Anonimo
Anonimo ha chiesto in Matematica e scienzeChimica · 1 decennio fa

L'hmx è un esplosivo primario o secondario? sublima a temperatura ambiente?

poi vorrei sapere se crea assieme all'rdx composti pericolosi se a contatto con metalli.

poi potete dirmi dei nomi di esplosivi primari(apparte nitroglicerina, nitrocellulosa, tatp, fulminato d'argento, azouturo di piombo)

1 risposta

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    La (tri)nitroglicerina come la nitrocellulosa sono considerati esplosivi secondari, nonostante possano detonare facilmente.

    La nitrocellulosa, se ad alto grado di nitrazione, come il fulmicotone, ed allo stato secco, è da considerarsi un esplosivo primario.

    Viceversa, se è gelificata e stabilizzata, con l'aggiunta di sostanze flemmatizzanti, tipo quella utilizzata per le polveri da caccia, è un esplosivo secondario.

    La stessa nitroglicerina, una volta purificata e stabilizzata, è molto meno sensibile agli urti di quanto si possa credere ed un piccolo urto potrebbe non essere sufficiente a farla detonare.

    In passato, il fulmicotone si usava anche per detonatori, ma non è molto buono per tale scopo, perché sono migliori le sostanze che esplodono per accensione.

    Il TATP è un esplosivo primario, molto più pericoloso della nitroglicerina per la sua estrema sensibilità agli urti meccanici.

    Tuttavia, sotto un grammo, solo il fulminato d'argento e l'azoturo di piombo detonano liberamente all'aria aperta e più in generale, i sali dei metalli pesanti (rame, piombo, mercurio e argento) di molti composti organici azotati

    Un altro detonante che si prepara facilmente è il picrato di piombo.

    Si cerca sempre di sostituire gli azoturi in tutti i campi (medico, industriale, militare, ecc.), perché, malgrado la loro superiore stabilità chimica rispetto ai fulminati ed agli acetiluri, costano troppo.

    L'HMX è un esplosivo secondario con una sensibilità agli urti meccanici medio-bassa.

    Per detonare richiede una carica primaria.

    A contatto con metalli, solo gli esplosivi acidi come il picrico, l'acido stifnico, l'acido picrammico, i tetrazoli, ecc., sono pericolosi a contatto con i metalli.

    Lo stagno non è attaccato dall'acido picrico e serve proprio per fare i rivestimenti dei recipienti metallici ai quali viene a contatto.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.