A 23 anni sono ancora immatura per certe cose?

E' possibile che a 23 anni io non senta ancora il bisogno di avere una persona accanto, con la quale condividere la vita? Innamorarmi è l'ultimo dei miei pensieri, ma guardandomi intorno vedo tutte ragazze fidanzate o che cercano disperatamente l'amore...inoltre, quando parlo con la gente, sembra che essere fidanzati sia una priorità: "ma il fidanzato ancora niente?" "hai il ragazzo?" "ma come fai a stare da sola?". Per farli stare zitti/e dico che frequento dei ragazzi (ed è vero) ma di fatto non mi innamoro mai. Può essere anche la persona più gentile ed educata del mondo, ma niente, ho come un blocco che mi impedisce di lasciarmi andare. E non capisco se effettivamente si tratti di un blocco psicologico o se la vita sentimentale non fa per me...come fare a capirlo? Appena vedo che un ragazzo è interessato da "quel punto di vista" mi tiro indietro. Analizzandomi, sono arrivata alla conclusione che:

1- non sono dell'altra sponda, altrimenti mi interesserebbero le persone del mio stesso sesso e così non è;

2- non manco di autostima perchè se c'è qualcosa che non mi garba negli altri non ho problemi a dire la mia, sono la prima a cercare di fare nuove amicizie, non seguo la massa e, anzi, ho un carattere abbastanza forte e penso con la mia testa; mi piacciono molto alcuni aspetti del mio carattere come la disponibilità, la sensibilità...insomma, ho coscienza di me e dei miei pregi e difetti e mi piaccio così come sono.

Ma allora, se non si tratta di "altra sponda" nè di mancanza di fiducia in me stessa, perchè non mi innamoro e trovo difficile istaurare una relazione con qualcuno? Ho conosciuto un ragazzo semplice, serio, che condivide alcuni miei interessi, eppure il solo pensiero di impegnarmi con lui mi infastidisce.Finchè si tratta di uscirci bene, ma se si va oltre vado nel panico. Non si tratta di dover trovare la persona giusta, perchè questo ragazzo, con le sue caratteristiche, potrebbe davvero fare al caso mio. Si tratta di immaturità? Vivo in un perenne stato di incongruenza tra quello che DOVREBBE essere il comportamento di una ragazza della mia età (fidanzati, relazioni, sesso) e quello che realmente E' il mio modo di condurre la vita (coltivo i miei interessi e sto bene con me stessa, viaggio, studio, frequento dei corsi ma per l'amore c'è poco spazio!). Qualcuno mi ha detto che in futuro sentirò la mancanza di un partner e che mi pentirò di non aver investito sulle relazioni sentimentali...può anche darsi ma a questo punto dovrei mettermi con qualcuno solo per paura che a 35 anni potrei sentirmi sola? non so più cosa fare... Ho provato a frequentare qualcuno ma alla fine non cambia nulla. Anche questo ragazzo con cui sono uscita...razionalmente potrebbe essere il mio tipo, eppure non so, se si prospetta l'ipotesi di mettersi insieme fuggo come una lepre.

5 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    9 anni fa
    Migliore risposta

    Sei uno spirito libero che non accetta catene di alcun genere.

    Meglio così, single autosufficiente, piuttosto che schiava delle convenzioni umane o, peggio, degli stereotipi che ti renderebbero vuoto simulacro di te stessa, controfigura e non protagonista della tua vita.

    Se é vero che non sei "omosessuale", apprezzo ancor di più le tue scelte, frutto di chiarezza intellettuale e grande forza d'animo

    ....parola di errekappa, filosofo spiantato, illuso e non deluso, purtroppo semianalfabeta!

  • 9 anni fa

    è normale che non ti innamori se non hai ancora incontrato la persona giusta. invece mi sembra innaturale che non hai ancora fatto sesso pero' forse stai aspettando la persona giusta anche per quello

  • 9 anni fa

    ahahah...non ci credo! sembra la trasposizione della mia vita al femminile.

    poi adesso che ho 21 anni sembra sia scattato l'allarme rosso..capita quasi sempre che quando sono tra amici piuttosto che in famiglia qualcuno se ne salti fuori con "ma poi la ragazza?"..

    non è che non mi va l'idea di avere una ragazza,anzi, però ogni volta finisce che quando lei si affeziona, incomincia a dirmi cose troppo serie me ne scappo via (scappo in modo di dire, la verità gliela dico in faccia, sarò anche immaturo ma mica *******). sono anni che cerco di capire perchè non riesco ad essere come tutti i miei amici pur essendo un ragazzo come si suol dire "normale" però per ora non mi son dato ancora una risposta.

    comunque mi fa piacere vedere che c'è chi vive la mia stessa situazione incominciavo a sentirmi stano. o forse lo siamo? =)

  • 9 anni fa

    Ciao,

    non sono uno psicologo ma credo che il tuo "problema" sia il seguente... tu scrivi:

    "ho un carattere abbastanza forte e penso con la mia testa; mi piacciono molto alcuni aspetti del mio carattere come la disponibilità, la sensibilità...insomma, ho coscienza di me e dei miei pregi e difetti e mi piaccio così come sono."

    Il "problema" è che ti fossilizzi troppo su te stessa ed hai paura di instaurare un rapporto serio con un altra persona perchè hai "paura" che non abbia il tuo stesso carattere, quindi forte e sicuro (da quello che ho capito è come se ti sentissi bene solo con te stessa)... dovresti solo impararti a "buttare".

    Con questo ragazzo interessante potresti tentare l'approccio spiegandogli tutte le tue perplessità, facendo in modo che lui non si aspetti niente più di quanto gli puoi offrire.

    Se poi dovesse andar male, amen... pian piano scoprirai i lati del tuo carattere da "smussare" o da rinforzare per vivere una serena vita di coppia (che comunque penso tu non sia obbligata a vivere in coppia se non è quello che vuoi, almeno provaci, così alla fine, potrai trarre le tue conclusioni).

    Fonte/i: Punto di vista
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • BENDER
    Lv 4
    9 anni fa

    A me capita spesso questo, che magari ho tanta voglia di conoscere, frequntare una certa persona...e quando finlmente avviene il momento che questa persona scopre che esisto, e si interessa a me, anche semplicemente amichevolmente...mi viene da ritrarmi!

    Mi viene da fare un passo indietro, perchè ho paura che se quella persona mi conoscerà davvero x come sono fatto, se trascorrerà del tempo con me...non gli piacerò, scoprirà che ho lati sgradevoli oppure lati noiosi e poco interessanti...quindi la deluderò e si allontanerà.

    Quindi quando arriva il momento che tanto desidero..rifiuto inviti, evito posti o situazioni in cui potremmo incontrarci, divento sfuggente non dandogli modo di conoscermi un pò di più...

    Hai semplicemente paura di essere delusa.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.