Anonimo
Anonimo ha chiesto in Auto e trasportiTrasporti marittimi · 1 decennio fa

domande su barche.. radio.. da esperti per inesperta?

vi chiedo questo perché vorrei capire alcune cose del lavoro del mio ragazzo:

il mio ragazzo ha la fissa per il mare.. sembra che non riesca a starci lontano :

però ci sono molti particolari che non capisco :

mi dice sempre che quando giunge in un porto spesso non possa scendere a sgranchirsi le gambe.. perché il la nave resta poco in porto, altre volte dice che la nave viene caricata direttamente a largo...altre volte dice che scende.. e che la prima cosa che fa è andare a bere e mangiare....

oppure se nei pressi degli ormeggi c'è qualcosa da visitare.. prova ad andare anche li... ma dice che la prima metta è sempre un bar per una buona birra in relax in mezzo ad un po' di gente....

io credo che menta perché spesso mi porta qualche regalo... quindi credo che spesso abbia tempo per andar per negozi....

poi ci sono cose che non capisco :

mi ha insegnato a riconoscere tantissime costellazioni e mi ha spiegato che le deve saper riconoscere perché servono per fare il punto nave (spero di aver scritto bene) ma ho saputo che ormai è una cosa che non si fa più da moltissimi anni.. ma lui dice che quando era imbarcato come allievo il comandante a diverse ore del giorno e della nota gli faceva usare il sestante e mi ha spiegato che per il suo comandante è una forma di rispetto per tutti quelli che hanno navigato senza gps e cose varie... e dice sempre che così sa dove era... però legge dei numeri su alcuni libri che hanno un nome con la F...

visto che ha anche la patente per guidare le barche a vela..ogni tanto usa la barca di un suo parente una notte in navigazione dalla radio qualcuno diceva cose strane ripetendole almeno 3 volte dicendo . usando termini strani qualcosa in inglese con il mese di maggio... may day forse... e lui ha risposto subito ed è andato incontro a quella persona..

dicendole dove era e che sarebbe andato da lui... e mi ha detto che c'era uno nei guai.. e mi ha detto che quando saremmo arrivati vicino a quella barca di non preoccuparmi se avrebbe urto bestemmiato e cose simili... e mi ha fatto portare dalla cabina una grossa e pesante torcia e spesso comunque parlava con quella persona,....io devo dire di essermi spaventata tantissimo...

ma quando stavamo per arrivare da quella persona dalla radio ho sentito una parola come sicurezza o securite non son bene.. ma ho capito che i guai non c'erano più ma lui ha continuato ad andare in quella direzione del pericolo anche se noi stavamo andando da Cagliari verso la Corsica .. ma quando hanno chiamato la prima volta lui ha girato ed è andato verso il mare aperto.. io ricordo che ogni tanto vedevo le luci di terra..

e poi altri hanno chiamato ed hanno parlato dell'accaduto e poco dopo una barca della guardia costiera ci è passata vicino ed hanno parlato per radio..

io ricordo poco della conversazione .. ma mi sembrava preoccupato perché mi ha mandato a prendere uno zainetto in gomma da un armadietto e di tenerlo a portata di mano...

mi poteste spiegare qualcosa dell'accaduto

lui mi ha detto che uno su un ferro da stiro era in difficoltà ed ha chiesto aiuto.. ha parlato di un principio di incendio e di un motore guasto, allora ha chiesto aiuto.. ma poi ha chiamato spiegando che si era risolto tutto... ma lui ha preferito andare avanti per qualche miglio per scrupolo... poi mi ha detto che la guardia costiera poteva chiedere i documenti e vedere le dotazioni di sicurezza …

ed era un po' preoccupato perché al portolano non registrato alcuni aggiornamenti ad un libro pieno di fogli e foglietti incollatoti...

purtroppo io di barche non ne capisco molto.. e i due che erano con noi.. stavano dormendo

e mi ha detto che avrebbe dovuto fagli svegliare... ma ha detto che adora navigare quasi da solo..

non so se sia rilevante ma lo zio lo ha anziato a portare in barca da quando aveva 6 anni

Aggiornamento:

ah si :

Ho imparato solo alcuni termini come cazza... lasca.. scotta... winch... bozzello ….

per il resto facevo quello che mi diceva anche se spesso mollava il timone ( si chiama così anche se ha la forma di un volante ?) e andava lui a finire il lavoro.. anche perchè riuscivo a vedere poco con quelle due deboli luci rosse e verdi

Poi perché le barche senza le vele le chiamano ferri da stiro ? E perché dice che sono marinai d'acqua dolce ?

Aggiornamento 2:

deboli.. oddio... non so come spiegarle ma evevo difficoltà a vedere bene..

3 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Quanto ti racconta e possibile perchè sulle navi mercantili si lavora più intensamente durante le fasi di caricazione e scaricazione che sia fatta in banchina o ai terminali off-shore.

    Le parole di procedura radiotelefonica che hai sentito sono vocaboli standard stabiliti in sede UIT (Unione internazionale delle comunicazioni) per allertare i naviganti (aerei o marittimi) sul tipo di messaggio che stà transitando.

    Le parole di procedura sono:

    May Day - Indica che sulla frequenza di chiamata e soccorso stà transitando un messaggio di soccorso cioè che qualcuno stà chiedendo aiuto immediato

    Pan Pan - Indica che stà transitando un messaggio di urgenza relativo a sicurezza nave o persone (es: una nave ha un avaria in una zona ad alto traffico ma può effettuare le riparazioni da sola ma in quel momento potrebbe essere un pericolo per le altre unità quindi avvisa chi a vicino di tenersi a distanza di sicurezza- oppure: una persona a bordo non stà bene e si chiede una consulenza medica via radio (messaggio medrad)).

    Securitè - indica che verrà fatto transitare su una frequenza successivamente indicata (di lavoro) un messaggio inerente la sicurezza della navigazione (informazioni meteorologiche o pericoli per la navigazione(es: oggetti alla deriva)).

    Ferro da stiro è un termine spregiativo con il quale i velisti indicano tutto quello che non ha un albero con un pezzo di tela. Comunque basta che tu osservi attentamente uno scafo di un imbarcazione a vela (generalmente filante e aggraziato dando idea di leggerezza) e quello di una a motore (tozzo, squadrato e pesante alla vista quasi come un ferro da stiro).

    Con una veloce barca a motore, almeno che tu non sia veramente in alto mare, in caso di peggioramento delle condizioni meteo scappi subito in porto che raggiungi in breve tempo quindi non affronti la difficoltà di navigare con cattivo tempo. Pensa ora al lago: le onde non sono mai molto alte e creano minima difficoltà nella conduzione del mezzo (tutti o quasi possono esserne capaci) quindi: un marinaio di lago, come quello di barca a motore, si può definire veramente marinaio in senso assoluto?

    Differentemente a vela non hai la velocità per scappare dal cattivo tempo ma devi saperlo affrontare quindi devi essere marinaio.

    Buon vento

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Ciao...

    quanto ti ha detto il tuo ragazzo riguardo gli imbarchi corrisponde a verità.. le navi tendono a stare il meno tempo possibile in poto perché una nave in porto non produce guadagno...

    riguardo l'andare in un bar e rilassarsi... è plausibile e veritiero.. sicuramente molti suoi colleghi andranno a cercare altro tipo di realx in locali di altro tipo...

    capisci a me...

    riguardo la tua esperienza in barca a vela:

    beh hai preso parte ad una missione di soccorso...

    dalla radio hai sentito una richiesta d'aiuto.. mayday … dove dove la persona in difficoltà ha fornito le coordinate geografiche della sua posizione, il nome della barca ed il tipo di problema...

    il tuo ragazzo ha risposto presentandosi e dicendo che sarebbe andato lui a prestargli assistenza.. sicuramente gli ha anche dato la vostra posizione ed il tempo di arrivo stimato di arrivo.. anche se non è obbligatorio darlo.. conoscendo la tua pozione... e la posizione in questo caso della persona in difficoltà e conoscendo la vostra velocità.. è relativamente facile stabilire l'ora di arrivo in modo abbastanza certo... il tuo ragazzo non appena ha sentito la comunicazione di sicurezza ha preferito proseguire ancora per un po' perché per mero scrupolo...

    riguardo l'urlare ed il bestemmiare.. ti ha avvisato perché se avesse dovuto prestare ad una persona presa dal panico avrebbe dovuto mostrare sicurezza.. e fermezza.. in modo da limitare i rischi per voi e per l'altra persona.. purtroppo chiunque sia in preda al panico tende a commettere errori...

    riguardo la guardia costiera: ti avrà mandato sicuramente a prendere dei documenti... in mare come a terra.. le autorità possono fare verifiche.. anche se in mare controllano anche che le dotazioni di sicurezza siano tenute in ordine e che ci siano tutte....

    che altro ??

    beh il far svegliare almeno il suo amico sarebbe stata una buona idea perché magari avrebbe potuto aver bisogno di aiuto.. per soccorre qualcuno è meglio avere l'aiuto di una persona che non ha problemi a muoversi in mare...

    capisco la sua passione viscerale per il mare... e visto che va per mare da quando ha 6 anni.. credo che abbia molta esperienza.. ma se ti dice che ormai non ha più nulla da imparare ricordagli la frase che c'è fuori la casetta della lega navale italiana a Cagliari nel porticciolo di M.Piccola....

    se siete di Cagliari sicuramente non avrà problemi a trovarla...

    Veniamo al termine FERRO DA STIRO il ferro da stiro per noi velisti è una barca a motore.. e se guardi la loro forma capisci da te che assomigliano veramente ad un grosso ferro da stiro...

    naturalmente i velisti provano una forma di razzismo verso coloro i quali non sanno andare a vela.. perchè a loro avviso ( e condivido) chiunque saprebbe portare una barca a motore... mentre a vela la conduzione e molto più complicata... MARINAIO D'ACQUA DOLCE..beh è facile da intuire.. in un lago navighi in ogni caso in una zona “ limitata” …. mentre il mare è più vasto.. ed i pericoli sono maggiori... diciamo che è un modo di dire molto antico.. il vero significato si perde nella notte dei tempi....

    la grossa e pensate torcia che ti ha fatto prendere.. è sicuramente una pila con almeno 2 milioni di candele.. diciamo un faro portatile.. gli sarebbe servito giunto nella zona dell'emergenza ….

    comunque...

    ho letto le tue domande .. e risposto a quasi tutte... e provo sempre maggiore stima nei suoi conronti

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Salto la prima parte. Non si capisce di che nave parli e del "ruolo" del tuo ragazzo.

    Cmq e' prassi normale che qualche scalo sia solo per rifornimenti veloci e niente di piu'. A volte l'imbarcazione puo' essere caricata anche in mare (senza attraccare al porto)

    Se poi il tuo ragazzo, appena sbarcato al porto va a bersi una birra, non e' un dramma. Visto che cmq ti compra qualcosa (regalino, pensiero) vuol dire che pensa cmq a te.

    Il "may day" vuol dire S.O.S. (che viene ripetuto sempre 3 volte, per ragioni di sicurezza - che non venga "interpretato-sentito" male), cioe' una situazione di reale emmergenza. Il tuo ragazzo sentendo il messaggio cambia subito rotta e indirizza la barca verso l'imbarcazione che necessita aiuto.

    Di conseguenza si mette in contatto per far sentire la propria presenza, e relativi problemi/necessita' dell'altra imbarcazione (e le persone).

    > ti ha fatto prendere la torcia: era notte, una fonte di luce e' importanitissima (per prestare soccorso): se serviva era a portata di mano

    Dopo un po' l'altra imbarcazione annuncia di non essere piu' in emmergenza e non serve un immediato aiuto. Il tuo ragazzo, cmq, si reca sul posto per accertarsi dell'altro e nel caso di prestare aiuto.

    Ha fatto solo del bene! c'e' ne fossero delle persone cosi'...!

    Non chidermi perche' si usa dire "ferro da stiro" - il gergo marinaresco e' tutto particolare ;)

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.