Come posso fare per costruire un impianto stereo e amplificarlo partendo da un' autoradio?

Buongiorno a tutti!

Vorrei costruire un impianto stereo da casa partendo da un'autoradio...

(sarebbe la mia prima realizzazione di progetti del genere)

Ho capito che: devo alimentare l'autoradio, molti consigliano gli alimentatori ATX dei pc, con delle modifiche adeguate ,portare così la 220 ai 12, da collegare poi al sintolettore e ai diffusori...

so che comprare un mini stereo mi costerebbe meno, ma è x il puro gusto di farlo da me =)

I dubbi e i timori di fare qualche casino mi son venuti essendo la prima volta, ma vorrei iniziare e da qualche parte dovrò ben partire no?! =)

le parti del progetto che mi creano problemi sono le seguenti:

- come collegare l'alimentazione correttamente all'autoradio senza bruciare tutto;

- collegare un amplificatore per dare potenza al sistemino trovandosi esso in un magazzino di modeste dimensioni.

in questo caso, collegare un amplificatore è possibile?

se si, che tipo di amplificatore dovrei utilizzare? (immagino uno da auto...)

va bene collegare il tutto a 2 casse da stereo con i classici fili rosso-nero? non casse da auto... o meglio utilizzare casse da auto? ero indirizzato ad un sistema a 2 vie, con casse che integrano 3 altoparlanti, tweeter, medi e bassi..

e infine, di quanta potenza necessiterebbe un sistema del genere?

non saprei che amplificatore prendere, nel senso di potenza..

sicuramente a solo 2vie... sui 100 watt.. bastano??

come ampere dovrei stare intorno alle 6 o 8A?

(autoradio + amplificatore da 100watt + 2 casse a 3 altoparlanti l'una)

come alimentatore ero indirizzato su quelli da pc perchè da cosa ho capito raggiungono la giusta potenza e hanno costi contenuti...

il "case" me lo autoproducero o modificherò qll di un vecchio pc..

Qualcuno d voi l'ha mai fatto , o saprebbe come darmi una mano?

GRAZIE!!

2 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    10 anni fa
    Risposta preferita

    Ciao

    E'un progetto un pò strano, e secondo me un pò azzardato: Ti spiego, gli alimentatori per pc, innanzitutto, sono sì molto economici, ma producono una quantità di rumore non indifferente, infatti in ambito hifi si usano in genere alimentatori lineari, molto più grossi, pesanti, inefficienti e costosi, che per contro hanno però un erogazione di corrente assolutamente più pulita e veloce.

    Al limite, valuterei un'alimentatore switching ben progettato, ma perdi il vantaggio dell'economicità.

    Per l'alimentazione dell'autoradio, necessiti di un +12V e una massa, tutto il resto è superfluo. Serve poi un collegamento che prelevi il segnale "antenna" dall'autoradio e lo usi per pilotare l'amplificatore. Di solito è un cavetto di colore blu, che esce direttamente dall'autoradio e si porta a +12V al momento dell'accensione, e và collegato a alle antenne motorizzate (da cui il nome) o più comunemente all'amplificatore, che così si accende solamente quando è accesa l'autoradio.

    Purtroppo, l'autoradio ha un collegamento diretto alla batteria, e resta sempre sotto tensione, collegandola all'alimentatore che invece viene acceso e spento, c'è ottima probabilità che l'autoradio perda la "memoria" e le impostazioni salvate.

    Veniamo all'amplificatore, punto dolente, secondo me, del progetto.

    Gli amplificatori per macchina sono alimentati a 12Volts, come ben sai, e quindi, per erogare delle potenze decenti, specie su altoparlanti HiFi da 8 Ohm (in macchina si usano infatti quelli da 4) hanno bisogno di un circuito survoltore interno, cioè tu le alimenti a 12, loro alzano questa tensione e la usano per lo stadio di amplificazione.

    Questo ti porta degli enormi svantaggi:

    1)L'alimentatore deve lavorare a una tensione molto bassa ma deve essere in grado di erogare correnti enormi (10Ampere E' una corrente enorme), quindi costa molto di più

    2)Il circuito survoltore produce ancor più rumore e "sporcizia" elettronica, a tutto svantaggio della qualità del suono.

    Comunque, detto questo, tieni presente che di solito la potenza degli amplificatori è calcolata in Watt RMS su un carico da 4 ohm, quindi per esempio se un amplificatore a 2 canali è marcato 2*50Watt, significa che su ogni cassa hifi avrai si e nò 25 Watt. Il discorso della potenza dipende molto da che musica ascolti, da come la ascolti e dalla Nonsibilità delle tue casse, ci sono klipsh di alta gamma che con 25 Watt ti spostano, ci sono casse che con 25 Watt manco si scaldano, tutto quì..

    Come collagamenti, rivedendo il tutto, l'autoradio và collegata dirattamente all'alimentatore, lo spinotto ISO di solito, a meno di rimaneggiamenti, ha i fili di colore standard. Il rosso è l'accensione remota, che nel tuo caso và collegato a +12, il giallo è l'alimentazione vera e propria, +12V. Il nero è la massa, che collegherai all'uscita dell'alimentatore.

    Il cavetto blu, invece, và collegato direttamente dall'autoradio all'amplificatore, di solito è chiamato "remote" .

    L'ampli andrà collegato sempre all'alimentatore.

    Il segnale viene trasferito dall'autoradio tramite le uscite preamplificate, RCA, che si trovano nella parte posteriore; le uscite dell'ampli vanno collegate direttamente alle casse, rispettando le polarità (non invertire + e -, non succede nulla di pericoloso per te o l'impianto ma peggiori la qualità sonora.)

    Non necessiti di filtri in quanto ne sono già provviste le casse.

    La mia idea è che l'impianto sia assolutamente fattibile, ma credo che ne valga la pena solamente con componenti "di recupero", perchè la qualità che otterrai sarà sicuramente bassa, e se devi comprare alimentatore e ampli il gioco non vale la candela, assolutamente.

    In questo caso, se ti piace smanettare, potresti comprare un amplificatore in classe T, si trovano a prezzi ottimi e come qualità sono anni luce sopra gli ampli per auto, puoi trovare kit da costruire, oppure già assemblati, magari senza case per poterci lavorare tu.

    Saluti e buon lavoro!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 10 anni fa

    Ma perchè complicarsi la vita con qualcosa che non conosci? Dunque, l'autoradio deve avere una uscita non amplificata ( così non funziona l'ampli interno), questa uscita deve essere collegata ad un ampli da comprare. L'autoradio si alimenta a 12 Volt( come la batteria dell'auto) credo che un alimentatore da 3 A è più che sufficente. La potenza dell'ampli la scegli tu secondo le tue esigenze. Le casse, argomento difficilissimo da trattare......meglio se 8 ohm, l'ampli lavora con meno stress e distorce meno ( su 4 ohm è costretto ad erogare una potenza doppia e prima o poi....si scassa) di efficenza media ( 90 db/2,83V/1m, lo trovi scritto dietro nelle casse buone). A proposito casse : devono essere in legno e non in plastica come si usa oggi!!! I cavi ......no assoluto a cavi rosso e nero per le casse, fanno schifo! Nei negozo di elettronica trovi i cavi idonei, costicchiano ma rendono bene.

    Se ti capita, lo trovi credo su ebay, compra un gainclone ( lo trovi di solito in kit da montare ma con un po di pazienza o trovi chi te lo monta o chiedi il montaggio con sovraprezzo- 35/40 W reali ) costa un'inezia ma suona alla grande e di certo molto meglio della quasi totalità dei prodotti commerciali. Non utilizzare alimentatori per PC sono i peggiori prodotti in circolazione per alimentare circuiti audio.Comunque mettere insieme tutta sta roba è difficilotto, il rischio è quello di buttare soldi in una cosa che poi non riesci a mettere insieme. Gli apli per PC non se vadano bene, credo, dovrei controllare, che le impedenze non siano molto compatibili. Se così fosse il rischio è un taglio netto delle frequenze audio.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.