chuni82 ha chiesto in SaluteSalute della donna · 1 decennio fa

malesere generale e non posso andare dal dottore?

Ciao a tutte.... dopo un periodo di forte stress (non tutto superato a dir la verità) oggi mi sento proprio a terra! tutto è cominciato 10 giorni fa quando mi ero autoconvinta di essere incinta (5 test, la ginecologa e le betahcg <1,2 hanno smentito la cosa!). Ma il mio stato di salute è decisamente pessimo. Soprattutto il fastidio enorme di fare pipì ogni ora e mezza!!! sono passata in farmacia e mi hanno detto che potrebbe essere un principio di cistite (ma a me non brucia nulla!). Cmq devo assumere una capsula minurelle al giorno.

A qualcuna di voi è capitato? che vi ha detto il dottore? io purtroppo abito lontano da casa e lavoro 8 ore consecutive e non ci posso andare (sono in procinto di rinnovo di contratto, forse, e non mi va di prendere giorni).

Aggiornamento:

1- sempre abbondanti

2- si... spessissimo è incolore

3-febbre può darsi... ma sinceramente non lo so con certezza...

3- dolori ai fianchi presenti e anche alla schiena (questa per me è una novità!)

Hai una diagnosi?

Aggiornamento 2:

si di notte lo sento... di giorno però continua... io pensavo fosse per la posizione in cui sto seduta...

inoltre ti informo che sono un pò sottopeso... (prendo la pillola perchè sennò sarei in amenorrea.. che dura da 2 anni e mezzo)

2 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    I tuoi sintomi sono compatibili con un problema di "calcolosi renale con sospetta idronefrosi".

    Non posso approfondire la risposta per ragioni di varia natura ma lascia perdere la ginecologa e corri tra le braccia di un urologo.

    Quanto meno chiedine la consulenza (anche telefonica) con una certa sollecitudine.

    Nel frattempo se ti riesce possibile sottoponiti ad una ecografia dell'addome completo e verifica i valori di azotemia e creatinina.

    -------------------------------------------------

    temo per te la presenza di un calcolo prigioniero nell'uretere.

    è soltanto una ipotesi ma questo spiegherebbe la ragione principale di tanta pipì.

    se sei una femminuccia la quantità di urina emessa nell'arco delle 24 ore (in condizioni normali) deve essere di 950 ml.

    stando così le cose io penso che tu abbia bisogno di alcune indagini strumentali e cliniche mirate, oltre alla consulenza di uno specialista.

    tuttavia nell'attesa, potresti avviare qualche indagine personale innocente per approdare ad un primo orientamento di diagnosi.

    nel merito, si renderebbe utile quantificare le urine emesse nelle 24 ore.

    per questa ragione esiste un contenitore graduato apposito (contenitore raccolta urine nelle 24 ore) che puoi trovare in farmacia al costo di qualche spicciolo.

    il mio consiglio è quello di procurartene uno e cominciare da subito la raccolta di queste avendo cura di prender nota dell'ora in cui cominci e facendo attenzione a raccogliere tutte quelle emesse nelle 24 ore successive.

    mi rendo conto che sarà scomodo andare al lavoro con un un imbuto ed un "bauletto" in plastica...ma è necessario.

    questo contenitore ha la capienza di circa 2.5/3,0 litri.

    lo scopo di questo test è quello di misurare, come già detto, la quantità di urina emessa nell'arco delle 24 ore (compresa quella notturna).

    il secondo scopo di questa raccolta sarebbe quello di sottoporre "l'intero frutto di questa" ad un laboratorio di analisi per eseguire una "clearance della creatina"....che costa pochi euro e non ti arrecherà nessun problema, nel senso che si tratta di una indagine innocua.

    Inoltre, dietro esclusivo parere del tuo medico di base, chiederei un prelievo di sangue per verificare i valori di azotemia e creatinina ed ancora, trovandoti con le mani in pasta, una ecografia dell'addome completo per verificare in particolare : reni, vescica ed ureteri.

    a prescindere da tutto, nell'ipotesi che la raccolta delle urine dovesse dar luogo ad un risultato maggiore di un litro/un litro e mezzo dovresti spingere per la consulenza con lo specialista in tempi brevi.

    quanto meno per scongiurare questa ipotesi o confermarla con una diagnosi precisa.

    a titolo cautelativo, nel dubbio e nell'incertezza, sarebbe auspicabile una ridotta attività sportiva, niente fritture, insaccati, mac donald's, bibite gasate, alcolici e birra.

    se temi di non aver compreso qualche passaggio, stampa questa risposta e falla leggere al tuo dottore.

    (non la ginecologa)

    se il dolore ai fianchi dovesse aumentare di intensità chiedi il parere al tuo medico per assumere "Orudis" (supposte).

    il dosaggio lascialo stabilire a lui.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    ciao.. credo che dovresti essere più ottimista e non prenderla così .. lo stimolo continuo a fare pipì è sintomo di molte cose, ti hanno detto cistite e non senti bruciore ma si ha molto stimolo a urinare anche in caso di diabete, in caso di infezione urinaria o problema alla vescica.. insomma tante cose.. oppure evi molta acqua oppure potrebbe non essere nulla.. potresti fare un ecografia ai reni ed alla vescica per toglierti ogni dubbio.. ma credo che il tuo sia anche sopratutto un problema di stress

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.