Dr Madcat ha chiesto in Arte e culturaLibri ed autori · 1 decennio fa

Qual è il libro più orrido (in relazione al giudizio letterario) che avete letto?

Raccapricciata, attonita, e avvilita dalla lettura di un libro (un'opera prima), non riesco a non scrivere due parole sul senso di sconforto che mi ha preso e sulle domande che ne sono scaturite...Con quale coraggio hanno pubblicato questo romanzo? La casa editrice non aveva nemmeno un correttore di bozze? Il talent-scout che ha scoperto questo giovane autore, non ci fa una figuraccia, visto che si è esposto in prima persona per far pubblicare l'autore in questione? Come si fa a riuscire così ridicoli nel presentare una storia, e ancor più ridicoli, nello scrivere in uno stile da scuola media (con rispetto parlando per quei ragazzi)?...

Non mi è però concesso di parlare apertamente, di citare e di fare sana critica, per ragioni che non posso qui indicare.

Non mi resta, perciò, che condividere con voi il mio stato d'animo, e chiedervi se anche voi vi siete sentiti così sconfortati dinanzi al livello scadente di certe produzioni. Vi siete mai imbattuti in qualche opera che non avete più voluto vedere, che ha suscitato i vostri commenti più acidi, e verso la quale avete avuto il solo desiderio di farla ricongiungere al suo più adeguato habitat (la pattumiera)? Fatemi sapere se non sono sola (per la sfortuna della letteratura).

Aggiornamento:

No, non si tratta di un libro "mainstream" come quelli. Come ho scritto si tratta di un'opera prima di un giovane autore, che non credo abbia raggiunto la fama nazionale (lo spero, quantomeno...). Non voglio aggiungere altro...Anche perchè se mi mettessi a citare il titolo, farei ulteriore pubblicità negativa ad un autore che già se ne fa troppa da solo...

11 risposte

Classificazione
  • ?
    Lv 6
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Ma certo! Io ho uno scaffale di libri ''NO'' ;)

    Te ne cito alcuni:

    -Il simbolo perduto di Brown. Mi erano piaciuti i suoi altri libri (ovviamente non è alta letteratura, ma sono piacevoli), questo invece mi ha fatto veramente chiedere cosa aveva in testa quando l'ha scritto. Fa pena. Ma seriamente pena.

    Siccome ultimamente mi dedico a libri horror/thriller, ho fatto fuori quelli che avevo in casa, comprati e non ancora letti, o ricevuti in regalo.

    -Il libro dei morti della Cornwell...O-MIO-DIO! Ma scherziamo? Ok, tutti possono sbagliare, ma questa autrice tanto acclamata con tutto quel successo scrive porcherie del genere? Oddio!

    -Al crepuscolo di King. Il mio caro King che mi cade così in basso...veramente pessimo.

    -Ed infine...un libro acquistato on-line di getto, attratta dalla copertina e dal tema satanico/horror. Devo smetterla! Smetterla con queste spese pazze!

    http://www.lafeltrinelli.it/products/9788842915324...

    In fondo alla pag c'è il mio commento ... Per di più la TEA ne ha fatta una ristampa ... ma con che coraggio?

    Capisco il tuo umore e ti sono vicina ;)

  • Anonimo
    1 decennio fa

    twilight saga

  • 1 decennio fa

    Beh, la mia risposta non può che partire da Isabella Santacroce; ho letto solo due suoi libri, "Fluo" e "Lovers", e sono tutti e due così brutti che a tratti ridevo per l'insensatezza; non finiscono nella pattumiera solo in virtù del loro essere involontariamente comici.

    E a loro aggiungo "Con Le Peggiori Intenzioni" di Alessandro Piperno:raramente mi sono così stancato dei personaggi di un libro, spero di non dover mai leggere più nulla di suo...

  • Peppe
    Lv 7
    1 decennio fa

    Sì.

    "La Repubblica", Platone.

    Si tratta di un' opera di uno dei più importanti Filosofi...

    Io amo la Filosofia, ma con questo libro mi sono sentito veramente male!

    345 pagine di pura ripetizione.

    Sì e no, le pagine di questa opera dovrebbero essere 50... Questo 50 pagine vengono ripetute continuamente fino a raggiungere un totale di 345 pagine.

    Quando ho terminato la lettura, ho riposto il libro sullo scaffale e mi sono dispiaciuto per la Filosofia, è un' offesa!

    :-)

    Fonte/i: Ego.
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    11 minuti di Coelho. E spero che sia come sparare sulla croce rossa, perché non ho mai visto un libro più falso sulla vita delle prostitute (certo perché loro pensano a intraprendere un cammino spirituale o magari a sopravvivere?), più scialbo nelle scene di amore e meno attizzante nelle scene di sesso. E più banale nelle riflessioni e nello stile.

    Io non so davvero a chi possa piacere una roba così.

  • Erika
    Lv 4
    4 anni fa

    Tra i classici se la giocano: Orgoglio e Pregiudizio della Austen e Anna Karenina di Tolstoj. Tra i moderni, non perderti assolutamente: L'ombra del vento di Zafon, SPETTACOLOOO!! E basta con la Meyer!! insegnatele A LEI a scrivere,e al suo traduttore a usare i congiuntivi!!! Mi dispiace ma non contano i libri scritti da chi non sa scrivere; e non lo dico perché non li ho letti!!

  • 1 decennio fa

    Sono ancora traumatizzata da "Moby Dick", di Melville, l'unico romanzo in vita mia che non sono mai riuscita a finire (e guarda che ho portato in fondo roba che voi umani non potete nemmeno immaginare).

    Però quello aveva uno straccio di senso, in confronto al più brutto libro della mia biblioteca, ossia il "Codice da Vinci", quello con cui ho capito il senso della frase di Eco "non insultate i vostri lettori, quelli poi si vendicano e insultano l'autore". Un professore che si occupa di religione (non voglio ricordarmi qual era la sua specialità) e che si vanta di conoscere l'alfabeto ebraico? Si vanta, capite, come se fosse una roba eccezionale che conoscono in quattro nell'universo? Io conosco gente che legge il cuneiforme (in almeno tre lingue diverse) e pensa che sia normale nel suo lavoro (non sono alieni, è solo che si occupano di quelle cose). Per non parlare di roba più esotica.

    Però, se ti consola, nella saggistica capita anche decisamente di peggio e a volte ti tocca pure studiarle, certe cretinate e certa "prosa" impossibile.

  • saga22
    Lv 6
    1 decennio fa

    il profumo di suskind

  • 1 decennio fa

    Ora mi daranno migliaia di pollici in giù....ma ti dico...."il giovane holden" di Salinger....un libro cosi' famoso,un classico ritenuto uno dei migliori...eppure è stato il romanzo(se cosi' si può chiamare) più brutto,orribile,deprimente e palloso di tutti quelli che ho letto...

    Fonte/i: La buon anima di Salinger nn c'è più...ho potuto menzionarlo :p
  • Anonimo
    1 decennio fa

    fammi indovinare.. parli di moccia? cmq io nn ho mai letto nulla di lui, ma devo dire davvero che i suoi "libri" (oddio che offesa verso chi sa davvero scrivere!!!!) non sono nemmeno equiparabili alla spazzatura... sono ben peggiori...

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.