirei talmente accelerato da sentirmi quasi male già a 120. personalmente mi sembra una cosa da prendere con le molle, nel senso varia da persona a persona e mi sembra sensato lavorarci per non sentirsi troppo affaticata, quanto a bruciare, anche se ti fai una passeggiata elimini qualcosa e dimagrisci lo stesso, se non lo fai abitualmente. personalmente he io sappia varia anche tra le varie scuole, per lo più tra 65 e 70%. tra l'akltro la faccenda sotto è molto complessa, in quanto riguarda di processi chimici molto più complessi, di solito concentrandosi sull'aspetto dei trigliceridi... ti dirò che di solito mi sembra più sensato usare valutazioni cardiache per migliorare la resistenza fisica, per incrementarla e poter così reggere più a lungo lo sforzo. l'unica cosa che puoi fare è vedere a quanto inizi a fare quel battito cardiaco fornendoti del cardiofrequenzometro (ma personalmente non l'ho mai usato in 25 anni di vita nè lo ha mai fatto mio padre che pratica atletica leggera da quando aveva 6 anni...).

    comprati quello e vedi come ti trovi, ok?

    personalmente, io prima guarderei un pochino di bibliografia estera, sai dietologi e trainer che ti danno una velocità senza guardare il tuo battito cardiaco mi convincono sempre poco... http://www.active.com/triathlon/Articles/The-Myth-...

    soprattutto mi guarderei questo: http://scienceblogs.com/obesitypanacea/2010/06/the...

    http://www.bellaonline.org/articles/art596.asp

    http://preventdisease.com/home/tips46.shtml

    personalemtne ho la sensazione che serva per non spomparsi troppo e potersi allenare con maggiore continuità, però non sono un medico

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 10 anni fa

    Il parametro della frequenza cardiaca per dimagrire è sbagliato o, meglio, da solo è poco rilevante.

    E' vero che a sforzi meno intensi si consumano più grassi, ma solo in percentuale rispetto al consumo complessivo, che è ovviamente inferiore rispetto agli sforzi più intensi (a parità di tempo).

    Se consumi 500 kcal a sforzo medio-basso forse 300 saranno di grassi, ma se ne avessi consumate 1000 nello stesso tempo forse ne avresti consumate 400 di grassi (% di meno ma per dimagrire contano gli assoluti).

    Ad ogni modo consumare grassi o carboidrati cambia molto poco: il corpo umano trattiene circa 2000 kcal di riserve di carboidrati "pronti all'uso", quelli che gli arrivano in più li trasforma in grassi.

    Mettiamo che fai uno sforzo intenso e consumi 700 kcal di carboidrati e 300 kcal di grassi, con l'alimentazione diciamo che reintegri "solo" 800 kcal di carboidrati (tralasciamo il fabbisogno di altri elementi e i consumi del resto della giornata), 700 kcal andranno a coprire la riserva e 100 kcal saranno immagazzinati come grassi, nel complesso avrai perso 200 kcal.

    Metti invece che fai uno sforzo meno intenso ma per più tempo, consumi comunque 1000 kcal, ma diciamo 600 kcal di grassi e 400 kcal di carboidrati, reintegri 800 kcal di carboidrati, 400 andranno a reintegrare la riserva e 400 saranno trasformati in grassi, ad ogni modo avrai comunque perso 200 kcal di grassi.

    Alla fine quel che conta per dimagrire sono i km che farai (e l'eventuale difficoltà dovuta a salite), abbastanza ovvio, +km + consumo, la frequenza cardiaca deve servirti come indicazione per capire quale andatura massima puoi sostenere per un certo numero di km, ma non cercare un dato "standard", vai a correre e vedi qual'è la tua frequenza abituale per fare un buon numero di km, anche se, come già detto da altri, non è l'unico parametro di cui tener conto.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    10 anni fa

    E' molto soggettivo e dipende in primis dall'allenamento, ma anche dall'età sesso etc etc..l'unico modo, come già ti hanno detto è quella di usare un cardiofrequenzimetro..altrimenti puoi andare "ad occhio"..la velocità a cui andare dovrebbe comunque permetterti di respirare senza troppo affanno e di parlare..se vai più veloce è molto probabile che il lavoro sia meno aerobio e dunque meno efficace per dimagrire..Ciao!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 10 anni fa

    la Fc ad una determinata velocità non è uguale per tutti

    procurati cardiofrequenzimetro cosi' puoi relazionare velocità e battiti cardiaci

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 3 anni fa

    E' possibile curare l'iperidrosi grazie a questo sistema http://MiracoloPerIperidrosi.latis.info/?8Rkg

    Il termine iperidrosi viene normalmente usato in ambito medico per indicare la sudorazione eccessiva. Sebbene la sudorazione sia un processo naturale e sudare rappresenti una delle modalità più importanti per smaltire l'eccesso di calore del corpo, alcuni individui tendono a sudare molto di più di quanto sarebbe necessario, per garantire la normale termoregolazione corporea.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • ?
    Lv 4
    10 anni fa

    si basta muoverti a una certaintensità e stai tranquillo la differenza la fa la tavola

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    10 anni fa

    l'importante non è tanto la velocità quanto i battiti cardiaci quindi cerca di tenerti sotto sforzo costante senza aumentare ne diminuire lo sforzo in modo da mantenere il battito costantemente alto non ti posso dire la velocità a cui andare perchè non ne esiste una per tutti, ma è molto soggettiva.

    l'importante è sudare... sudare tanto quando ti muovi.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 10 anni fa

    Non conta la velocità perchè la frequenza cardiaca varia da persona a persona a seconda del peso,della composizione della massa corporea,del livello di allenamento e tanti altri fattori.

    Per stare sul 65-70% della fc max (che è più o meno la fc consigliata per un'attività aerobica atta alla combustione di grassi) basta che ti assesti su un'intensità con la quale saresti in grado di discorrere normalmente con un'altra persona. In pratica se non hai fiato per parlare normalmente stai andando troppo forte.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 10 anni fa

    ma che ***** c'entrano i battiti al minuto... sveglia ragazzo

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.