promotion image of download ymail app
Promoted

Cosa --> Domanda per Stefano Lanti, aka Nessuno Nessuno, aka sionista dell'ultima ora?

Ho ritrovato questo commento di un mio vecchio amico riguardo la "svendita" dell'IRI da parte di Prodi, puoi confutarlo?

========================================

Prima di tutto, premetto che per quanto mi sforzi di essere intellettualmente onesto ed obiettivo, anche la mia versione sarà di parte, basata cioè sui miei personali canoni di giudizio e sulle informazioni, pur sempre limitate, a cui ho avuto accesso. Mi piacererebbe che qualcuno mi smentisse basandosi su fatti, non su ciò che pensa o ha detto Feltri o Guzzanti (padre).

Ciò premesso: più o meno a metà anni 80 l'IRI, a cui facevano capo tutte le aziende a partecipazione statale, rappresentava una voragine nei conti pubblici, perdeva miliardi come oggi l'Alitalia o le FS. Il governo di allora, a maggioranza democristiana e socialista, decise quindi di chiudere l'IRI privatizzando prima le aziende che controllava, non per una spinta liberalizzatrice ma per alleggerire il debito pubblico. A questo compito fu chiamato Prodi, appoggiato da una parte della DC ma osteggiato dal PSI, anche se i due partiti stavano insieme al governo. Perchè il PSI era contrario? Perchè le aziende pubbliche possono essere occupate facilmente da uomini di partito e sono un serbatoio di posti di lavoro e, all'occorrenza, tangenti a disposizione dei partiti. Il PSI, con il suo 12-13% attraverso il controllo delle partecipazioni statali riusciva a detenere un potere di gran lunga maggiore rispetto ai suoi voti. Un caso esemplare di questa opposizione del PSI fu la vicenda della SME, a cui il nostro nanetto di Arcore partecipò attivamente (anche se tramite Previti), ma questa è un'altra storia. Prodi nel frattempo cominciava a vendere pezzi di azienda, ma è facilmente comprensibile che non si forma una coda di potenziali acquirenti quando le aziende sono fortemente indebitate. Prodi fece delle scelte, certo tutte discutibili, ma per dire che ha "svenduto" l'IRI, bisognerebbe dimostrare che ha rinunciato dolosamente a condizioni più vantaggiose per favorire determinate aziende, magari ricevendo in cambio favori personali. In 20 anni di chiacchiere da bar sulla presunta svendita nessuno, né giornalista né magistrato, ha dimostrato questo fatto. Certo, si potevano fare scelte diverse, come un ulteriore sforzo per mantenere pubbliche le aziende e risanarle, ma questo non dipendeva da Prodi, bensì dal governo di allora. Prodi semplicemente eseguì il lavoro che gli fu assegnato (poi completato da altri, si dimise 2 volte per cambi nella maggioranza), bene o male non spetta deciderlo certo a Tremonti o a Brunetta, che nel PSI craxiano ci hanno sguazzato fino a quando hanno potuto.

Spero di non avere annoiato troppo.

Per quanto riguarda il controllo delle televisioni le P2 basta leggersi il programma di Propaganda 2 e le interviste dello stesso Gelli, che chiese addirittura i diritti d'autore su alcune "soluzioni" nel programma dal polo delle libertà (vigilata o su cauzione)

1 risposta

Classificazione
  • 10 anni fa
    Risposta preferita

    Adesso mi spieghi come hai fatto a capire che sono Stefano Lanti? altrimenti mi rifiuto di risponderti <.<

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.