Il 4 maggio 2021 il sito di Yahoo Answers chiuderà definitivamente. Yahoo Answers è ora accessibile in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altri siti o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

? ha chiesto in Matematica e scienzeMedicina · 1 decennio fa

Uremia e azotemia differenze?

Non riesco a capire le differenze e i Valori Normali dell'una e dell'altra c'è confusione nelle descrizioni NO WIKI

2 risposte

Classificazione
  • Andrej
    Lv 5
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Eccoti la distinzione dei termini:

    L'uremia nel tempo passato era una parola usata per indicare che l'urina era ritenuta nel sangue (era quanto si pensava accadesse quando uno non urinava più...cioè era in ritenzione).

    Oggi invece si intende lo stato di intossicazione derivante l'accumulo di composti azotati nel sangue, i quali, normalmente, verrebbero eliminati attraverso l'urina.

    Se però i reni non funzionano, ad esempio, ecco che l'accumulo di queste sostanze produce una pericolosa intossicazione. Comunque ad "uremia" si preferisce ormai di gran lunga il termine di sindrome uremica.

    L'azotemia è, invece, un semplice parametro che non sottende necessariamente una patologia. Indica la quantità di l'azoto nel sangue.

    Un elevato tasso di azoto ematico non è necessariamente sintomo di patologia. per esempio chi fa una dieta con abbondanza di carne ha azotemia un po' elevata ma è tutto a posto...cioè non è malato.

    L'iperazotemia ( troppe sostanze azotate nel sangue: ad esempio: l'urea, i nitrati (NO3), la creatinina ....) che inducono uno stato tossico chiamato un tempo uremia ed oggi col termine più chiaro di sindrome uremica.

    Una considerazione personale:

    è vero che da molte parti c'è gente che usa il termine uremia come sinonimo di iperazotemia...da qui la confusione visto che poi questo equivoco viene trasferito anche nei testi con grande disorientamento degli studenti.

    Se nel tuo libro di testo non riesci a trovare la distinzione chiara tra questi due termini allora buttalo via senza rimpianti e sostituiscilo con qualcosa di più valido.

    Però d'altro canto mi rifiuto anche di credere che non riesci a rintracciare da te i valori normali di azotemia al punto da essere costretto/a a chiederli qui.

    Dai trovali da te quelli; sarà un utile esercizio.

    In bocca al lupo

  • Anonimo
    1 decennio fa

    si

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.