promotion image of download ymail app
Promoted

uscire da dca è difficile,ma andare in un centro mi sta veramente aiutando?LEGGETE ragazze/i a dieta!!!?

sto uscendo(o almeno provando ad uscire) dai disturbi alimentari.

il cibo è la mia ossessione.

ultimamente mi sto impegnando tanto, non mi abbuffo e non vomito quasi mai.

nel centro in cui vado una volta a settimana mi danno consigli che devo cercare di seguire e mi pesano, ma sento che puntano tutto sul peso,non sul problema.

nel senso,la dottoressa che mi segue vuole solo che io mangi più carboidrati, mi pesa e se sono ingrassata sto migliorando,se sono dimagrita sto peggiorando, punto.

io penso che il problema sia più complesso e più psicologico...delle settimane mi costringo a mangiare molto,ingrasso, e mi sento peggio delle settimane in cui mangio quello che mi sento (sempre sforzandomi di aumentare le dosi ogni giorno...un po alla volta)

sento che la dottoressa guarda solo il peso, non nota ad esempio che dopo 4 mesi ho mangiato per la prima volta un piatto di pasta, o mezza pizza. continua a dirmi parole perchè negli spuntini mangio frutta e non crackers,e non nota che ogni settimana a pranzo o cena aggiungo un po di pane in più, o cerco di mangiare un primo piatto almeno 3-4 volte a settimana.

mi ha detto che la cosa fondamentale è che io arrivi ai 54 chili.

sono partita da 45,sono arrivata ai 52 e stavo male, mi sentivo gonfia.da quando mi ha detto "DEVI pesare 54 chili" ho cominciato a ridimagrire arrivando a 47.

ora non so quanto peso, vorrei prendere uno o due chili ma la mia priorità è tornare a mangiare normalmente, senza paura del cibo.sbaglio?

sono alta 1.66 m

mi si vedevano le costole,le braccia poi sembravano quelle di una bambina. e la pancia stava sempre lì, a ricordarmi che potevo ancora sparire, un po' di più, che c'era ancora qualcosa da eliminare, di me stessa.

non ci vuole tanto, io in pochi mesi mi sono distrutta.

non serve arrivare a 35 chili per essere malata. la malattia ce la puoi avere anche se pesi 60 chili. è nella testa, nello stomaco, nel bagno, nel piatto. non serve che sia testimoniata dalla bilancia.

state attente,davvero.ricordate che nutrirsi deve sempre essere un piacere, una forma d'amore verso se stessi.

io sto cercando di capirlo.

5 risposte

Classificazione
  • 10 anni fa
    Risposta preferita

    credo che tu abbia scritto la tua storia perchè scrivere aiuta e voglio cercare in qualche modo di confortarti dicendoti che non sei l'unica al mondo.

    anch'io in un certo senso ho vissuto la tua esperienza. non ero bulimica ma mangiavo poco e quando mia mamma ha cominciato a stressarmi quasi per ripicca ho cominciato ad abbuffarmi di nascosto e da 47 chili sono salita a 55! è stato il periodo più brutto perchè mangiavo senza controllo e mentre mangiavo pensavo "che sto facendo?" "poi mi pento" ma non mi fermavo e poi mi pentivo e i sensi di colpa sono la cosa peggiore.

    poi mi è tornata la buona volontà e sono scesa a 48 ma per la dietologa ero sottopeso (sono alta 1.60) e per farmi tornare il ciclo voleva che ingrassassi così ora sono fissa sui 51 e sto bene!

    a differenza della tua dottoressa, alla mia importava molto di insegnarmi a mangiare e io non pensavo che sarei guarita un giorno e ancora adesso quando mangia patatine fritte o dolci penso "sono davvero io!" "non avrei mai creduto di potercela fare" e non mi sento più in colpa. sono felice di mangiare, amo il cibo, mi concedo tutto e non faccio le abbuffate. sono guarita! sono una ragazza normale! seppur devo ammettere che alle calorie e a qualle cose ci penso ancora ma non come una volta. un piatto di pasta 350 calorie? ma è pochissimo! mi dico. mentre prima era un problema anche quale yogurt mangiare...

    quindi concordo con te sul fatto che questa è una malattia MENTALE e non fisica, perchè io non sono mai stata magra da preoccuparsi, ma ero ossessionata in modo assurdo. ero depressa, piangevo, mi sono chiusa col mondo e mi auguro davvero che ci siano altri dottori bravi come i miei che possano aiutare le ragazze con questo problema.

    io ti auguro tutto il meglio, impegnati, la strada per guarire è lunga (ci ho messo 2 anni) ma guarire è possibile e devi mettercela tutta perchè poi sarai di nuovo felice e il cibo ci rende belli, non è un nemico, è un amico.

    ti prego guarisci e sorridi ancora!!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • ?
    Lv 4
    10 anni fa

    LA NUTRIZIONISTA NN VUOLE FARE COME LA NONNA DI HANSEL E GRETEL KE TI METTI ALL'INGRASSO LA NUTRIZIONISTA NEI DISTURBI ALIEMNTARI HA IL COMPITO DI FARTI MANGIARE I CIBI KE TE EVITI .........PER PAURA PERKè TE MANGI LA FRUTTA AGLI SPUTNINI QUANDO INVECE TI ANDREBBE ALTRO ................ED è COSì FIDATI ANCHE LA MIA LA VEDEVO COME UN NEMICO MI DICEVA MANGIA COTOLETTA MANGIA PIZZA E IO NN FACEVO NULLA ORA AVENDO RECUPERATO IL PESO E AVER RISKIATO DI ANDARE FUORI RANGE è LEI STESSA A DIRMI NO ADESSO COMPRATE LA ROBA CONTATA IN CASA E LE PROZIONI DEVONO ESSERE REGOLAIE MI DA STRATEGIE PER NN ABBUFFARMI QUINDI TRANQUILLA SEGUI CIò KE TI ICE PERKè UNA VOLTA ARRIVATA AL PESO TI INSEGNERà A MANGIARE QUELLO KE VERMANETE VUOI MANTENENDO IL PESO .........TRAQUILLA SO COSA PROVI PERKè ANCHE IO LA VEDEVO COME LA CATTIVA

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 10 anni fa

    è quello che nessuno sembra capire di questi centri.

    è ovvio,per loro sei lo strumento di lavoro,gli porti i soldi tu e il loro paziente è guarito se è arrivato ad un tot di peso. sei un numero dentro una cartella,da un numero sei partita e a un altro devi arrivare.

    come una lettera stampata e timbrata!!

    cosa ci vai a fare? per cosa?

    se non cambi il meccanismo della testa, è inutile ogni cosa.anche se mangi come tutti.

    qualcuno ti dovrebbe aiutare a cambiare qst meccanismo,ma vaglielo a spiegare a questi gran dottori, vai a dirgli tu muori dentro e bruci..bruci.. dentro un focolare acceso e tutti fanno finta di non assistere alla tua distruzione.

    io sono stata ricoverata, alimentata con le flebo e ora mi ritrovo peggio di prima...ancora più confusa,ancora più malata.

    ma ho detto BASTA,basta la vita é mia e io me la devo riconquistare...io mangio,per me,per il mio corpo...un passo alla volta, piano e adagio..

    ma è la testa...maledetta testa che deve cambiare,no il peso!!

    ti auguro tanta fortuna

    ciao :)))

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 10 anni fa

    No, tu l'hai capito. Stai cercando di mettere in atto ciò che hai capito, ed è un pò più difficile. Io ti faccio un grande inboccalupo.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 10 anni fa

    Anch'io ho paura di ingrassare e sto esageratamente attenta a ciò che mangio,anche se sono perfetta così...ho fatto delle diete da me e non ce l'ho mai fatta a perdere peso...ma sono contenta così perché mangiare è un piacere e vorrei che nessuno avesse di questi problemi...comunque io quando mi metto a dieta e esco con gli amici,loro con la loro allegria e spensieratezza mi fanno capire che sto veramente esagerando (loro non sanno nulla del mio ''problema'',l'ho capito da sola) e con loro mi passa subito la fissa. Io penso che i tuoi medici dovrebbero parlarti di come funziona il metabolismo. In breve posso dirti che se abitui il tuo corpo a mangiare poco,il poco che ingoi il tuo corpo lo assumerà del tutto perché non gli basta...inoltre,se non assumi abbastanza carboidrati perdi tono muscolare (sono i muscoli in movimento che ti fanno consumare calorie) quindi non è meglio mangiare sano e fare un po' di attività fisica? Il problema che è nella tua testa puoi risolverlo se esci con gli amici,ti diverti,e sei spensierata...la vita è troppo bella per non godersela così com'è...in bocca al lupo per tutto! ;)

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.