mi consigliate un buon antiparassitario per piante grasse?

Per una questione lavorativa non sono spesso in casa e tenere piante grasse mi da soddisfazione perchè non necessitano di cure particolari.

Non ho mai avuto alcun problema ma da quando ho cambiato casa è successo che ne sono morte ben quattro! immaginate la mia tristezza...

credo sia una questione di funghi o parassiti perchè dai sintomi ho letto sui vari forum che di questo potrebbe trattarsi.

In questi forum ho letto che bisogna usare degli antiparassitari da mettere nel terriccio...

Potreste indicarmene qualcuno? magari non eccessivamente costoso?

E se volete darmi anche qualche consiglio o segreto utile ve ne sarò grata!

1 risposta

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    EZIOLAMENTO: la pianta in condizioni di scarsa luce, caldo e concimazioni non corrette perde colore e i fusti si allungano. La crescita riprende non appena la pianta riceve le cure adatte. Potare i fusti fino al tessuto sano.

    Ai seguenti prodotti è riconosciuta una proprietà antisettica, a volte antibatterica e antimicotica, soprattutto a livello preventivo.

    Estratto di propoli: trattasi di un antibiotico naturale, in grado di prevenire muffe e batteri, con proprietà disinfettanti e cicatrizzanti delle ferite. Preparazione: 50 gocce in un litro d'acqua, da applicare su tagli, innesti, ferite e per bagnare il substrato di semina. Spesso si aggiunge la lecitina di soia (un cucchiaio in un litro d'acqua).

    Estratto di pompelmo: utile contro funghi, batteri, virus, marciumi del colletto. Preparazione: 30 gocce in un litro d'acqua, con l'aggiunta di 10 gocce/lt di olio essenziale di cipresso, e di 30 gocce/lt di estratto idroalcolico di propoli.

    Oli essenziali: posseggono proprietà antisettiche, soprattutto quelli di timo, cipresso e pino. Uso: trattasi di insetticidi non aggressivi, efficaci contro le uova di cocciniglie, aleurodidi, acari e insetti in genere. Preparazione: 15 grammi in un litro d'acqua, con aggiunta di un cucchiaino di sapone di Marsiglia.

    Bicarbonato di sodio: esplica un'azione contro i funghi. Preparazione: un cucchiaino da caffé in un litro d'acqua, con aggiunta di un olio essenziale.

    Silicato di sodio: è un insetticida, acaricida, fungicida, usato contro cocciniglie, afidi, acari, peronospera, oidio. Agisce per disidratazione delle cellule del parassita. E’ in vendita una soluzione acquosa di tetrasilicato di sodio al 38-40° Be. Dosi: in inverno gr 30/lt. d’acqua, in vegetazione gr. 10/lt d’acqua

    Equiseto: anticrittogamico utile per combattere le malattie da funghi (ruggini, ticchiolatura, antracnosi), in grado di stimolare l’attività biologica delle piante. Preparazione: Si fa macerare per 2-3 giorni una cucchiaiata di prodotto in un litro d'acqua, quindi si fa bollire per una ventina di minuti, poi si filtra. Uso: diluirlo nelle proporzioni di 1 a 3 prima di bagnare la pianta.

    Quassia amara: è un insetticida-aficida, ad azione repellente, con caratteristiche simili al piretro, ma innocuo per l’uomo, gli animali domestici e gli insetti pronubi. Combatte afidi, tentredine, psylla, carpocapsa, cydia, tignola. E’ in vendita una soluzione acquosa al 15%, della quale se ne usano 7 gr./lt. d’acqua.

    Azadiractina: insetticida-repellente, in grado di inibire lo sviluppo degli insetti, di riequilibrare la microflora del suolo e di esplicare un’azione nematocida. E’ in vendita una soluzione acquosa di Azadirachta indica al 15%, da irrorare in vegetazione nella misura di 10 gr./lt., con aggiunta di 7 gr. di Silicato di sodio.

    Ortica: insetticida-fitostimolante con un elevato contenuto di acido formico, salicilico, ferro e oligoelementi. Svolge azione repellente contro insetti e acari. E’ in vendita una soluzione acquosa di Urtica dioica e Urtica urens al 15%, da usare in vegetazione nella misura di 7 gr./lt. d’acqua, con aggiunta di un cucchiaino di sapone di Marsiglia.

    Artemisia: biorepellente contro insetti terricoli e formiche. Si usa spolverando una volta al mese il colletto delle piante.

    Solfato di rame: anticrittogamico con azione fungicida, utile per combattere alternariosi, cladosporiosi, cancri, ticchiolatua, peronospera, corineo. Si usa in autunno-inverno nella dose di 15 gr./lt d’acqua.

    ciao ^^

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.