Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 1 decennio fa

la chiesa non rischia di darsi una zappa sui piedi...?

quando utilizza la frase "VA CONTRO LA NATURA"

se ci riflettiamo l' intera religione cristiana va contro la natura:

-castità? gli animali non restano vergini a meno che non siano malati o soli

monogamia? sono pochissimi gli animali con un istinto monogamo..e l' uomo non è tra questi

compassione,aiuto dei deboli? la natura premia i forti , gli intelligenti e chi si adatta mentre soccombono i deboli i malati gli stolti e chi nn sa adattarsi ai cambiamenti. nella natura vale la legge del piu' forte ,mors tua vita mea,esattamente il contrario del cristianesimo

e poi dite che omosessualità è contro natura, se davvero è cosi' (cosa tutt'altro da dimostrare visto che ci sono molti casi di animali omosessuali) i preti dovrebbero andare a donne e tutti dovremmo sposarci piu' volte con piu' donne. i piu' forti e piu' ricchi dovrebbero comandare e i deboli e i malati lasciati a loro stessi perché inadatti alla natura....

io non la penso naturalmente cosi' e la mia morale mi impone di aiutare i deboli o i malati perché appartengo alla specie Homo s.s. ma volevo far notare quanto sia rischioso tirare in ballo la natura e la contronatura

Aggiornamento:

under the olive : ma scusa ci sono molti popoli civili che praticano la poligamia inoltre si è calcolato che le donne sono piu' degli uomini..che si fa in quel caso?come si decide chi resta sposato e chi no?

21 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    la tendenza omosessuale è un disordine psicologico che consiste nella mascolinità (o nella femminilità) inconsciamente desiderata ma che non si è riusciti ad acquisire, e dalla quale perciò si è attuato un distacco difensivo. E' la carenza di identità che spinge alla ricerca di relazioni con soggetti dello stesso sesso. I comportamenti omosessuali sono il tentativo (sempre inconcludente, perchè questa ricerca non riesce mai a soddisfare) di vedersi e di essere visti come uomini (o donne) per ricevere conferme in questo senso. Si vive una situazione di distacco emotivo dalla propria virilità o femminilità, e non si riesce a vedere altro modo, per entrare in contatto con essa, se non attraverso il rapporto fisico con individui del loro stesso sesso. C'è l'illusione di una intimità ma è intimità fittizia, ricercata ossessivamente ma sempre mancata. L'altro non è veramente 'l'altro': è il simile a sé lo specchio di sé, che conferma nella solitudine proprio quanto si cerca nell'incontro. Si tratta di narcisismo patologico".

    la tendenza omosessuale è frutto di un deficit EMOTIVO. Col rapporto omosessuale si cerca in realta' di compensare FISICAMENTE la mascolinita' negata da un padre distante EMOTIVAMENTE e castrata da una madre possessiva e dominante (per gli uomini) o la femminilità negata da una madre fredda, distante, insicura, debole, ed un padre dominante con cui invece si sviluppa identificazione (per le lesbiche). Il problema e' che ogni atto omosessuale e' solo FISICO e quindi non potra' mai compensare il vuoto di mascolinita' o femminilità PSICOLOGICO causato dai genitori. Percio', non solo l'omosessualita' praticata non funziona, ma peggio che mai rinforza la convinzione di mancanza di mascolinita' o femminilità, facendo diventare il problema piu' grande e piu' radicato.

    l'attrazione fisica per il proprio sesso, in realtà, non è un bisogno sessuale, ma solamente compensazione e ricerca di quell'affetto psichico, di quell'amore disinteressato, che nell'infanzia sono stati loro sottratti dal genitore del proprio sesso, con cui è mancata l'identificazione... una volta accettato ed elaborato questo, in favore anche dell'instaurarsi di amicizie sincere e profonde con persone dello stesso sesso, le pulsioni omosessuali si riducono gradualmente fino a scomparire...

    qui ci sono molte testimonianze in proposito e c'è anche un forum in cui lettori omosessuali in transizione ed ex omosessali ormai tornati eterosessuali lasciano le loro testimonianze

    http://omosessualitaeidentita.blogspot.com/

    qui c'è anche una testimonianza video

    http://www.youtube.com/watch?v=6G-nB4-XBGY

    Youtube thumbnail

    (prima parte)

    http://www.youtube.com/watch?v=cM5uuDnvlWE

    Youtube thumbnail

    &feature=related (seconda parte)

    qui altre due testimonianze video:

    http://www.youtube.com/watch?v=bJI9TK1cHAs

    Youtube thumbnail

    &feature=related (prima parte)

    http://www.youtube.com/watch?v=YUv8CK1RZPI

    Youtube thumbnail

    (seconda parte)

    http://www.youtube.com/watch?v=cyawDOk_KkI

    Youtube thumbnail

    &feature=related (terza parte)

    il pensiero di Freud sull'omosessualità era questo:

    "Freud considerava l'omosessualità come un ARRESTO DELLO SVILUPPO PSICOSESSUALE e citava i timori della CASTRAZIONE e le PAURE DI INGHIOTTIMENTO MATERNO nella fase preedipica dello sviluppo psicosessuale. Secondo la teoria psicodinamica, le stimolazioni durante il primo periodo della vita che possono risultare in un comportamento maschile omosessuale comprendono un FORTE LEGAME CON LA MADRE, la MANCANZA DI UN'EFFETTIVA FIGURA PATERNA, l'inibizione dello sviluppo maschile da parte dei genitori, il blocco o la regressione alla fase narcisistica dello sviluppo e la competizione perdente con fratelli e sorelle. La visione di Freud sulle cause dell'omossessualità femminile comprendeva un mancato superamento dell'invidia del pene in associazione a conflitti edipici non risolti".

    (tratto da: "Psichiatria-Manuale di scienze del comportamento e psichiatria clinica", Kaplan & Sadock)

    IL MANUALE DELL'ORGANIZZAZIONE MONDIALE DELLA SANITA', ICD-10 riporta il DISTURBO F66 1 (orientamento sessuale NON desiderato) dove è previsto che " L'INDIVIDUO PUò cercare un trattamento per CAMBIARE ...la propria PREFERENZA SESSUALE".

    La stessa APA statunitense (American Psycological Association), in riferimento alle terapie di cambiamento dell'orientamento sessuale, richiama i terapeuti al rispetto del DIRITTO DEL CLIENTE AD AUTODETERMINARSI (in Answers to Your Questions For a Better Understanding of Sexual Orientation e Homosexuality, APA, 2008 ).

    Quindi se è vero che ogni persona ha il diritto, se lo desidera, di mantenere un'identità gay è altrettanto vero che ogni persona ha diritto, se lo desidera, di sviluppare, il suo potenziale eterosessuale e di ricorrere ad una terapia per essere aiutato in questo percorso di riparazione.

    Nei rapporti omosessuali non c'è complementaretà nè fisica, nè psicologica, sono una negazione della distinzione naturale che esiste tra i sessi e sono anche una negazione del valore della vita umana che infatti è negata agli omosessuali. Fare sesso con uomo non è la stessa cosa del fare sesso con una donna.

    Nel rapporto omosessuale, mancando la complementarità uomo-donna, ciascuno dei partners resta chiuso in se stesso e vive il contatto con il corpo dell'altro solo come occasione di godimento individualistico. C'è l'illusione di una intimità, ma è intimità fittizia, ricercata ossessivamente ma sempre mancata, perchè l'altro non è veramente "l'altro": è il simile a sé, lo specchio di sé, che conferma nella solitudine proprio quando si cerca l'incontro.

    L'omosessualità è una manifestazione di immaturità affettiva e di incompleto sviluppo della propria identità.

    Il gesto omosessuale è totalmente ripiegato su se stesso, non ha radici nel passato e non si protende verso alcun futuro. Resta bloccato, fuori dei tempo e della responsabilità sociale.

    non c'è complementarietà fisica tra due persone dello stesso sesso, nè fisicamente nè psicologicamente. I rapporti fisici gay consistono in rapporti anali, orali o masturbazioni. E basta capire qualcosa di anatomia e fisiologia per vedere che non c'è una compatibilità tra due corpi maschili o femminili. L'ano ha una struttura anatomica completamente diversa dalla complementarietà che ha la vagina, inoltre non ha lubrificazione, non è elastico, ha continui rischi di lacerazioni. Tra l'altro i rapporti anali espongono pure a tantissime malattie a causa dei batteri fecali presenti nell'intestino in qualsiasi individuo. I rapporti sessuali gay non costituiscono mai delle unioni sane. Oltretutto le lesbiche non si possono proprio unire tra di loro, al massimo fanno sesso con degli oggetti con cui si penetrano.

  • 1 decennio fa

    Perché partorire un figlio da vergine è naturale?

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Se c'è qualcosa di innaturale questo è, la religione e dio.

  • 1 decennio fa

    è quello che penso anche io...

    sai la risposta che ho ricevuto una volta quando ho fatto notare che gli omosessuali non sono contro natura visto che ci sono casi di omosessualità?

    "non bisogna prendere da esempio gli animali...le mosche mangiano le feci ma noi mica le imitiamo...." -.-''

    ecco paragonare l'omosessualità o il sesso fuori dal matrimonio a una mosca che mangia la m.erda mi sembra alquanto immaturo.. un' arrampicata sui vetri di chi non sa più cosa ribattere...

    aggiungo che anche io pur essendo atea (per i bigotti noi siamo senza morale) seguo la mia legge morale e penso che dobbiamo avere tutti gli stessi diritti, deboli, forti, malati, ricchi, blasfemi, bianchi, neri, atei e omosessuali... indistintamente...

    la chiesa invece fa molte distinzioni discriminatorie...

    ----------------

    @ Progjava2 ma chi ti ha detto che chi non segue le regole del cristianesimo è egoista??? ma guarda che si può anche essere delle persone super generose e aiutare il prossimo pur essendo atei!

    e poi gli animali non sono egoisti...

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    Ogni cosa è reale, tutto ciò che è reale è razionale.

    [Hegel]

    La religione è l'akmè dell'irrazionalità...

    Fonte/i: Filosofo
  • 1 decennio fa

    La Chiesa stabilisce quello che è giusto e quello che è sbagliato a seconda di come gli fa comodo e si arrampica sui vetri quando si accorge di essersi contraddetta. E' per questo che non vedo alcun motivo per cui si dovrebbe continuare a credere in Dio.

  • 1 decennio fa

    @ RENATO: La "natura delle cose" e l'ambiente in cui viviamo sono concetti non solo equivalenti, ma coincidenti. Come possiamo dire ciò? Perché siamo in grado di immagazzinare il bagaglio di esperienze empiriche.

    Il fuoco brucia perché la natura del fuoco è bruciare. La natura del fuoco è bruciare perché l'esperienza empirica umana constata un fuoco che brucia, e non un fuoco freddo.

    Il sasso pesa perché la natura della materia è possedere una massa. L'esperienza empirica umana può constatare una interazione gravitazionale tra due corpi massivi che è sempre attrattiva e non si annulla mai. Per questo il sasso pesa.

    "Gli organi sessuali servono per procreare: usarli solo per divertirsi è contro natura."

    questa proposizione è empiricamente errata. Sostituisci con:

    Gli organi sessuali servono per procreare, o per divertirsi, o ambo le cose: l'esperienza umana può constatare che nella società essi vengono impiegati a scopo esclusivamente ludico nella stragrande maggioranza dei casi. Affermare che debbano essere usati solo per procreare è contro natura. Questo perché si tratta di una richiesta che va contro l'esperienza empirica, quindi contro la natura delle cose. Esattamente come voler utilizzare il fuoco per raffreddare o voler far levitare un sasso annullando la gravità.

    Quindi non solo chi fa sesso solo per divertirsi non va' contronatura. Ma addirittura ad andarci è chi afferma che il sesso non può essere usato se non per procreare. Ovvero l'esatto contrario. Un autogoal, a pensarci bene.

    Questo dovrebbe far concludere esattamente ciò che Nietzsche, nel suo "L'Anticristo" faceva notare: ovvero l'essere contronatura della figura del prete, o in genere di chi fa tali affermazioni.

  • 1 decennio fa

    A Renato M: tu sei un utente sempre pacato e gentile, ma dimostri (da buon cattolico, o comunque cristiano, o ebreo visto che hai l'immagine colla kippah) della sana omofobia. Io, fossi in te e nei tuoi simili, inizierei a studiare un po' l'antropologia e la biologia, non già solamente quel librone antico, il cui nome tradotto è "Libri". Cosí scoprirai che i rapporti tra individui dello stesso sesso sono presenti anche tra gli altri animali (ché l'uomo fino a prova contraria animale è), e in alcune specie sono comunissimi all'interno degli stessi gruppi ben organizzati. Alcuni studî inoltre accennano a una sorta di utilità dell'omosessualità, che pare (ma non credo ci sia niente di sicuro) ausiliare la crescita della fertilità dell'individuo femminile. Io non sono la persona indicata a spiegarti, e quindi non ti spiego, ma (fallo per il tuo Dio che ha creato tutto ciò) informati!

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Esatto.Non capiscono neanche loro quello che dicono.Secondo loro è naturale ilmantenimento "artificiale".Che idiozia.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    La natura e' stata corrotta da satana....malattie uragani sofferenze animali che si mangiano a vicenda ecc pensi che fanno parte del progetto originario di un Dio che e' AMORE???LOL!!!!!

    Fonte/i: Bibbia
  • 1 decennio fa

    Io sto riflettendo, e riflettendo e riflettendo sulla questione chiesa e dintorni. e c'è qualcosa che proprio non mi convince affatto. Il principio di fondo, che è all'incirca quello che guida tutte le religioni, è perfetto, ci piace un sacco ma è anche la giusta etica con la quale vivere la propria vita. I dieci comamandamenti ci stanno come regole di civiltà. Ma Bibbia, Vangelo e soprattutto Chiesa e preti mi convincono sempre di meno. Sono pochi quelli che vivono secondo le prediche che fanno alla gente, e sono troppi quelli che hanno le mani in pasta un pò ovunque. Andavano bene quando la gente era ignorante e potevano raccontare loro tutte le balle che volevano, ma oggi la situazione è diversa, non possono piu inventare cazz..ate da raccontare ma hanno ancora la faccia tosta di fare delle dichiarazioni forti come quella recente uscita su pontifex che dichiara che i gay sono rifiuti sociali. cosa cosa cosa? rifiuti sociali? in un mondo che non riesce a trovare tolleranza, che fatica ad accettare la diversità delle persone questi gettano brace sul fuoco, gasano la situazione, accentuano l'odio. Ma se si parla di preti pedofili... il silenzio viene calato dalla voce del Papa. Sono stufa di questa Chiesa bugiarda, di questa chiesa così ricca da poter risollevare il terzo mondo, ma che mai e poi mai estrarrà un centesimo. Il mio Dio non è certo quello che proclamano ed esaltano loro. Il mio Dio mi è vicino davvero, e non permetterebbe di venir raccontato da persone del genere

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.