Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 1 decennio fa

Il cristianesimo e l'islam possono essere paragonate ad un partito politico?

...domanda corretta e riproposta...

7 risposte

Classificazione
  • IPO
    Lv 7
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    No.

    I moderni partiti politici rappresentano consapevolmente gruppi di interesse particolare, anche se qualcuno parla ancora di "interessse generale" nessuno però sostiene di rifarsi a qualcosa di assoluto e trascendente.

    I moderni partiti politici si differenziano dai movimenti ideologici perchè inseriti in un contesto di "competizione elettorale" all'interno dei quali devono riconoscere come legittimi anche gli altri partiti e quindi riconoscere la possilità e la liceità della diversità di vedute.

    le religioni monoteiste, invece, sostengono di essere le uniche a possedere la verità, e non si pongono in competizione" e nemmeno "tolleranza" verso le altre religioni se non quando costrette a farlo da un potere statale svincolato da esse.

    Negli stati non laici la religione è una sola, e le altre, se non vietate, sono comunque in posizione subordinata, come era anche in Italia fino al 1948, quando la religione cattolica era "religione di stato".

    Ma anche oggi le religioni non tollerano la "competizione". Pensate a quanto chiasso viene fatto ogni volta che si deve aprire una nuova moschea, ad esempio.

    I partiti moderni invece sanno che in democrazia le posizioni diverse sono necessarie.

    Mai nessuno del PD andrà a far casino per l'apertura di una nuova sezione del PDL e viceversa.

    Quindi le religioni non sono paragonabili ai partiti politici, semmai a dei movimenti politici assolutistici e dittatoriali, che non prevedono dissenso nè interno nè esterno. Come il comunismo (non a caso da molti considerato una vera e propria religione) o il nazifascismo.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Le religoni in sè, no.

    Ci sono gruppi che in nome di queste religioni lottano per avere maggior potere sui loro fedeli ed anche per aumentarne il numero, se possibile.

    In questo si comportano come i moderni partiti politici, che mirano solo al potere economico ed al guadagno personale.

  • 1 decennio fa

    Ecco magari adesso è una domanda più sensata. Comunque si in qualche modo si

  • Billy
    Lv 5
    1 decennio fa

    No, e non capisco il motivo per cui alcuni scrivono che l'Islam sia un

    partito politico.Un partito può essere sciolto, si possono modificare

    i principi su cui si basa la religione no. La religione si basa su principi

    dati dai libri sacri, le religioni non si "sciolgono". Il proselitismo politico

    ha lo scopo di avere sostenitori per poter governare, il suo scopo è il

    potere per la religione invece lo scopo se di scopo si può parlare è quello

    di portare sulla retta via e portare alla salvezza, i partiti politici si domenticano

    degli elettori dopo aver vinto la religione no!!!

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    E' una buona domanda. Probabilmente le religioni che cercano di fare proselitismo, come cristianesimo (tutte le correnti o quasi) e Islam, possono essere paragonate a partiti politici, ma è anche vero che ci sono delle differenze notevoli fra religioni e partiti politici. I partiti devono, di solito, sottostare alle leggi dei Paesi dove agiscono. Religioni come cristianesimo e islam, quando sono di maggioranza, a volte ritengono di poter essere esenti da tali leggi, o di poterle influenzare. E non a torto, perché a volte accade proprio questo.

  • 1 decennio fa

    il cristianesimo sicuramente no;l'islam sicuramente sì; l'ebraismo forse sì, in quanto popolo "eletto" di (da) Dio.

  • 1 decennio fa

    Il Cristianesimo no, l' Islam forse, l' ebraica di sicuro.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.