Quali sono i sintomi e il da farsi in prontosoccorso in caso di Depressione Respiratoria lieve o moderata?

Urgente rispondete entro sta sera e avrete 10 pnt!!!! E urgentissimo....!!!!

2 risposte

Classificazione
  • 10 anni fa
    Migliore risposta

    valutare le cause ( centrali o periferiche): quelle centrali includono deficit dei centri respiratori (raro). Quelle periferiche possono essere dovute a insuf respiratoria in paziente con BPCO (broncopneumopatia cronica ostruttiva), insuf cardiaca ( si ripercuote sul cuore destro e quindi sui polmoni), deficit della muscolatura costale (in anziani) con scarsa espansibilità gabbia toracica. DA fare: ossigeno in maschera ( non in sondino nasale perché non serve a niente) a flussi variabili a seconda dell'entità dell'insuf respir ( se dovuta a BPCO flusso non superiore a 4 litri/minuto. Se insuf con rantoli ossigeno ad alto flusso (8 litri/minuto). Poi: lasix ( 2 fiale) in vena o in soluzione fisiologica 250 in infusione rapida associato a dobutamina ( in infusione più lenta) ( spesso nello stesso flacone di fisiologica). Il flacone si riconosce perché trasparente con striscia o blu o verde. Monitoraggio ECG (elettrocardiografico ) al monitor con valutazione della saturazione ( saturazione va mantenuta sopra il 90% - lo leggi dal monitor). Se non collegato a monitor si misura con strumento al dito. Misurazione pressione arteriosa e frequenza cardiaca. I rantoli devono scomparire: non ci deve essere rumore alla respirazione altrimenti c'è acqua nei polmoni che di conseguenza non si espandono. Accesso venoso periferico. Presenza di un'anestesista. In casi gravi con mantenimento dello satato di coscienza e conservata attività muscolatura toracica, applicazione di CPAP ( mega involucro che aiuta a respirare), pittosto rumoroso e fastidioso: non può essere mantenuto per più di 48 ore e la persona deve essre vigile altrimenti non si può applicare.

    Fonte/i: medico di pronto soccorso
    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Andrej
    Lv 5
    10 anni fa

    la risposta più seria che ti si può dare é: "dipende"

    perchè le cose da fare sono diverse a seconda della causa che sta alla base della depressione respiratoria.

    di solito il paziente appare soporoso, affamato d'aria, usa i muscoli respiratori accessori, il respiro è rapido (tachipnea), superficiale; presenta ortopnea.

    Se la depressione è lieve il quadro è ovviamente assai più sfumato

    Gli interventi consistono nel

    controllare la pervietà delle vie aeree (provvedendo a liberarle se fossero semi-ostruite)

    mettere il paziente in posizione che faciliti la respirazione che di solito è la Fowler

    somministrare ossigeno supplementare

    mettere il paziente in posizione antalgica qualora la depressione sia dovuta a dolore

    se è dovuta a pneumotorace ipertensivo tappare il foro che mette in comunicazione la pleura con l'esterno con qualsiasi mezzo.

    se è dovuta a qualche forma di intossicazione, identificarne la causa parlando col paziente o i famigliari o gli accompagnatori/soccorritori.

    Questo è quanto può concretamente fare una persona qualsiasi.

    naturalmente un medico può fare molto di più in relazione alle cause della depressione respiratoria stessa che sono molte e assai diversificate.

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.