Armonia complementare: legatura di valore nel basso?

In un basso di armonia (Dionisi - Quaderno degli esercizi - pag. 22, n° 1) a cavallo tra la battuta 3 e la 4. Vorrei sapere se mettendo un I grado nel primo do, posso mettere un I grado pure nel secondo Do. Posso lasciare lo stesso grado su due note legate? o devo cambiare accordo?

2 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Il basso legato può essere considerato in diversi modi. Ci sono diverse regole: può essere considerato un ritardo, e in questo caso armonizzerai direttamente l'accordo successivo sulla nota ritardata, ma non solo: ci sono anche due regole, quella del cosiddetto basso legato che torna al tono, e quello che NON torna al tono.

    Nel primo caso, sul tempo debole per evitare la sincope armonica (e cioè quell'errore secondo il quale hai lo stesso accordo sia sul tempo debole, che sul tempo forte successivo, errore che si mantiene anche col cambio di posizione) sul tempo debole puoi adoperare il secondo rivolto della settima di seconda specie (che sarà preparata dall'accordo fondamentale) con la settima al basso. Come sai, l'accordo di settima di seconda specie risolve sulla settima di prima specie, o di dominante. Generalmente infatti dovresti avere, dopo la nota legata, la sensibile, e lì costruirai la settima di dominante.

    Se invece il basso legato non torna al tono, allora hai davanti una modulazione, il che forse diventa ancora più facile (ma le difficoltà sono soggettive). Quello che era un primo grado diventa quarto sul tempo debole, e hai una successione quarto/terzo, che in genere vuole il terzo rivolto della settima di dominante (prima specie) che risolve sul primo rivolto dell'accordo di fondamentale (in questo caso però della nuova tonalità!).

    Comunque se le due note legate sono a cavallo fra una battuta e l'altra, io credo che la cosa migliore sia considerarla un ritardo: è la soluzione che comporta meno errori. Fra le regole che ho cercato di illustrarti in certi casi si può scegliere se considerare il basso legato un ritardo o un basso legato che torna al tono, ma bisognerebbe guardare anche il brano nell'insieme perché questo non è sempre possibile. Nel caso in cui sia possibile, adoperare i ritardi è la cosa migliore :)

    Io non uso questo libro, su Dionisi ho studiato le forme musicali, mentre per le regole uso il Mazzotta, libro chiarissimo e sintetico quanto basta. Per i bassi invece uso sia il Mazzotta che Jacopo Napoli.

    Spero di esserti stata utile, buona fortuna :)

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • ?
    Lv 4
    1 decennio fa

    Se tu scrivessi il basso sarebbe più facile darti dei consigli. Quel libro io non ce l'ho...

    Comunque la cosiddetta "sincope armonica"

    http://it.wikipedia.org/wiki/Sincope_%28musica%29#...

    viene considerata un errore.

    In genere il basso legato a cavallo di battuta indica un ritardo, spesso proprio un ritardo del basso. Ma per esserne certi bisognerebbe vedere da dove viene e dove va... anche perchè DEVE scendere di grado, e se il basso è un DO e sei in DO maggiore allora vuol dire che l'unico ritardo possibile è quello verso un primo rivolto di un quinto grado, con o senza settima.

    Ovvero, dovrebbe essere così:

    Accordo di tonica (do sol do mi) a battuta 3, accordo di Do 2-4-5 (ovvero do sol re fa, che sarebbe una settima di dominante in primo rivolto con ritardo del basso), il basso si muove per grado discendente (quindi si sol re fa, che è settima di dominante in primo rivolto) e alla battuta 5 il basso sale di nuovo di grado e risolve la dominante (ovvero do sol do mi).

    Ma tutto dipende dal movimento del basso dell'esercizio

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.