?
Lv 4
? ha chiesto in Arte e culturaStoria · 9 anni fa

alto e basso medioevo????????????

quali sono le caratteristiche principali del medioevo? che differenza c'è tra basso e alto medioevo??? e come mai è definito un' età '' buia '' ?

5 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Migliore risposta

    - L'alto medio evo più antico, al tempo della caduta dell'impero romano....il basso medio evo è invece ormai Rinascimento...

  • 9 anni fa

    Innazitutto il mito dell'"Età buia" è una baggianata illuminista ampiamente smentita da qualsiasi storico autorevole...l'Alto Medioevo inizia con la scomparsa di Roma Imperiale nel 476 d.c. fino all'anno 1000 circa....è un periodo in cui le vecchie istituzione romane si modificano e si dissolvono, la stessa lingua latina và modificandosi dando origine sostanzialmente alle antenate delle lingue neolatine attuali....si verifica l'affermazione del sistema feudale e del multipolarismo tra i vari stati...importante è l'espansione dell'impero arabo, che conquista tutto il nordafrica (ovviamente oltre al medioriente e all'arabia...) ed arriva nel sud della Spagna, sradicando le culture post romane che vivevano li e imponendo l'Islam.

    Il Basso Medioevo va dall'anno 1000 fino al 1492 (scoperta america), è caratterizzato da una società sempre in movimento, dall'evoluzione del feudalesimo e dalla realizzazione di grandi opere d'arte...nonchè di importanti guerre e campagne militari che hanno gettato le basi per gran parte dei moderni stati europei.

  • 9 anni fa

    viene definito età buia perchè nel medioevo si rinnegano tutte le più grandi conquiste raggiunte dal pensiero antico, della Ragione, vedi filosofia e scienze greche in favore della più nera religione.

    Si torna a credere alla terra piatta, alla terra al centro dell'universo etc. etc.

    L'evoluzione del pensiero umano e della scienza umana si ferma del tutto per 1000 anni.

    quiz : secondo te perchè l'illuminismo si chiama così ??

  • 9 anni fa

    età buia perchè di allora non ci sono molti referti, dato che per un motivo o per un'altro (principalmente perchè la chiesa bruciava i libri più interessanti) non sono giunti fino a noi

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 9 anni fa

    Il lungo arco di tempo che va dalla caduta dell'impero romano d'occidente (476) sino alla scoperta dell'America (1492) viene chiamato Medioevo, ovvero "età di mezzo", in quanto comprende i dieci secoli che si collocano fra l'età antica e l'età moderna. Questo periodo viene talvolta distinto in Alto Medioevo (sino all'anno mille) e basso medioevo ( da l'anno mille sino al 1492), caratterizzato dalla ripresa dell'economia e dalla rinascita della vita cittadina. Il termine medioevo si deve agli umanisti, quegli intellettuali che durante il Rinascimento, tra il XIV e il XVI secolo, contribuirono con i loro studi al rinnovamento della cultura europea. Essi intendevano, usandolo, sostenere la tesi che il medioevo era stato un lungo periedo di decadenza e di oscurità, una sorta di frattura tra due età di splendore culturale e civile quali l'antichità greco-romana e lo stesso Rinascimento. Nel medesimo spirito nacque il termine Rinascimento, proprio per indicare il periodo nel quale rinacquero e tornarono ad affermarsi i valori della cultura classica. La definizione data dagli umanisti ebbe fortuna e fu adottata dagli storici nelle loro classificazioni; allo stesso modo, il parallelo giudizio negativo sul medioevo come oscura "età di mezzo" posta frà due epoche assai più evolute si diffuse in questo periodo e rimase destinato a durare molto a lungo. Successivamente, soprattutto nel XX secolo, le ricerche sul medioevo sono state approfondite e molti apprezzamenti negativi al riguardo sono stati rivisti. In particolare, oggi sappiamo che nel medioevo vi furono anche delle fasi di sviluppo economico e culturale di grande rilievo; ugualmente, nell'età moderna i periodi di progresso si sono alternati con altri di ristagno e decadenza. Il termine Medioevo, pur privato di connotazioni negative, è tuttavia rimasto in uso. In ogni caso si può dire che, se anche si vuole considerare il medioevo come un periodo di transizione fra il mondo antico e quello moderno, esso costituì per la formazione dell'Europa un'età di decisiva importanza. Si formò infatti in questi secoli nel nostro continente una grande regione storico-geografica che non esisteva nel mondo antico, assai più raccolto intorno al Mediterraneo. Durante il Medioevo, cioè, venne meno quell'unità del Mediterraneo a cui il dominio di Roma aveva dato forma, mentre lentamente, soprattutto a partire dalla fine dell'impero di Carlo Magno, l'Europa divenne quella che oggi noi conosciamo, allargandosi verso nord e verso est, accogliendo nuovi popoli e integrandoli in una civiltà che aveva raccolto l'eredità del mondo e che aveva in comune la religione cristiana e, nella maggior parte dei casi, il diritto.

    VIENE CHIAMATA ETA' BUIA PERCHE' IN QUESTO PERIODO, LE PERSONE VIVENO NEL TERRORE , PER LA PAURA DELLA FINE DEL MONDO.

    spero che ti sono stata utile. carly

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.