promotion image of download ymail app
Promoted

Un'auto in discesa con la retromarcia inserita può muoversi?

Vi chiedo, popolo di answers, se (e come) è "meccanicamente" possibile che una vettura in forte pendenza ma con retromarcia inserita e freno a mano tirato possa scendere in modo lineare e non a scatti. Aggiungo che l'auto in questione è una Fia

t bravo nuova (non so la versione precisa ma è una delle due più potenti).

grazie in anticipo

2 risposte

Classificazione
  • 10 anni fa
    Risposta preferita

    Ciao. Allora La cosa è un po' complicata da spiegare ma purtroppo non è impossibile. Ovviamente il principio vale anche per le macchine con inserita la prima. Dividiamo la questione freno a mano dalla questione marcia inserita. Il freno a mano generalmente agisce sulle ruote posteriori ( tranne in rari casi ) mediante dei cavi di aciiaio simili a quelli dei freni della bicicletta che nel caso dei tamburi posteriori fanno si che la ganascia si apra all'interno del tamburo, o nel caso dei dischi, mediante un meccanismo supplementare ( i dischi e i tamburi sono comandato idraulicamente) fa si che la pinza prema contro il disco. Il freno a mano notoriamente è un componente meccanico che è soggetto ad usura, c'è un meccanismo di recupero del gioco automatico e solitamente quando si fa il tegliando il meccanico controlla la cora della leva e con delle viti da stringere compensa il gioco. MA sostanzialmente è un sistema poco efficiente. Se la pendenza è forte e c'è un po' di gioco e la leva non è del tutto tirata ( il fatto che la macchina sia nuova non la preserva da avere giochi già all'uscita dalla fabbrica) l'azione frenante è insufficiente. E dunque c'è movimento. Il movimento dell'auto con la marcia inserita. Beh la macchina non dovrebbe nuoversi perchè la trasmissione inserita fa si che perchè la macchina si muova ci debba essere il movimento dei pistono e conseguentemente delle valvole. Per effetto polmone per un periodo di tempo sufficientemente lungo le valvole che sono rimaste chiuse fanno un effetto di resistenza che rende meccanicamente molto faticoso il movimento del pistone. MA non essendo a tenuta stagna ed essendoci altre valvole necessariamente aperte c'è una perdita di compressione e nel lungo periodo la marcia inserita diventa inefficiente, ma non da giustificare una discesa veloce. Sarà molto lenta e comunque lineare. Tutto questo specificamente in un motore a benzina con testata plurivalvole. Ricordiamoci poi anche la presenza della turbina che se viene leggermente spostata dal movimento dell'aria la girante nel condotto di scarico, fa si che ovviamente la girante nel condotto di aspirazione immetta o comunque favorisca il passaggio dell'aria. Questo in linea teorica. Personalmete farei conttrollare l'efficienza del freno a mano ( viene fatto come durante un collaudo). Sarei molto curioso di vedere un filmato. PErsonalemte lo stesso veniva fatto dalla mia fiat tempra del 93.

    ===========================================

    Se lo domanda evidentemente il problema lo fa. Forse intendevi una pendenza del 100% ossia a 45°, a 90 ° si ribalterebbe come qualsiasi mezzo non dotato di artgili o verricello.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 10 anni fa

    no ci vorrebbe una pendenza di 90 gradi

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.